Home > Cultura > Dall'Albania arriva con i gommoni la marijuana potenziata

Dall'Albania arriva con i gommoni la marijuana potenziata

scritto da: Gtrambusti | segnala un abuso

Dall'Albania arriva con i gommoni la marijuana potenziata

I trafficanti albanesi, attraverso l’Adriatico, portano in Italia una marijuana assai più potete e pericolosa in quanto tagliata con altre droghe di tipo sintetico


Il traffico di droga verso l’Italia proviene principalmente da Olanda e Albania; da quest’ultima arriva, sui gommoni, una marijuana chimicamente resa molto più pericolosa.

È noto che la marijuana che viene commercializzata attualmente è molto più potente di quella degli anni ’70: da un contenuto di THC (la sostanza tossica contenuta nella cannabis che dà lo sballo) pari al 7-9% negli scorsi decenni, si è passati al 50% e oltre. La conseguenza è che la marijuana oggi “sballa” molto di più, dà più dipendenza e assuefazione, ha molti più effetti indesiderati anche gravi.

Ma la marijuana importata con i gommoni attraverso l’Adriatico è tutt’altra cosa: la cannabis viene trattata spruzzando sostanze chimiche droganti che la rendono una droga nuova, sintetiche, dagli effetti non solo più forti ma anche imprevedibili.

I grossi e veloci gommoni che solcano il braccio di mare tra l’Albania e le coste pugliesi sono in grado di trasportare anche 3-4 tonnellate alla volta.

I produttori e gli spacciatori albanesi hanno ovviamente il supporto della Sacra Corona Unita, che gli fornisce approdi sicuri. Anche i piloti dei gommoni sono spesso pugliesi.

Durante le ultime operazioni antidroga dei Carabinieri, sono state sequestrate oltre 7 tonnellate  di stupefacente, 3 litri droga sintetica, 3 gommoni oceanici, una pistola semiautomatica dotata di puntatore laser, vari veicoli, per un valore complessivo di 50 milioni di euro.

È chiaro che un commercio di tali proporzioni presuppone una vasta clientela su tutto il territorio nazionale: si tratta di giovani e meno giovani che cercano uno “sballo” ben più forte della marijuana “classica” con cui avevano cominciato. Anche se la propaganda pro-cannabis lo nega, la grande maggioranza degli ex tossicodipendente potrà confermarvi che ha cominciato dalla marijuana e, una volta assuefatto, è passato ad altri tipi di droga più potente.

“Un Mondo Libero dalla Droga” è un’associazione internazionale che si batte per ottenere una società nel quale la droga e l’alcool non costituiscano più una piaga sociale. I volontari dell’associazione credono che un giovane informato sui pericoli degli stupefacenti possa decidere, pensando con la propria testa, di stare alla larga da qualsiasi ambiente dove si faccia uso di droga o se ne promuova l’uso. Un giovane informato si rifiuterà anche di assumere gli psicofarmaci, in quanto sarà al corrente che si tratta di droghe, altrettanto dannose come quelle spacciate in strada.

Le attività di “Un Mondo Libero dalla Droga” consistono nell’andare nelle scuole e raccontare ai ragazzi la verità sulla droga: lezioni di due ore che includono video, dati scientifici, dati statistici e testimonianze. Un ragazzo informato sulla droga molto difficilmente ne diverrà schiavo. Anche da adulto, si rifiuterà di diventare un tossicodipendente di sostanze legali o illegali.

La Chiesa di Scientology sostiene la campagna di “Un Mondo libero dalla Droga” fin dalla sua fondazione: la lotta all’abuso di sostanze stupefacenti è una delle principali campagne sociali della Chiesa. Il fondatore di Scientology, L. Ron Hubbard, ha affermato: “L'arma più efficace nella guerra contro la droga è l'educazione.”

Giovanni Trambusti

“Un Mondo Libero dalla Droga” Toscana


Fonte notizia: https://www.noalladroga.it/


Scientology | Droga | L Ron Hubbard | Un mondo libero dalla droga | marijuana | marijuana sintetica | Albania | Puglia | gommoni |



Commenta l'articolo

 
 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Le continue mutazioni delle droghe sintetiche

Le continue mutazioni delle droghe sintetiche
I laboratori clandestini che producono le droghe sintetiche cambiano continuamente la loro formula per eludere i controlli e permetterne l’ampia diffusione. Sono vendute con nomi come "Ivory Wave" o "Vanilla Sky" e distribuite in confezioni dai colori vivaci. Fino a poco tempo fa le droghe sintetiche venivano vendute legalmente, il loro uso continua ad aumentare e gli effetti sono devastanti quanto tutte le altre droghe. I produttori hanno trovato modi per alterare le formule quanto basta per aggirare le normative sulle droghe. Ci sono così tan (continua)

L’abuso di Ossicodone in Canada

L’abuso di Ossicodone in Canada
Il farmaco OxyNeo sta causando una nuova ondata di abuso di ossicodone in Canada. Il brevetto della casa farmaceutica Purdue sull’Oxycontin (un potente antidolorifico) è recentemente scaduto, il che ha dato il via libera all'ossicodone generico il cui uso si sta ampiamente diffondendo. Nonostante questo, il Ministro della Sanità canadese Leona Aglukkag si è rifiutata di vietare l'oppioide. Il ministro ha dichiarato che non è dovere del ministero scegliere quali farmaci (continua)

I Ministri Volontari di Scientology donano il proprio sangue

I Ministri Volontari di Scientology donano il proprio sangue
In occasione della giornata mondiale del donatore di sangue, i Ministri Volontari di Scientology della Toscana rispondono alla chiamata dell’AVIS Ieri 14 giugno si è celebrata la “Giornata Mondiale del Donatore di Sangue”. I Ministri Volontari della Chiesa di Scientology di Firenze hanno deciso che il modo migliore di celebrarla sarebbe stato proprio quello di donare il sangue, nella speranza che tanti cittadini seguano l’esempio e contribuiscano a questa nobile causa. I volontari della Toscana si sono rivolti all’AVIS di Firenze, (continua)

Adderall: soluzione per passare gli esami, o tossicodipendenza?

Adderall: soluzione per passare gli esami, o tossicodipendenza?
Molti studenti fingono i sintomi dell’ADHD (iperattività e deficit di attenzione) per farsi prescrivere l’Adderall, un anfetamina, allo scopo di sballarsi o rivenderlo. La scuola, l’università possono essere molto stressanti. La pressione degli esami e delle scadenze può risultate eccessiva per alcuni, e a volte fare le ore piccole o passare l’intera notte a studiare può essere necessario per chi cerca di tenere il passo. Gli studenti facevano affidamento sul caffè per rimanere svegli e vigili, ma oggi il termine "stimolante" ha assunto un nuovo significato: (continua)

L’abuso di droga sul posto di lavoro

L’abuso di droga sul posto di lavoro
Nelle aziende l’abuso di droga costituisce un problema serio per imprenditori e colleghi: non solo causa perdite economiche importanti, ma compromette la sicurezza sul lavoro. L'abuso di sostanze non riguarda solo la salute del tossicodipendente, ha anche un verto impatto economico. Infatti, i dipendenti inattivi o improduttivi costringono i datori di lavoro ad affrontare l'abuso di sostanze poiché il problema assume conseguenze finanziarie. I datori di lavoro sempre più spesso si ritrovano tossicodipendenza all’interno della loro impresa. E le conseguenze non so (continua)