Home > Economia e Finanza > Misurare le prestazioni del lavoro da casa: strategie per la gestione dei gruppi misti e ibridi

Misurare le prestazioni del lavoro da casa: strategie per la gestione dei gruppi misti e ibridi

scritto da: Epd | segnala un abuso

Misurare le prestazioni del lavoro da casa: strategie per la gestione dei gruppi misti e ibridi

L’emergenza sanitaria ha gioco forza aumentato vertiginosamente questa tendenza, spesso cogliendo lavoratori e aziende completamente impreparati. Ma non si tratta solo della dotazione informatica; il grosso problema è stato ed è la modalità di gestione dei processi in modalità a distanza o mista, ed in particolare la gestione delle relazioni tra lavoratori e tra lavoratore e manager.


Il telelavoro non è una novità. Lo avevano sperimentato, e poi abbandonato, nella Silicon Valley già sul finire degli anni ’90. Anche prima del Covid, molte aziende, in particolare di servizio, lasciavano a casa almeno un giorno alla settimana parte del proprio personale.

L’emergenza sanitaria ha gioco forza aumentato vertiginosamente questa tendenza, spesso cogliendo lavoratori e aziende completamente impreparati. Ma non si tratta solo della dotazione informatica; il grosso problema è stato ed è la modalità di gestione dei processi in modalità a distanza o mista, ed in particolare la gestione delle relazioni tra lavoratori e tra lavoratore e manager.

Nella maggior parte dei casi l’azienda ha lasciato che il tele-lavoratore definisse un proprio significato di produttività. Ma quello che poteva andare bene in un primo momento di emergenza non è detto che vada bene anche nel lungo periodo.

Un altro problema si solleva in tutti quei casi in cui il dialogo “gestionale” era basato sull’informalità degli incontri casuali in corridoio, al bar interno, alle riunioni svolte per altri argomenti. Manca cioè quella “presa diretta” alla base di molti scambi informativi e formativi all’interno degli uffici.

Questa asetticità dei rapporti mette in risalto la scarsa, ed ora inadeguata, capacità nelle imprese di definire, pianificare, comunicare e misurare gli obiettivi di business.

Quale approccio utilizzare? 

Ne parliamo assieme a Giuseppe Fischetti e Alberto di Martino sul loro portale di Economia prime e dopo.

LEGGI TUTTO


Fonte notizia: https://www.economiaprimaedopo.it/misurare-le-prestazioni-del-lavoro-da-casa-strategie-per-la-gestione-dei-gruppi-misti-e-ibridi-5/


HYBRID TEAM | MISURARE LE PRESTAZIONI | SMART WORKING | TELE LAVORO | ECONOMIA ANTROPOLOGICA |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

HP aiuta le PMI e le startup a migliorare il margine competitivo con nuove migliorie al proprio storage flash di base


Dischi ibridi SSHD


Come acquistare dalla Cina e risparmiare con i gruppi d'acquisto


Viessmann: soluzioni di impianto per la riqualificazione del patrimonio residenziale con Superbonus ed Ecobonus


In Puglia solo lo 0,20% dei veicoli è elettrico


HP amplia il portafoglio di prodotti per lo storage flash con l'array all-flash automatizzato più economico del settore


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Papa Francesco e l’Ecologia integrale

Papa Francesco e l’Ecologia integrale
Papa Francesco e l’Ecologia integrale - L’enciclica che nega la retorica anti liberale e anti mercato così in voga di Flavio Felice Riproponiamo integralmente il recente articolo del Prof. Flavio Felice, docente di Storia delle Dottrine politiche all’Università del Molise, apparso sul Il Foglio del 27 febbraio, sottolineando due passaggi:il primo: “è sempre il retroterra culturale a rappresentare il presupposto e il limite dei nostri sistemi economici” cioè, come ogni teoria demo-etnica-antropologica suggerisce, è il modello s (continua)

Economia prima e dopo - La valorizzazione del Capitale Umano

Economia prima e dopo - La valorizzazione del Capitale Umano
Le competenze interne all'azienda e il suo Know How sono patrimonio unico e distintivo. Alberto di Martino e Giuseppe Fischetti nel portale di Economia prima e dopo affrontano la valorizzazione del capitale umano come patrimonio da inserire in attivo nel bilancio aziendale. “Bisogna impedire che le imprese falliscano perché con esse, si perde spesso Capitale Umano” (Mario Draghi)Il valore di un’impresa oggi non è più solo strutturale, tecnologico, produttivo infatti esso sempre di più viene identificato nelle competenze individuali e aziendali che con il tempo abbiamo formato. Le conoscenze e competenze interne all'azienda, il suo know how sono anch'esse patrimonio. (continua)