Home > Arte e restauro > Il messaggio ecologico sotteso nella pittura di Davide Quaglietta

Il messaggio ecologico sotteso nella pittura di Davide Quaglietta

scritto da: Elenagolliniartblogger | segnala un abuso

Il messaggio ecologico sotteso nella pittura di Davide Quaglietta


La poetica espressiva della pittura di Davide Quaglietta nella sua dinamica fruizione interattiva di notevole spessore comunicativo, si completa attraverso l'inserimento sempre ben calibrato di messaggi, che afferiscono alla sfera sociale e collettiva e che vanno ben oltre la semplice resa di impatto estetico-formale e l'immediata percezione recettiva a livello ottico e visivo. A tal proposito la Dott.ssa Elena Gollini, che segue il percorso artistico di Quaglietta come consulenza e curatela di immagine e di risonanza mediatica, ha voluto spiegare nello specifico dichiarando: “La pittura di Davide nella sua esaustiva completezza e ricercata compiutezza è certamente incline ad essere anche considerata come arte per il sociale, in quanto si orienta e si canalizza a racchiudere e a diffondere dei pregnanti messaggi, che confluiscono dentro un ampio discorso connesso all'ecologia e alla tutela e salvaguardia del nostro habitat naturale circostante e in generale di tutto quanto l'ecosistema naturale e ambientale, che dal territorio locale si estende e si espande al comprensorio e al bacino a largo raggio. Questa componente diventa distintiva e peculiare della sua concezione di fare arte e del suo operato di ricerca. Davide dunque non si limita a compiere e a svolgere una sperimentazione di tipo tecnico e strumentale a se stante e fine a se stessa, ma si dedica alla divulgazione sentita e accorata di contenuti altamente elevati e di stimolanti incipit per accentrare e focalizzare l'attenzione del fruitore, oltre che sull'aspetto molto piacevole delle composizioni, anche e soprattutto su quanto viene ad essere insito e sotteso tramite un registro linguistico cifrato e codificato con impeccabile progettualità ideativa. Si denota l'amore appassionato verso il Fiume Po, il grande e maestoso fiume tanto affascinante, misterioso e intrigante, che Davide rende metafora simbolica di molteplice valenza essenziale e sostanziale. Inoltre, si palesa nella narrazione rappresentativa di impronta figurale stilizzata la rievocazione dedicata alle trasformazioni e alle mutazioni ambientali, ai capovolgimenti meteorologici che provocano e causano dei danni gravi, degli stravolgimenti talvolta irreversibili, talvolta irrimediabilmente catastrofici, che interessano l'intero Pianeta e tutto l'ecosistema ambientale terrestre. Ecco dunque, che dietro alla guizzante fantasia e all'estro ingegnoso d'inventiva Davide viene sostenuto dalla volontà di rendersi promotore e portavoce di una pittura di qualificante dimensione collettiva, senza mai dimenticare l'enorme risorsa e l'enorme potenziale che l'arte riveste come linguaggio universale utilizzato da sempre come ponte di trait d'union tra i popoli e come medium di relazione e interrelazione libera e incondizionata”.


Fonte notizia: http://elenagolliniartblogger.com/davide-quaglietta


Davide quaglietta | quaglietta | artista | arte | opere | quadri | ghiacciai | fiume po | assenteismo | legnago | verona | bologna | artworks | art | casa irda | acquarelli | natura | olio | tela | volto | umano |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Davide Quaglietta: pensiero e azione artisticamente attivi


Terme di Castrocaro per una settimana su Rete4


Intervista di Alessia Mocci a Luc Vancheri: la pubblicazione italiana del saggio francese “Cinema e Pittura”


Davide Quaglietta: arte docet


Davide Quaglietta: una pittura oltre


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Davide Quaglietta: una pittura sulle ali della vita

Davide Quaglietta: una pittura sulle ali della vita
 Arte e vita da sempre si intrecciano e sono coese in modo solido e inscindibile. Ogni artista lascia, che la propria vita venga pervasa dal talento e dalla vena creativa e genera poi una fusione in armonia tra estro e sentimento esistenziale. Talvolta invece, si verifica una sorta di scontro e di contrasto e l'arte rispecchia un tormento interiore e introspettivo spesso tenuto celato e (continua)

Cecilia Martin Birsa: arte scultorea in nome del virtuosismo

Cecilia Martin Birsa: arte scultorea in nome del virtuosismo
L'arte scultorea nei secoli si è sviluppata seguendo orientamenti molto eterogenei e avvalendosi di soluzioni davvero sorprendenti. La scultura è a tutti gli effetti un'arte molto complicata e molto complessa da apprendere. Servono la massima dedizione e la massima disciplina, serve tanto studio e altrettanto spirito di perfezionismo, voglia di compiere una ricerca inedita e voglia di speri (continua)

Federico Marchioro: comunicare con la pittura

Federico Marchioro: comunicare con la pittura
 L'arte in generale e più specificamente la pittura è da sempre strumento comunicativo per antonomasia e riesce a diffondere e a divulgare a largo raggio una molteplicità di messaggi, talvolta espressi in modo esplicito, diretto e palesemente manifesto e talvolta invece avvolti e conservati dentro le pieghe della narrazione in modo celato e nascosto, secondo chiavi concettuali allusive, (continua)

Daniel Mannini: artista-pittore dei nostri giorni

Daniel Mannini: artista-pittore dei nostri giorni
 Essere artisti promettenti e pittori intraprendenti ai giorni nostri equivale a possedere e sviluppare la propria creatività con astuzia e acutezza di vedute e di previsioni. Significa essere capaci di stare al passo con i tempi senza allinearsi in modo passivo e pedissequo e significa contemporaneamente avere già un guizzo di avanzamento in progressione evolutiva. Su questa scia di ori (continua)

Cecilia Martin Birsa: arte scultorea inno alla sublimazione

Cecilia Martin Birsa: arte scultorea inno alla sublimazione
L'arte scultorea declinata in chiave moderna e contemporanea ci offre interessanti occasioni di approfondimento ampliato e allargato e delinea delle prospettive espressive all'insegna di una formula di sublimazione simbolica davvero impattante. Su questa dimensione visionaria di pensiero e di stile si può accostare in parallelo di corrispondenza l'arte scultorea realizzata da Cecilia Martin (continua)