Home > Pubblica amministrazione > Catania, Piazza Lanza : cinque aggressioni in un mese

Catania, Piazza Lanza : cinque aggressioni in un mese

scritto da: Marianna La Barbera | segnala un abuso

Catania, Piazza Lanza : cinque aggressioni in un mese

Il segretario nazionale della UILPA Polizia Penitenziaria Armando Algozzino : "I responsabili sono detenuti psichiatrici violenti, fenomeno in aumento in tutta Italia"


Ennesima manifestazione di violenza ai danni della Polizia Penitenziaria a  Catania, presso la Casa Circondariale Piazza Lanza.

L'aggressione è avvenuta nella giornata di martedì 23 marzo: un ristretto affetto da disagio mentale ha colpito due poliziotti penitenziari, un sovrintendente e un assistente capo, entrambi finiti in ospedale.

A darne notizia è Armando Algozzino, segretario nazionale della UILPA Polizia Penitenziaria.

"Si tratta del quinto episodio avvenuto nell'arco di un mese nella struttura, oggetto di una vera e propria escalation - spiega l'esponente sindacale - e, ancora una volta, il protagonista è un detenuto psichiatrico: una situazione ingestibile, molto frequente e comune a tanti Istituti penitenziari siciliani e di tutto il Paese".

"La chiusura degli ospedali psichiatrici giudiziari è stata un fallimento e ha creato disagi a tutta l'amministrazione penitenziaria - afferma Algozzino - come testimonia la vicenda di Piazza Lanza:  i detenuti affetti da disagi psichici vengono di norma gestiti negli Istituti, con tutte le difficoltà che ciò comporta, poiché si tratta di una tipologia di ristretti ad alto tasso di violenza, di certo non bene accetta dal resto della popolazione carceraria".

Secondo il segretario nazionale, non a caso, i fatti più efferati vedrebbero quasi sempre protagonisti proprio i detenuti psichiatrici di indole aggressiva e gli immigrati.

 "Occorre che l'amministrazione penitenziaria e il governo lavorino insieme - aggiunge -  per produrre una normativa che cambi lo stato delle cose sia a livello disciplinare che nella programmazione di nuove misure". 

"L'unica soluzione - propone - è una riforma che introduca la creazione di nuovi Istituti ad hoc, specializzati nella gestione dei soggetti affetti da disturbi mentali".

Nello specifico, per quanto riguarda Piazza Lanza, il segretario sottolinea la problematicità della situazione in atto, anche per via dell'esiguità del personale, la cui presenza effettiva in servizio è "falsata" dalle unità impiegate nel Nucleo operativo Traduzioni e Piantonamenti.

Un nuovo piano straordinario di assunzioni immediate - la cui necessità è emersa durante le rivolte avvenute nel 2020, nel pieno dell'emergenza Covid 19 -  rappresenterebbe la soluzione più indicata anche per arginare lo svuotamento degli organici causato dai pensionamenti e dall'impiego di alcune unità presso l'Ospedale militare.

Inoltre, Algozzino indica alcuni correttivi che la direzione e il comandante di reparto, secondo il sindacato, dovrebbero apportare per garantire sicurezza e benessere al personale e agli stessi ristretti.

L'esponente della Uil stigmatizza il comportamento della direzione e dello stesso comandante di reparto della Casa Circondariale catanese in merito "all' immotivato abbassamento delle valutazioni nei giudizi annuali per molti poliziotti penitenziari, seppure in assenza di rapporti disciplinari".

"Le segreterie regionale e territoriale della UILPA Polizia Penitenziaria - aggiunge - mi hanno informato di questa decisione assurda, motivata da un pretesto altrettanto insensato, ovvero stimolare il personale: davvero un modo singolare per gratificare la Polizia Penitenziaria, che ha dato prova di grande resilienza e professionalità durante l'emergenza sanitaria".

"Bisogna attuare un cambio di passo nell'approccio - suggerisce - che coinvolga sia il personale che i carcerati : il primo deve essere incoraggiato e valorizzato anche attraverso l'innalzamento del punteggio nelle classifiche annuali".

"Inoltre - aggiunge - occorre ridare slancio all'interlocuzione e ai rapporti umani".

"Tutti i detenuti che oltraggiano gratuitamente il personale commettono un reato - precisa riferendosi ai fatti di Piazza Lanza - pertanto devono essere denunciati e allontanati immediatamente dall'Istituto : la direzione deve intervenire senza indugio".

"Occorre cambiare metodologia di gestione - sintetizza il segretario - sia nei confronti dei detenuti che nei rapporti con il personale".

"Ma soprattutto - aggiunge - la necessità più impellente è legata a una revisione complessiva del sistema, che metta al centro le istanze del personale".

 "Quest' ultimo - conclude Armando Algozzino - ha bisogno di avvertire la vicinanza e il ruolo attivo dell' amministrazione rispetto ai disagi in atto: si deve non soltanto incrementare il dialogo, ma  anche allentare la stretta psicologica nei riguardi della Polizia Penitenziaria, in preda allo stress e alla tensione, acuiti dall' emergenza sanitaria ancora in corso ".

