Home > Altro > Come scegliere i guantoni da boxe?

Come scegliere i guantoni da boxe?

scritto da: Vincenzovenditti | segnala un abuso


La scelta dei guanti da boxe è sempre molto complessa per chi si avvicina per la prima volta a questa disciplina da combattimento. Capire l’attrezzatura migliore corrisponde alla fase iniziale di tutti quelli che decidono di iniziare a praticare un qualsiasi sport, che nella maggior parte dei casi si trovano a dover scegliere il giusto paio di scarpe, abbigliamento e attrezzi tra un numero infinito di prodotti, rischiando di effettuare un acquisto errato oltre che inconsapevole.

Se stai decidendo di iniziare a praticare boxe devi sapere che le tipologie di guantoni presenti sul mercato sono tutte diverse tra loro per misure, materiale, peso, modello. I guanti da pugilato, infatti, vengono scelti in base alle proprie esigenze, alle proprie caratteristiche fisiche e sono adatti solamente a questa disciplina, dal momento che ogni sport da combattimento necessita della sua attrezzatura specifica. Anche le marche che vendono questo tipo di prodotto sono numerosissime, ma tra i più acquistati ci sono i guanti Leone 1947 da sacco che sono molto resistenti e offrono un’ottima protezione degli arti.

Ma vediamo ora nello specifico quali sono le caratteristiche dei guanti.

 

Caratteristiche dei guantoni

Una delle principali differenze che distinguono i guantoni da boxe è il peso. Essi vengono classificati a once, ossia OZ, e il peso ideale del guanto varia in base alla categoria di peso a cui appartiene l’atleta: un atleta che appartiene alla categoria mini mosca (dai 48 kg) o welter (66,5 kg) indosserà dei guantoni 8 OZ, mentre quelli da 10 OZ sono adatti alle categorie super welter (70 kg) o pesi massimi (91 kg).

Inoltre, i guantoni possono avere una chiusura a strappo o con lacci. Quelli con chiusura in velcro sono perfetti da utilizzare durante gli allenamenti, essendo facili da mettere e togliere, mentre quelli con i lacci sono più da competizione, essendo sicuri e ben saldi.

Anche il materiale può variare. Abbiamo guantoni in pelle di ottima qualità, estremamente morbidi e resistenti nel tempo, o ci sono i guantoni in materiale sintetico che sono consigliati per i novellini di questo sport.

I guanti, per essere più sicuri, hanno al loro interno un’imbottitura che può essere fatta di crine di cavallo, un materiale molto resistente, schiuma di lattice, che ha una durata inferiore rispetto ai primi e garantisce una minore protezione, o mix di entrambi.

 

Guantoni da sacco o da sparring

Ma queste non sono le uniche differenze che caratterizzano i vari tipi di guantoni da boxe esistenti. Infatti, a seconda dell’allenamento è necessario scegliere quali guantoni indossare. Sì, perché se si fa un allenamento al sacco bisogna utilizzare dei guanti diversi rispetto a quelli da sparring.

I guantoni da sacco sono più leggeri di quelli da sparring, hanno una forma più piatta e offrono una maggiore libertà di movimento, lasciando libero il pollice.

Per lo sparring, invece, i guanti vengono scelti in base al peso dell’atleta. Generalmente, per i pugili che pesano fino a 65-70 kg si usano i guantoni da 12 OZ, per gli atleti che pesano tra 70 e 80 kg si utilizzano quelli da 14 OZ e, infine, oltre gli 80 kg si preferiscono quelli da 16 OZ. 


Fonte notizia: https://www.fightacademygear.it/home/274-guanti-leone-1947-sacco-contact.html


leone 1947 sacco | guantoni boxe leone | guanti pugilato leone |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

I migliori guantoni da Thai boxe


Brusciano “Boxe in Piazza” Riunione Pugilistica promossa dalla “Minotaur Boxe” Il saluto del Sindaco Avv. Giuseppe Montanile. (Scritto da Antonio Castaldo)


febbraio 2018 torna la grande boxe a Firenze


L’abbigliamento adatto al Muay Thai


Intervista a Marco Scalia


Muay Thai: uno sport estremo


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Muay Thai: uno sport estremo

Il Muay Thai, uno sport estremo che appassiona milioni di persone Il Muay Thai (in inglese Thay Boxe)  è uno sport di combattimento a contatto estremo. Le due parole, prese singolarmente hanno significati diversi: il termine “Muay” indica  combattimento, pugilato o lotta, mentre la parola “Thai” significa unione. Si tratta di uno sport pericoloso che può arrecare danni ai lottatori ed è per questo motivo che non si può (continua)

Le MMA come sport di combattimento

Sei alle prime armi, un fighter professionista o un semplice appassionato di MMA ma non sai quali guanti comprare? I nuovi guantileone 1947 mmalegionarivs II sono proprio quelli che fanno al caso tuo. Con questi guantoni addosso, sia che ti trovi sul ring o fuori dal ring l’impressione sarà sempre la stessa, quella di sentirti forte proprio come il grande campione di MMA Alessio Sakara. Non ci (continua)

I benefici degli sport da combattimento e l’equipaggiamento necessario

Le discipline da combattimento sono numerose e ognuna di esse necessita del giusto abbigliamento. Quante volte ci è capitato di sentire che le discipline da combattimento sono violente? Beh, sappiate che vi state sbagliando. Recenti studi dimostrano che praticare uno sport da combattimento nell’età dello sviluppo apporti numerosi benefici. Queste discipline, infatti, migliorano il flusso sanguigno, l’ossigenazione al cervello, migliorano l’umore, riducono lo stress e favoriscono negli (continua)

I migliori guantoni da Thai boxe

Prima i combattimenti erano molto più duri e violenti e non venivano usati i guantoni da thai boxe utilizzati negli incontri attuali. La Thai boxe è conosciuta anche come boxe thailandese o Muay Thai. Essa è un’arte tradizionale originaria della Thailandia, diffusasi in tutto il mondo con il nome inglese Thai boxe e praticata in versione sportiva. Le sue origini risalgono a 1500 anni fa circa, quando il popolo thailandese doveva lottare per difendere il proprio territorio. Con il passare dei secoli, si decise di mettere per (continua)

La crema analgesica Namman Muay: un’ottima cura per le infiammazioni

Le creme analgesiche Namman Muay sono state create nel 1930 a Bangkok in Thailandia. Inizialmente la ricetta per la loro produzione veniva tramandata oralmente di generazione in generazione finché nel 1960 iniziò ad essere destinata ad un uso commerciale. Gli sport da combatimento hanno delle radici antichissime. La loro origine è orientale ma hanno avuto larga diffusione anche in occidente. Essi vengono praticati da uomini e donne apparteneneti ad ogni fascia d’età. Sono, uno sport adatto a tutti, ma bisogna prestare attenzione ad alcuni accorgimenti per garantirsi una buona salute personale. Generalmente i bambini sotto i 5 anni possono (continua)