Home > Primo Piano > Sabrina Zuccalà: nanotecnologia italiana per la tutela del patrimonio culturale

Sabrina Zuccalà: nanotecnologia italiana per la tutela del patrimonio culturale

scritto da: Kaarmarino61 | segnala un abuso

Sabrina Zuccalà: nanotecnologia italiana per la tutela del patrimonio culturale

L'Italia all'avanguardia della tutela del patrimonio culturale attraverso le nanotecnologie


Il continuo interesse per la ricerca, l'innovazione e lo sviluppo di nuove tecnologie, coniugato con responsabilità, rischio, merito ed etica, ha portato Sabrina Zuccalà a creare un'azienda in assoluto unica ed esclusiva, oggi eccellenza italiana e internazionale, proiettata verso il futuro: la 4Ward360.

Colmare il divario tecnologico tra la ricerca scientifica e l’ingegneria applicata è quello che ha fatto l’imprenditrice italiana considerata, a livello internazionale, all’avanguardia nel campo delle nanotecnologie.

La nanotecnologia è l’insieme di metodi e tecniche per la manipolazione della materia su scala atomo-molecolare ed ha l’obbiettivo di realizzare prodotti e processi totalmente nuovi che durano nei secoli.

Il primo riferimento alla nanotecnologia risale al discorso tenuto da Richard Feynman nel 1959 mente il termine nanotecnologia fu coniato nel 1986 da Kim Eric Drexler, che definì la sua scienza: “Una tecnologia a livello molecolare che ci permetterà di porre ogni atomo dove vogliamo che esso venga posizionato”.

Oggi l’azienda di Sabrina Zuccalà progetta di applicare le tecniche conservative messe a disposizione dalla nanotecnologia alla tutela e alla conservazione del patrimonio culturale italiano, rimanendo saldamente nell’ambito di quanto recita l’articolo 9 della Costituzione della Repubblica, inserito nei primi 10 articoli che ne costituiscono i principi fondamentali.

La Repubblica Italiana, infatti, sancisce, tra i suoi principi legislativi, che i beni culturali e ambientali costituiscono il patrimonio culturale italiano, definito anche patrimonio storico artistico. I beni culturali sono, quindi, identificati come un patrimonio nazionale e vanno considerati come eredità culturale intangibile nella cui tutela, conservazione e valorizzazione, le tre azioni fondamentali che guidano una corretta gestione dei beni culturali, l’utilizzo della nanotecnologia si inserisce a pieno titolo.

Conservare la materia di cui sono fatte ville, abbazie, castelli, altri luoghi e opere d’arte per sempre. Questo è reso possibile oggi dall’azienda di Sabrina Zuccalà che detiene uno dei quattro brevetti a livello mondiale di applicazione delle nanotecnologie. Grazie a una donna, capace e amante dell’innovazione, l’Italia ha la possibilità di essere protagonista, a livello globale, della conservazione del proprio patrimonio culturale e di quello di altri paesi.

 


Fonte notizia: https://www.4ward360.com/




Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Recovery Plan: le nuove misure per rilanciare il settore turistico e culturale


È online la mostra pittorica “L'energia cosmica nell'arte di Sabrina Veronese”


CONCORSO INTERNAZIONALE DI POESIA "LA MIA TERRA


“Alberto Sordi segreto” - il primo libro sulla vita privata del grande attore scritto dal cugino Igor Righetti


"Ali" è il nuovo emozionante singolo emo rap di EsseNziale


Il negozio Atelier Dream Sposa di Roma vince nuovamente il Wedding Award


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Poesie all'angolo della strada di Carlo Marino

Poesie all'angolo della strada di Carlo Marino
Il nuovo libro di Carlo Marino La poetessa Sonia Giovannetti ha presentato e recensito il volume di poesie di Carlo Marino: “Poesie all’angolo della strada”, di recente pubblicato e in vendita on line sui principali siti  editoriali https://www.mondadoristore.it/Poesie-all-angolo-della-strada-Carlo-Marino/eai979122032424/ svelando i tratti di un autore che sta suscitando interesse sempre crescente.https://www.nuovopanor (continua)

LA REGINA DELLE NEVI IN DIRETTA STREAMING

LA REGINA DELLE NEVI IN DIRETTA STREAMING
Il 16 gennaio alle ore 17 va in streaming la messa in scena dello spettacolo La regina delle nevi, tratto dalla favola di Andersen e Schwarz, che replica a grande richiesta. Dal 16 gennaio ha avvio il nuovo progetto curato da Valeria Freiberg: "Le Fiabe della nostra infanzia". In programma due appuntamenti mensili fra teatro, letteratura, musica e gioco. Gli eventi si svolgeranno in diretta streaming sulla piattaforma virtuale Zoom, protagonisti gli attori ed i musicisti della Compagnia Teatro A / Associazione Ariadne.  La pièce torna ad essere allestita dopo il successo delle prime due date proiettate durante il periodo natalizio. Lo spettacolo è diretto da Valeria Freiberg. La Regina delle nevi racconta un viaggio, inteso non solo come l’esperienza che la bambina di nome Gherda compie alla ricerca dell’amico Kay, ma anche come percorso interiore, di crescita e costruzione della propria identità: un c (continua)

Azerbaigian e ICESCO discutono nuove prospettive di cooperazione

Azerbaigian e ICESCO discutono nuove prospettive di cooperazione
Il Ministro della Cultura dell'Azerbaigian Anar Karimov Il Ministro della Cultura dell'Azerbaigian Anar Karimov ha incontrato il Direttore Generale dell' Organizzazione del Mondo Islamico per l’Educazione, le Scienze e la Cultura (ICESCO) Salim bin Mohammed AlMalik nella capitale Baku per discutere lo stato attuale e le prospettive di cooperazione tra il paese e l'organizzazione operante nell’ambito dell’Organizzazione di Cooperazione Islamica (OI (continua)

Carlo Marino insignito dell'Ordine

Carlo Marino insignito dell'Ordine
Il Consiglio nazionale dei Karapapaks turchi dell'Ucraina omaggia un giornalista italiano       «Oggi, il presidente del Consiglio nazionale dei Karapapaks turchi dell'Ucraina  Dashgin Gulmamedov ha assegnato l’onoreficenza "Per Meriti Eccezionali" ad un cittadino italiano, personaggio pubblico e giornalista internazionale, Fellow della Reale Società Аsiatica di Gran Bretagna e Irlanda - Carlo Marino », ha annunciato il Segretario Generale del Consig (continua)

Carlo Marino insignito dell'Ordine

Carlo Marino insignito dell'Ordine
Il Consiglio nazionale dei Karapapaks turchi dell'Ucraina omaggia un giornalista italiano       «Oggi, il presidente del Consiglio nazionale dei Karapapaks turchi dell'Ucraina  Dashgin Gulmamedov ha assegnato l’onoreficenza "Per Meriti Eccezionali" ad un cittadino italiano, personaggio pubblico e giornalista internazionale, Fellow della Reale Società Аsiatica di Gran Bretagna e Irlanda - Carlo Marino », ha annunciato il Segretario Generale del Consig (continua)