         

         


Fonte notizia: https://freepressonline.it/2021/03/24/carcere-di-piazza-lanza-ancora-agenti-aggrediti/


Polizia Penitenziaria | UILPA | Catania | Piazza Lanza | Armando Algozzino |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Scandaloso arbitraggio al palanitta di Catania! La partita Catania- Mortellito


AISO, al via il convegno su “Nuovi percorsi per la storia orale e le fonti orali”


Le 10 migliori gioiellerie a Catania


CULTURA DEI RISCHI, PRESENTAZIONE DEL CENTRO DI DOCUMENTAZIONE, RICERCA E STUDIO


INTERMODALITA', FOCUS SU PORTO ETNEO


Corsi Di Meditazione A Catania, Ecco I Migliori


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

AGENZIA ENTRATE SICILIA, UILPA: "A RISCHIO L'EQUILIBRIO PSICO - FISICO DEI LAVORATORI"

AGENZIA ENTRATE SICILIA, UILPA:
A preoccupare il sindacato, inoltre, sono le conseguenze legate alla chiusura e all'accorpamento di alcuni uffici dell' Agenzia ubicati in plessi storici: secondo il segretario generale Alfonso Farruggia, per il personale si tratta di un ulteriore motivo di stress Carichi di lavoro eccessivi e disorganizzazione negli uffici caratterizzano le condizioni in cui operano i dipendenti dell'Agenzia delle Entrate in Sicilia.A sostenerlo è Alfonso Farruggia, segretario generale della Uil Pubblica Amministrazione Sicilia che, in una nota trasmessa al direttore regionale Pasquale Stellacci, chiede un cambio di passo a tutela dei lavoratori.Nella lettera ind (continua)

"PREMIO NIKE DONNE DI SICILIA E MALTA" A CURA DEL ROTARY INTERNATIONAL DISTRETTO 2110, IL 19 GIUGNO A CATANIA LA QUARTA EDIZIONE


Tra i momenti più significativi, la presentazione del libro "Nella buona e nella cattiva sorte", di Marina Di Guardo. L'autrice di romanzi thriller di origini siciliane risponderà alle domande della scrittrice e poetessa Myriam De Luca, tra le donne premiate nell'edizione del 2019 Donne simbolo che si sono distinte nei rispettivi settori di appartenenza: imprenditoria, cultura, arte, musica, sport e volontariato.Sono loro le protagoniste dell'edizione 2021 del "Premio Nike", che si terrà a Catania il prossimo 19 giugno.Un riconoscimento per coloro che, in ambito nazionale e internazionale, hanno svettato per capacità professionali e qualità umane nei ruoli rivestiti.L'event (continua)

RIFORMA EDILIZIA ALL' ARS, IL PRESIDENTE DEI GEOMETRI PALERMITANI CARMELO GAROFALO:

  RIFORMA EDILIZIA ALL' ARS, IL PRESIDENTE DEI GEOMETRI PALERMITANI CARMELO GAROFALO:
Nel capoluogo le pratiche in attesa di esame sono circa ventunomila; in tutta la Sicilia circa sessantamila "Soltanto nella provincia di Palermo, sono ben ventunomila le pratiche di condono pendenti: prima di analizzare eventuali criticità e punti di forza della riforma edilizia, chiediamoci tutti come sia stato possibile accumulare nel tempo un numero così alto di richieste": il presidente provinciale del Collegio dei Geometri e Geometri laureati Carmelo Garofalo interviene sul dibattito in atto (continua)

VIGILI DEL FUOCO, FP CGIL E UILPA PROCLAMANO LO STATO DI AGITAZIONE IN SICILIA

VIGILI DEL FUOCO, FP CGIL E UILPA PROCLAMANO LO STATO DI AGITAZIONE IN SICILIA
Le proteste hanno preso il via ufficialmente lo scorso 26 gennaio. La categoria punta il dito contro l'assenza di relazioni sindacali e la delegittimazione, secondo i sindacati, del ruolo dei rappresentanti dei lavoratori da parte della Direzione In Sicilia ha preso il via la mobilitazione dei Vigili del Fuoco: ad annunciarla sono le sigle Fp Cgil VVF e Uilpa VVF. Lo stato di agitazione, in realtà, era già stato proclamato lo scorso 26 gennaio, per protestare contro l'assenza di relazioni sindacali e "l' atteggiamento della Direzione volto a delegittimare e svilire il ruolo dei rappresentanti dei lavoratori (continua)

Prima edizione del "Tour delle eccellenze di Palermo": la CIDEC consegna una targa a Gloria Ciprì, imprenditrice del centro storico

 Prima edizione del
L'idea porta la firma di Marco Amato, coordinatore generale di FEDERART, l'organismo che, all'interno dell'associazione di categoria, si occupa di valorizzare le realtà culturali, le arti figurative, i talenti letterari, musicali e teatrali locali Premiare le attività economiche e imprenditoriali che, nel tessuto cittadino, svettano per qualità, capacità di mescolare tradizione e innovazione e adattamento alle difficoltà.  É questa la nota caratterizzante della prima edizione del "Tour delle Eccellenze di Palermo" ideato e promosso dalla Confederazione Italiana Esercenti Commercianti Sicilia presieduta da Salvatore Bivona.Nello sp (continua)