Home > Arte e restauro > Maria Barisani custodisce l'antica tradizione dell'arte del ritratto

Maria Barisani custodisce l'antica tradizione dell'arte del ritratto

scritto da: Elenagolliniartblogger | segnala un abuso

Maria Barisani custodisce l'antica tradizione dell'arte del ritratto


Antichissima è la pregevole tradizione che coniuga talento artistico e ritrattistica. Una tradizione, che si è tramandata e perpetrata nel tempo attraversando la storia dell'uomo e in parallelo la storia dell'arte e facendo confluire entrambe in una dimensione eterna ed eterea, sublime e sublimata. La pittura è diventata il medium e lo strumento per cogliere e catturare molteplici ritratti, per renderli unici ed inimitabili, per infondere una sorta di simbolica immortalità perenne a quanto immortalata nelle rievocazioni figurali rappresentate. Il ritratto costituisce un paradigma fondamentale per l'arte universale e rimane sempre attuale, con una valenza intramontabile che non viene scalfita dalle mode e dalle tendenze del momento, ma conserva una posizione privilegiata importante, pressoché intoccabile e inviolabile. Alla luce di queste basilari concezioni, che la storia dell'arte promuove con incalzante ardore la pittrice Maria Barisani può essere a buon conto e a buon diritto annoverata tra gli artisti di ritratto contemporanei, che possiedono tutte le carte in regola per affermarsi ed emergere nel multiforme panorama attuale. A tal riguardo la Dott.ssa Elena Gollini ha espresso alcune considerazioni di approfondimento: “Maria si immerge nella ricerca con impegno volenteroso e trova soggetti inclini e affini al suo sentire intimo e spirituale. Li sceglie e li seleziona ancora prima che essi si palesino in concreto dinanzi alla sua vista, li percepisce con empatica intuizione e ne assimila il loro quid peculiare distintivo, che li rende inconfondibili. Nella sua selettiva digressione Maria compie un viaggio trasversale all'interno del variegato mondo pittorico del ritratto, trae e coglie quanto le serve e quanto più la colpisce e screma con doviziosa perizia. Maria si rende custode di quell'essenza primordiale e primigenia contenuta nella ritrattistica e giunta fino ai nostri giorni e al contempo si rende portavoce di una formula attualizzata, dove la modernità di vedute e di prospettive risponde al meglio alle preferenze dei suoi fruitori. Maria è protagonista essa stessa della sua arte, è presente in ogni ritratto seppur non in modo visibile, ma attraverso la sua spiccata sensibilità interpretativa, che viene finalizzata a ottenere una resa ottimale sempre soddisfacente. Chi si rivolge a Maria per un ritratto su committenza troverà un plus valore aggiunto di grande portata nel suo operato creativo, che consiste proprio nella capacità innata di saper estrapolare l'essenziale dal passato e riportarlo nel presente arricchendolo con una commistione di elementi e componenti, che aumentano e accentuano ancora di più l'eccellente profusione scenica”.


Fonte notizia: https://www.elenagolliniartblogger.com/maria-barisani/


maria barisani | barisani | michela | artista | arte | art | artist | torino | piemonte | italia | italy | pastello | disegno | pastelmat | italian | opere | opera | artworks | exhibition | mostra |



Commenta l'articolo

 
 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Davide Quaglietta: ricerca cromatica e ricerca semantica

Davide Quaglietta: ricerca cromatica e ricerca semantica
 “Nello scandaglio relativo alla mimesi formale e sostanziale della pittura di Davide Quaglietta si può distintamente discernere una sequenzialità di ricerca attenta e scrupolosa, che da una parte si incentra e si orienta all'elemento cromatico e alla profusione tonale e dall'altra parte si canalizza e di focalizza sulla dimensione semantica e sul registro linguistico sempre mirato ad ho (continua)

La pittura evanescente e trascendente di Federico Marchioro

La pittura evanescente e trascendente di Federico Marchioro
 “Si tratta di una pittura, che individua e definisce nel flusso cromatico sfumato e nei giochi chiaroscurali intensamente miscelati un'evanescenza speciale e sui generis, che funge da cornice di contorno per enfatizzare la struttura costitutiva e la palingenesi sostanziale dell'impianto narrativo”. La Dott.ssa Elena Gollini spiega e approfondisce la sintesi pittorica informale di Federi (continua)

Daniel Mannini: vitalità interiore e dinamismo vigoroso

Daniel Mannini: vitalità interiore e dinamismo vigoroso
 Daniel Mannini è un talentuoso esponente emergente della pittura di matrice astratto-informale, che dimostra una virtuosa potenzialità espressiva e comunicativa. A tal riguardo, la Dott.ssa Elena Gollini che si occupa della curatela promozionale di Mannini ha messo in luce dei punti nevralgici di rilievo. In particolare ha rimarcato: “Daniel è già dotato di innate risorse artistiche, ch (continua)

È online la mostra “Metamorfosi cromatica” di Rosanna Piervittori

È online la mostra “Metamorfosi cromatica” di Rosanna Piervittori
 È stata ufficialmente pubblicata online la mostra pittorica di Rosanna Piervittori dal titolo volutamente molto allusivo “Metamorfosi cromatica” per delineare l'importanza, che riveste la componente del colore all'interno della vibrante e pulsante sfera creativa, che anima e accende l'ispirazione artistica della talentuosa pittrice contemporanea. L'esposizione curata dalla Dott.ssa Ele (continua)

Alessandro Bassani: fotografia di passione e di vocazione

Alessandro Bassani: fotografia di passione e di vocazione
All'interno del vasto e variegato comparto nel quale si sviluppa e si evolve la moderna arte fotografica contemporanea, certamente Alessandro Bassani si sta ben muovendo con un percorso che resta volutamente al di fuori degli schemi dottrinali convenzionali e cerca invece degli sbocchi alternativi, molto validi e molto attuali all'interno dello sfaccettato campo applicativo della Mobile Phon (continua)