Home > Altro > Carlo Spinelli (IDD) critica aspramente le affermazioni di Claudio Borghi in Parlamento

Carlo Spinelli (IDD) critica aspramente le affermazioni di Claudio Borghi in Parlamento

scritto da: Carlospinelli | segnala un abuso

Carlo Spinelli (IDD) critica aspramente le affermazioni di Claudio Borghi in Parlamento

Il responsabile per la politica interna del movimento Italia dei Diritti trova inaccettabile quanto dichiarato dall’on. Borghi sul diritto alla salute e attacca rispondendo che la Costituzione italiana non è una classifica


Roma 03 novembre 2020: In queste ultime ore alcuni esponenti del centrodestra italiano si stanno rendendo protagonisti di uscite a dir poco infelici; prima Giovanni Toti con la frase sugli anziani, adesso Claudio Borghi che intervenendo in parlamento in risposta alle dichiarazioni del Premier Giuseppe Conte sulle nuove misure da attuare per arginare la diffusione del Covid-19 afferma come il diritto alla salute sia meno importante del diritto al lavoro. A margine di un incontro del direttivo nazionale del movimento Italia dei Diritti dove tra l’altro si è deciso di lanciare una raccolta firme per chiedere le dimissioni di Giovanni Toti dai suoi incarichi istituzionali, il responsabile per la politica interna Carlo Spinelli interviene criticando le affermazioni dell’onorevole leghista:” Se il centro destra fosse stato al governo e avesse affrontato la situazione di emergenza che stiamo vivendo in base a quanto alcuni suoi esponenti stanno affermando, non saprei veramente come sarebbe andata a finire. La confusione che regna nelle teste di questi signori è evidente e si manifesta attraverso le esternazioni prima di Giovanni Toti e adesso in quelle di Claudio Borghi che ritiene il diritto alla salute meno importante del diritto al lavoro questo mi fa pensare che secondo il deputato leghista l’Italia dovrebbe andare avanti senza prendere provvedimenti anche drastici infischiandosene delle sofferenze di chi si sta ammalando di Covid-19 l’importante che venga garantito il lavoro. Il lavoro è un sacrosanto diritto – continua Spinelli – la stessa costituzione dice che il nostro Paese è una Repubblica fondata sul lavoro, ma il diritto alla salute è legato comunque al diritto alla vita che è sacrosanto ed inviolabile. L’articolo quattro della Costituzione italiana richiamato dall’on. Borghi recita che la Repubblica italiana riconosce a tutti i cittadini il diritto al lavoro e promuove le condizioni che rendano effettivo questo diritto e mi sembra che la salute sia una delle condizioni imprescindibili per poter lavorare e prendere provvedimenti affinché si argini la diffusione del coronavirus a nostro avviso significa promuovere le condizioni che rendano effettivo questo diritto. Quindi l’on. Borghi secondo me ha preso una topica clamorosa a riprova di come si cerchi da parte dell’opposizione di criticare tutti i provvedimenti che questo governo sta prendendo per arginare la pandemia in Italia senza che abbia delle argomentazioni valide o delle contromisure diverse e più efficaci. E poi – prosegue ancora l’esponente IDD – vorrei dire all’on. Borghi che la Costituzione italiana non è una classifica i cui punti sono elencati in base all’importanza anzi credo che ogni punto della Costituzione abbia la stessa importanza e vada rispettato e a tal proposito vorrei chiudere con una battuta e chiedere all’onorevole leghista se secondo lui il diritto alla salute è meno importante del diritto di asilo degli stranieri nel territorio italiano visto che questo si trova all’articolo dieci della costituzione e quindi ben 22 articoli prima del diritto alla salute. A questo quesito risponda anche l’on. Salvini visto la sua politica sull’immigrazione”.

Ufficio stampa politica interna Italia dei Diritti

E mail idd.polinterna@gmail.com 

Borghi | Spinelli | De Pierro | Salvini | Salute | Lavoro | Costituzione | Italia dei Diritti |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Verso una visione olistica del mondo di Silvano Negretto: la postfazione de L’anima sinfonica di Claudio Borghi


Carlo Spinelli ancora critico con il sindaco uscente di Cervara di Roma


Carlo Spinelli IDD: interveniamo concretamente contro il femminicidio


Carlo Spinelli ( IDD ) denuncia alto rischio inquinamento in Basilicata


Carlo Spinelli IDD per noi Cervara di Roma non è un paesino


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Crisi di governo Italia dei Diritti si schiera con Conte critica Renzi e chiede l'adesione al movimento dei parlamentari pro Conte liberi da vincoli di partito

