Home > Ambiente e salute > Diabete Italia: scuole sicure per le persone con diabete

Diabete Italia: scuole sicure per le persone con diabete

scritto da: Motore sanita | segnala un abuso

Dopo mesi di lockdown le scuole italiane stanno riprendendo le loro attività.


Diabete Italia onlus è in prima linea affinché questa ripresa sia il più sicura possibile per bambini, ragazzi e adulti con diabete. Per fare questo è stata creata una sezione apposita sul sito www.diabeteitalia.it. Sicurezza, non discriminazione e conoscenza sono le parole chiave di questa campagna, affinché tutte le persone con diabete possano vivere con serenità e sicurezza l'ambiente scolastico. 

Sul sito sono state pubblicate le FAQ Covid-19 per alunni e lavoratori per fornire risposte concrete alle domande più frequenti che in queste settimane sono giunte all'Associazione. 

Sono state inoltre pubblicate le raccomandazioni per la gestione del rientro a scuola, dell'influenza stagionale e del rischio di infezione da Covid-19 in bambini, adolescenti e giovani adulti con diabete redatte dalla Società Italiana di Endocrinologia e Diabetologia Pediatrica. 

Su https://www.diabeteitalia.it/scuola-e-diabete si può anche trovare il “DOCUMENTO STRATEGICO DI INTERVENTO INTEGRATO  per l'inserimento del bambino, adolescente e giovane con diabete in contesti scolastici, educativi, formativi al fine di tutelarne il diritto alla cura, alla salute, all’istruzione e alla miglior qualità di vita”, prodotto in collaborazione con i Ministeri della Salute e dell’Istruzione. 

Per maggiori chiarimenti o informazioni si può visitare il sito www.diabeteitalia.it o scrivere alla mail info@diabeteitalia.it

Ufficio stampa Motore Sanità 

comunicazione@motoresanita.it 

Francesca Romanin - Cell. 328 8257693 

Marco Biondi - Cell. 327 8920962

diabete | salute | scuole |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Autostrada Diabete: “Dall’innovazione tecnologica, necessari nuovi modelli di assistenza”


Autostrada Diabete: “Dall’innovazione tecnologica, necessari nuovi modelli di assistenza”


Diabete e test di screening prenatale


Fibrillazione atriale, i pazienti diabetici e insulina aumenta rischio di ictus


Medtronic App diabete “Conta con il Leone” per la Giornata Mondiale del Diabete


Risultati positivi associazione fissa di acido bempedoico/ezetimibe


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Farmaco equivalente: “Dopo anni, pur garantendo sostenibilità al SSN e risparmio ai cittadini, il loro uso in Italia è ancora a macchia di leopardo”

Farmaco equivalente: “Dopo anni, pur garantendo sostenibilità al SSN e risparmio ai cittadini, il loro uso in Italia è ancora a macchia di leopardo”
19 ottobre 2020 - I farmaci equivalenti avendo stesso principio attivo, concentrazione, forma farmaceutica, via di somministrazione e indicazioni di un farmaco di marca non più coperto da brevetto (originator), sono dal punto di vista terapeutico, equivalenti al prodotto di marca ma molto più economici, con risparmi che vanno da un minimo del 20% ad oltre il 50%. Questo è fondamentale per mantenere sostenibile l’SSN, consentendo da un lato di liberare risorse indispensabili a garantire una sempre maggiore disponibilità di farmaci innovativi, dall’altro, al cittadino di risparmiare di propria tasca all’atto dell’acquisto dei medicinali. Ma l’uso del farmaco equivalente in Italia è ancora basso rispetto ai medicinali di marca, dall’analisi dei consumi p (continua)

Esperti si confrontano in Regione Campania: “Necessario un maggior impiego dei farmaci biosimilari”

Esperti si confrontano in Regione Campania: “Necessario un maggior impiego dei farmaci biosimilari”
Napoli, 17 ottobre 2020 - I farmaci biosimilari rappresentano una grande opportunità per la sostenibilità dei sistemi sanitari a livello mondiale. Grazie al loro impiego è possibile trattare un numero maggiore di pazienti garantendo più salute a parità di risorse per ampliare le attuali opportunità terapeutiche con trattamenti più precoci e creare spazio all’innovazione farmacologica. Innovazione che fortunatamente sta producendo nuove possibilità di cura per diverse aree terapeutiche e patologie a prognosi infausta. Per affrontare questi temi, Motore Sanità ha organizzato il Webinar ‘BIOSIMILARI CAMPANIA UN TRENO DA NON PERDERE’, una tavola rotonda virtuale che vede il coinvolgimento dei massimi esperti che possono rappresentare i differenti punti di vista in materia, con l’obiettivo di condividere le buone pratiche messe in campo e definire al meglio i percorsi per sfruttare a pieno le opportunità, per (continua)

Focus I farmaci equivalenti motore di sostenibilità per il SSN - Bologna, 19 Ottobre 2020 - ORE 10

Focus I farmaci equivalenti motore di sostenibilità per il SSN - Bologna, 19 Ottobre 2020 - ORE 10
Il prossimo lunedì 19 ottobre dalle ore 10 alle 13, si terrà il webinar ‘FOCUS I FARMACI EQUIVALENTI MOTORE DI SOSTENIBILITÀ PER IL SSN’, organizzato da MOTORE SANITÀ. Durante il webinar verrà affrontato il tema dei farmaci equivalenti. Nei primi nove mesi del 2019, il consumo degli equivalenti di classe A è risultato concentrato al Nord (37,3% unità e 29,1% valori), rispetto al Centro (27,9%; 22,5%) ed al Sud Italia (22,4%; 18,1%). Quali i motivi di queste differenze? La scelta deve coinvolgere medico, farmacista e paziente correttament (continua)

Biosimilari Campania. Un treno da non perdere - 16 Ottobre 2020 - ORE 15

Biosimilari Campania. Un treno da non perdere - 16 Ottobre 2020 - ORE 15
Il prossimo venerdì 16 ottobre dalle ore 15 alle 17, si terrà il webinar ‘BIOSIMILARI CAMPANIA UN TRENO DA NON PERDERE’, organizzato da MOTORE SANITÀ. I farmaci biosimilari rappresentano una grande opportunità per la sostenibilità dei sistemi sanitari a livello mondiale. Attraverso il loro impiego, nel rispetto delle attuali normative internazionali e nazionali è opinione comune che si possa consentire il trattamento di un numero maggiore di pazienti garantendo più salute a parità di risorse e creare spazio all’innovazione farmacologica. Motore (continua)

Cirrosi epatica: “Aderenza alle terapie, prevenzione e presa in carico ospedale/territorio per migliorare qualità di vita e sostenibilità al SSN”

Cirrosi epatica: “Aderenza alle terapie, prevenzione e presa in carico ospedale/territorio per migliorare qualità di vita e sostenibilità al SSN”
In Italia una patologia che conta circa 20.000 decessi l’anno Bologna, 13 ottobre 2020 -Aderenza alla terapia di mantenimento e prevenzione di complicanze gravi quali l’encefalopatia epatica e l’ascite, potenziare l’assistenza infermieristica territoriale, formare il paziente e caregiver, rendere sostenibili le cure e di conseguenza aumentare l’aspettativa e la qualità di vita. Questi gli argomenti discussi durante il Webinar ‘La realtà italiana della c (continua)