Home > Cultura > La giornata della memoria e gli scienziati dell'epoca

La giornata della memoria e gli scienziati dell'epoca

articolo pubblicato da: Scientology Brescia | segnala un abuso

La giornata della memoria e gli scienziati dell'epoca

Il Comitato di Cittadini per i Diritti Umani, Sabato 26 Gennaio, ha celebrato la Giornata della Memoria informando sulla influenza che la psichiatria ebbe nel legittimare una tale brutale "selezione razziale".

Il tavolo informativo
I volontari del CCDU, Comitato di Cittadini per i Diritti Umani, Sabato 26 Gennaio hanno collocato un tavolo informativo, in piazzetta Vescovado, in occasione del Giorno della Memoria. 
In particolare, hanno ricordato ai passanti che il terribile sterminio di 6.000.000 di Ebrei, trovò il suo supporto "scientifico" nelle teorie psichiatriche dell'Eugenetica, la cui etimologia risale ad una parola greca che significa "di buona nascita" (Dizionario Treccani).
In effetti molti cittadini hanno espresso un pieno consenso al messaggio diffuso e troppo spesso dimenticato.

Molti persone si sono soffermate per approfondire il tema. Alcuni hanno accettato di buon grado il DVD "Psichiatria: una industria di morte" dove vi è un capitolo dedicato alla influenza psichiatria sulla giustificazione pseudo scientifica della Shoah. Una coppia lo ha accettato per poterlo utilizzare col figlio appena laureato in medicina ed altri per approfondire il tema degli psicofarmaci utilizzati da un familiare.

Sono stati anche distribuiti 600 opuscoli della serie Psicofarmaci, Antipsicotici, Antidepressivi, Ansiolitici e sedativi. Il CCDU infatti desidera informare la gente sui preoccupanti effetti di queste sostanze che sono sostenute dalla stessa pseudoscienza che arrivò, con la Eugenetica a concepire e realizzare nel periodo del Nazismo una strage silenziosa di singoli individui che avevano la colpa di essere diversi da ciò che loro concepivano come modello, fosse per la religione o per altri aspetti.

Nonostante questa terribile tragedia della storia, durante il processo di Norimberga, solo pochi psichiatri vennero incolpati ed Ernst Rudin se ne poté tornare in Svizzera senza scontare nemmeno un giorno di prigione, così come altri psichiatri poterono tornare a lavorare nelle loro sedi sia in Germania che negli Stati Uniti.
A tutti gli interessati verrà lasciato in dono il DVD "Psichiatria: Un industria di Morte" dove il capitolo 4: "Psichiatria: gli Uomini Dietro l’Olocausto" illustra nei dettagli storici come svi strinse questa tragica collaborazione.

La campagna informativa

Il Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani (CCDU) Onlus, è un'organizzazione di volontariato non a scopo di lucro, finalizzata a investigare e denunciare le violazioni psichiatriche dei diritti umani.
Il CCDU è stato fondato in Italia nel 1979 ed è diventato una Onlus nel 2004. Il Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani (CCDU) Onlus è una organizzazione indipendente ed è collegato ideologicamente al CCHR (Citizen Commission on Human Rights), che ha sede a Los Angeles.
Il CCHR International è stato fondato nel 1969 dalla Chiesa di Scientology e dal Professor Thomas Szasz, professore emerito di psichiatria all'Università di Syracuse, Stato di New York e autore di fama internazionale. A quel tempo le vittime della psichiatria erano una minoranza dimenticata, segregate in condizioni terribili nei manicomi sparsi nel mondo. In seguito a ciò, il CCHR elaborò una dichiarazione dei Diritti Umani sulla Salute Mentale che è diventata la linea guida per le riforme nel campo della salute mentale.
I volontari del CCDU, con questa campagna informativa, si sono ispirati alle parole di L. Ron Hubbard: “un essere è di valore solo nella misura in cui può essere utile agli altri”.
Dal sito della campagna: "ccdu.org" è possibile richiedere un kit informativo gratuito.

 

Informazione | Prevenzione | Scientology | Psicofarmaci | Depressione | Stragi | Follia | Psichiatri | Mente | Psicologia | Trattamento | ADHD | Discalculia | Dislessia | Minori |



Commenta l'articolo

 
 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Ieri...

Stesso autore

Informiamo su LSD perchè i giovani siano preparati

Informiamo su LSD perchè i giovani siano preparati
Alcuni volontari hanno diffuso copie di "La Verità sul LSD" a San Polo a Brescia. L'intento è quello di creare una sempre maggiore conoscenza delle sostanze. La distribuzione di questi opuscoli crea l'occasione di dialogo per molte famiglie, in modo che adolescenti e genitori possano conoscere la storia delle droghe. LSD: una scoperta scientifica che ha fatto solo danni (continua)

Diritti Umani per una base comune fra i popoli

Diritti Umani per una base comune fra i popoli
Sono stati distribuiti a Gargnano, altri 60 libretti che illustrano, in modo semplice, i Diritti Umani sanciti nel 1948 e che costituiscono una base comune e laica fra le diverse popolazioni e culture. I Diritti Umani sono valori universali. I volontari della campagna "Uniti per i Diritti Umani" hanno distribuito, in luoghi ad elevata frequentazione, opuscoli che illustrano i Diritti U (continua)

A Palazzolo c'è informazione sulla marijuana

A Palazzolo c'è informazione sulla marijuana
Distribuiti nel centro commerciale e nella biblioteca di Palazzolo oltre 150 opuscoli "La Verità sulla Marijuana" in modo da rendere disponibili a ragazzi e genitori le informazioni raccolte dai più disparati punti di vista. Libretti "La verità sulla Marijuana" I libretti di "La verità sulla droga" costituiscono una serie che passa in ras (continua)

Troppo Alcol, a Desenzano si fa prevenzione

Troppo Alcol, a Desenzano si fa prevenzione
Anche a Desenzano, come nel resto d'Italia, si abusa troppo spesso di Alcol nella speranza di passare una serata divertente. Per meglio informare sono stati distribuiti 200 opuscoli di prevenzione dal titolo "La Verità sull'Alcol". E' bene che le famiglie ed i ragazzi, siano informati ampiamente su tutto ciò che riguarda questa sostanza utilizzata sempre di più come (continua)

Opuscolo informativo sulla cocaina distribuito a Brescia

Opuscolo informativo sulla cocaina distribuito a Brescia
Spieghiamo le droghe perché è meglio che i ragazzi possano colmare il loro naturale desiderio di saperne a riguardo. Più ne sono informati meno curiosità avranno sul soggetto, togliendo così anche il fascino del misterioso e del nascosto. Diffondiamo l'informazione A Brescia, questa settimana, un volontario di "Mondo libero dalla Droga" ha distribuito (continua)