Home > Turismo e Vacanze > Sardegna: cosa fare e vedere in 7 giorni

Sardegna: cosa fare e vedere in 7 giorni

scritto da: Bestrank | segnala un abuso


La Sardegna, un'isola immersa nella natura incontaminata e caratterizzata dall'acqua azzurra e cristallina del mare, è una meta molto ambita dai turisti di tutto il mondo, un'isola che dal nord al sud offre tradizioni, culture e storie differenti che regalano esplorazioni visive e olfattive uniche e indimenticabili.

Sardegna: cosa fare e vedere in 7 giorni

La Sardegna è un'isola caratterizzata non solo dal mare limpido e cristallino, ma anche da arte, storia e cultura rappresentata dalle strutture architettoniche preistoriche e protostoriche dei suoi Nuraghi, delle Domus de Janas, dei Dolmen e da altri elementi storici che ti lascieranno senza fiato. Il suo paesaggio, costituito da macchia selvatica mediterranea permette non solo di respirare aria pura mischiata alla salsedine del mare ma anche di passare giornate di relax attraverso le tante attività all'aperto, come le immersioni subacque, le escursioni, le gite in barca, tutte da alternare all'assaggio della gastronomia sarda rinomata per la sua bontà e genuinità, come il famoso Porceddu o i delicati e gustosi Coulurgiones.

Dal nord al sud, la vacanza in Sardegna rimarrà nel cuore di chiunque, giornate che si potranno rivivere in qualsiasi periodo dell'anno grazie alle compagnie marittime che consentono da diversi porti principali italiani di raggiungerla.

Una volta deciso il porto di destinazione non ti rimane altro che trovare l'offerta online migliore e dirigerti al porto di partenza. Il collegamento con la Sardegna è gestito da 7 compagnie marittime, quali: GNV, Tirrenia, Corsica Ferries, Sardinia Ferries, Moby, Grimaldi Lines e NLG. I collegamenti con la Sardegna partono da Genova, Civitavecchia, Livorno, Sicilia, Spagna e Corsica e arrivano al nord nei porti di Porto Torres, Olbia e Golfo Aranci, mentre nel sud dell'isola nei porti di Cagliari e Arbatax.

Il tempo di percorrenza varia da dove intendi partire e se preferisce viaggiare in maniera diurna o nottura. Durante il giorno la traversata prevede un tempo che va dalle 5 ore e 30 minuti ad un massimo di 6 ore e 30 minuti, mentre per arrivare in Sardegna con la traversata notturna il tempo varia dalle 7 alle 12 ore a seconda della linea e della compagnia di navigazione scelta.

Quando arrivi sull'isola possono essere ammirate le isole minori attraverso traghetti solamente diurni e con pranzo a bordo, che in poche ore ti faranno godere la bellezza del paesaggio abbinata ad una piacevole e rilassante traversata in mezzo al mare azzurro e cristallino della Sardegna.

Oltre alle tantissime offerte che ti permettono di scegliere quella più conveniente, nonchè quella che più si adatta alle tue esigenze, la vita a bordo di tutti i traghetti che hanno come destinazione la Sardegna, ti consentiranno un viaggio rilassante e divertente, grazie ai tanti servizi presenti sulla nave, come ristoranti e self-service in cui gustare specialità di pesce e carne, aree dedicate al divertimento dei piccini o aree dedicate a Internet con wi-fi ad accesso libero, nonchè sale video games, cinema, bar e shopping center, dove acquistare souvenir sia in contanti che con il bancomat o carta di credito. Le cabine, prenotabili online, hanno tutte servizi privati e possono ospitare fino a 4 persone, nonchè gli animali domestici che avranno la loro cuccetta comoda e facilmente raggiungibile dal padrone. Se vuoi viaggiare in modo economico è possibile prenotare una poltrona reclinabile o il passaggio ponte, che in entrambi i casi ti permetteranno di usufruire di tutti i servizi presenti sulla nave.

Qualsiasi traghetto trasporta diverse tipologie di veicoli: moto, auto, camper, camion, in maniera tale da poter girare la Sardegna in lungo e in largo in maniera autonoma e in base alle mete desiderate.

Prima di salire a bordo si consiglia sempre di controllare di avere tutto ciò che serve, soprattutto medicine, comprese quelle per il mar di mare, ricambi di abiti e accessori per i più piccoli, caricabatterie per ricaricare il cellulare durante la traversata, nonchè giacche un po' più pesanti se si intende fare una passeggiata sul ponte per ammirare il mare di notte.



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Renato Ravanelli: acquisizione dell’aeroporto di Olbia, il valore dell’operazione per F2i


Vacanze nei resort in Sardegna: un luogo privilegiato per le famiglie


Alla scoperta dei paesi fantasma della Sardegna


Festival Smart Cityness: l’innovazione territoriale e la collaborazione locale, dal 2 al 4 ottobre, Cagliari


Vinci una Weekend in Sardegna con Sardegna.com


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

I condizionatori senza unità esterna: funzionamento, pro e contro

Cos’è il condizionatore senza unità esterna Il classico condizionatore è generalmente costituito da un'unità interna denominata split e una macchina esterna ovvero il motore. Accade molto spesso che l'installazione dei classici condizionatori determini delle problematiche. Ebbene, l'installazione del motore spesso risulta essere complessa per ragioni legate alla struttura dell'edificio e in (continua)

Tutto da sapere per scegliere le cuffie da gaming?

I videogiocatori hanno necessità della migliore attrezzatura per godere al massimo la loro esperienza di gioco. Un buon paio di cuffie da gaming non possono mancare ad un gamer che si definisca tale! Di seguito una serie di informazioni utili e necessarie, fondamentali per selezionare le migliori cuffie da gaming per procedere al giusto acquisto! Cuffie da gaming: come scegliere quelle g (continua)

Smartphone Xiaomi: quale comprare?

Fondata nel 2010 Xiaomi in poco tempo si è fatta largo nel mercato degli smartphone sbaragliando totalmente la concorrenza e affermando la grande qualità dei suoi dispositivi. Il brand è relativamente giovane e offre a tutti gli utenti degli smartphone di fascia alta o di fascia media, ma offrono tutti delle prestazioni molto elevate. Il catalogo Xiaomi è ricco di prodotti, ma prendere una de (continua)

Come insegnare ai bambini ad andare in bicicletta?

Nel corso della crescita di un figlio, specialmente durante l'infanzia, saranno tanti quei momenti semplici ma allo stesso tempo emozionati dal punto di vista di un genitore. La prima parola, i primi passi, il primo giorno di scuola, tutti momenti che resteranno nella memoria di un genitore per la loro tenera unicità. Un momento unico ed emozionante, vissuto sia nei panni di genitore che di f (continua)

Criteri per la scelta di un robot aspirapolvere

Oggi esistono moltissimi elettrodomestici di tantissime tipologie, funzioni e utilità. Uno in particolare si sta distinguendo per la sua utilità e i vari compiti che riesce a svolgere, perlopiù in ambito casalingo. Ebbene, stiamo parlando proprio del robot aspirapolvere. La scelta di acquistarne uno viene dettata nella maggior parte delle persone da fattori quali il poco tempo a disposizione (continua)