Crisi di governo Italia dei Diritti si schiera con Conte critica Renzi e chiede l'adesione al movimento dei parlamentari pro Conte liberi da vincoli di partito
Il responsabile per la politica interna di Italia dei Diritti Carlo Spinelli prende le difese del Premier Conte definendo positiva la sua esperienza di governo, critica aspramente la decisione di Renzi di aprire la crisi e si appella ai parlamentari in questo momento liberi da vincoli di partito chiedendo loro di aderire al movimento per creare un gruppo sia alla Camera che al Senato a sostegno del Premier Roma 14 gennaio: Tanto tuonò che piovve; e così dopo averlo più volte gridato ai quattro venti Renzi toglie i due ministri di Italia Viva dal governo e apre ufficialmente la crisi. Una crisi che si sarebbe dovuta evitare visto il periodo che stiamo vivendo, un comportamento da molti giudicato irresponsabile e criticato aspramente anche dalla stampa estera. Da molte parti campeggiano gli sloga (continua)

Raccolta differenziata a Lanuvio, tarip vera o presunta?

Raccolta differenziata a Lanuvio,  tarip vera o presunta?
Carlo Spinelli responsabile nazionale per la politica interna e segretario provinciale romano del movimento Italia dei Diritti denuncia gravi disservizi relativi alla Tarip nel comune di Lanuvio e chiede all'assessore all'ambiente delucidazioni sull'applicazione della stessa. Roma 28 dicembre 2020: Ormai un po’ tutti i comuni si stanno adeguando alla raccolta differenziata porta a porta unica via, in questa parte d'Italia, per raggiungere una percentuale accettabile di rifiuti differenziati, tutelare l'ambiente e far risparmiare qualche soldo ai contribuenti. In questo senso molti comuni stanno passando alla Tarip ( tariffa puntuale ) che permette di quantificare (continua)

DPCM Natale Giuseppe Conte ascolta Italia dei Diritti e chiude il Paese nei giorni prefestivi e festivi

DPCM Natale Giuseppe Conte ascolta Italia dei Diritti e chiude il Paese nei giorni prefestivi e festivi
Ascoltato il grido di allarme del movimento politico Italia dei Diritti che tramite una Pec del suo fondatore e presidente Antonello De Pierro chiedeva al Premier Giuseppe Conte di chiudere nei giorni prefestivi e festivi durante le festività natalizie per arginare la diffusione del virus Roma 21 dicembre 2020: Uscito il nuovo DPCM di Natale che mette il nostro Paese in zona rossa durante i festivi e prefestivi di queste festività che saremo costretti a vivere in modo anomalo a causa del Sars-Cov2. Provvedimenti che sono stati fortemente voluti dal movimento politico Italia dei Diritti che tramite il suo fondatore e presidente Antonello De Pierro attraverso una Pec aveva espre (continua)

Raccolta differenziata, finalmente anche a Capranica Prenestina parte il porta a porta

Raccolta differenziata, finalmente anche a Capranica Prenestina parte il porta a porta
Il servizio richiesto più volte dal consigliere del movimento Italia dei Diritti Carlo Spinelli prende finalmente il via nel comune di Capranica Prenestina non senza qualche difficoltà e polemiche da parte di alcuni cittadini Dal 10 dicembre è partita anche a Capranica Prenestina la raccolta differenziata porta a porta. Sull’argomento interviene il responsabile provinciale romano del movimento Italia dei Diritti Carlo Spinelli capogruppo consiliare del movimento stesso in seno al consiglio comunale di Capranica Prenestina:” Finalmente la raccolta porta a porta, un servizio che inizia con ben 11 anni di ritardo. Infatti (continua)

Aggredito dai mafiosi e accusato dallo Stato, Italia dei Diritti esprime solidarietà al suo presidente Antonello De Pierro

Aggredito dai mafiosi e accusato dallo Stato, Italia dei Diritti esprime solidarietà al suo presidente Antonello De Pierro
Tramite il responsabile alla politica interna Carlo Spinelli il movimento Italia dei Diritti solidarizza con il proprio fondatore e presidente il giornalista Antonello De Pierro che dopo aver subito un’aggressione mafiosa è stato messo sotto accusa dalle forze dell’ordine che lui stesso rappresenta. Roma 28 novembre 2020: Non c’è limite ai paradossi che si verificano in Italia; in uno di questi è rimasto vittima il fondatore e presidente del movimento Italia dei Diritti Antonello De  Pierro giornalista e agente di Polizia che, benché avesse subito un’aggressione mafiosa da parte di Armando Spada esponente di spicco dell’omonimo clan mafioso di Ostia, si è trovato a doversi difende (continua)