Home > Economia e Finanza > procedure cautelari ed esecutive

procedure cautelari ed esecutive

scritto da: Agenzia Riscossioni Esattoria | segnala un abuso

procedure cautelari ed esecutive

Le procedure cautelari sono attivate per legge, alla scadenza della notifica della cartella, a garanzia delle somme iscritte a ruolo dagli Enti impositori. In particolare, il fermo amministrativo è l’atto con cui si dispone il blocco dei veicoli intestati al debitore. In un primo momento il contribuente riceve la comunicazione di preavviso di fermo amministrativo.


Le procedure cautelari sono attivate per legge, alla scadenza della notifica della cartella, a garanzia delle somme iscritte a ruolo dagli Enti impositori. In particolare, il fermo amministrativo è l’atto con cui si dispone il blocco dei veicoli intestati al debitore. In un primo momento il contribuente riceve la comunicazione di preavviso di fermo amministrativo.

 

Con questo atto l’interessato è invitato a mettersi in regola nei successivi 30 giorni e informato che, in caso di mancato pagamento, si procederà all’iscrizione del fermo amministrativo sul veicolo corrispondente alla targa indicata. Il fermo non viene iscritto se il debitore dimostra, entro i 30 giorni, che il bene mobile è strumentale all’attività svolta dall’impresa o per la professione esercitata dal proprietario del veicolo (Dl n. 69 del 2013). Trascorsi 30 giorni dalla notifica del preavviso di fermo amministrativo, senza che il contribuente abbia dato seguito al pagamento oppure alla rateizzazione di quanto richiesto o in mancanza di provvedimenti quali sgravio o sospensione, si procede con l’iscrizione del fermo amministrativo al Pubblico Registro Automobilistico (PRA). La cancellazione del fermo può essere effettuata al saldo del debito o, in caso di rateazione, contestualmente al pagamento della prima rata, consegnando al PRA la liberatoria rilasciata dall’ente impositore. Nel caso in cui il contribuente e proprietario del veicolo, non proceda al pagamento di quanto richiesto il mezzo potrà essere pignorato e venduto all’asta. L’ipoteca immobiliare, invece, è l’atto che Agenzia delle Riscossioni iscrive presso la Conservatoria a garanzia del credito degli Enti impositori. L’ipoteca sugli immobili può essere iscritta, sempre previa comunicazione scritta e per debiti complessivamente non inferiori a 20 mila euro, indirizzata al contribuente (c.d. comunicazione di preavviso di iscrizione d’ipoteca), con la quale lo si invita a pagare le somme dovute entro 30 giorni. Trascorso il termine senza che il contribuente abbia dato seguito alla rateizzazione o al pagamento di quanto richiesto o in mancanza di provvedimenti quali sgravio o sospensione, si procede con l’iscrizione dell’ipoteca. La cancellazione dell’ipoteca avviene, senza aggravio di ulteriori spese per il contribuente, contestualmente al saldo del debito; quindi, in caso di rateazione con il pagamento dell’ultima rata. Dopo l’iscrizione di ipoteca, se il debito rimane insoluto o non rateizzato oppure non è oggetto di provvedimento di sgravio o sospensione, se il bene rientra nelle condizioni previste dalla legge, Agenzia delle Riscossioni potrà procedere al pignoramento e alla vendita dell’immobile.

 

Le procedure esecutive per legge, invece, sono attivate, dopo gli atti previsti dalle procedure cautelari, per il recupero delle somme iscritte a ruolo dagli Enti impositori. Le procedure prevedono il pignoramento di somme, e il pignoramento e la vendita dei beni mobili e immobili. Prima dell’avvio effettivo delle procedure di espropriazione forzata, si procede con la notifica degli avvisi di intimazione, inviati per cartelle consegnate almeno un anno prima e per le quali non sono state attivate altre procedure. L’avviso di intimazione concede al contribuente 5 giorni di tempo (ovvero il maggior tempo previsti dalle singole disposizioni di legge in base alle quali si opera) per pagare o rateizzare oppure, per i casi previsti, chiedere la sospensione della riscossione. L’avviso perde efficacia trascorsi 180 giorni dalla data di notifica ma può essere rinnovato.

www.esattoriariscossioni.it

 

procedura | pignoramento | agenziariscossioniesattoria | esattoria | riscossione | esecuzione | esecuzionecoatta | recuperocrediti |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

CORSO AZIONI ESECUTIVE Presupposti, limiti, interferenza con le procedure concorsuali e trattamento fiscale delle vendite


“INCONSAPEVOLE” E' IL SINGOLO ESTRATTO DALL'OPERA PRIMA DEI DOGMA “SOSPESI”


“SOSPESI”: L'OPERA PRIMA DEI DOGMA CHE RIASSUME buona parte delle più importanti e suggestive sonorità del british rock degli ultimi quindici anni, con ammiccamenti alla melodia italiana


Alfredo Romeo: Assolto dalla Cassazione - Caso Consip prove basate sul nulla -


Alfredo Romeo: La Cassazione rende nulli tutti i provvedimenti | Romeo Gestioni


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Cessione del credito: oltre 300 miliardi le sofferenze degli Istituti di Credito

Cessione del credito: oltre 300 miliardi le sofferenze degli Istituti di Credito
I crediti bancari insoluti sono come i gatti: hanno sette vite! La prima finisce quando il cliente smette di pagare la banca, le altre cominciano con le cessioni del credito e, contrariamente a quel che si potrebbe pensare, in quei debiti insoluti c’è un valore inespresso che sta a chi li ha comprati saperlo tirare fuori( Le sofferenze degli Istituti di credito hanno sette vite come i gatti!L’incremento di nuovi flussi di Npe, nel prossimo anno è misurabile in 60-100 miliardi di euro, con impatti particolarmente rilevanti su Utp (inadempienze probabili) e Npl (crediti deteriorati). Tuttavia, sin dallo scoppio della crisi finanziaria risalente all’anno 2008, lo stock e l’evoluzione dei crediti non performanti de (continua)

agenzia riscossioni esattoria

agenzia riscossioni esattoria
Agenzia Riscossioni Esattoria La professionalità e l’esperienza che contraddistinguono le attività di Agenzia Riscossioni Esattoria permettono, inoltre, di non pregiudicare eventuali futuri  rapporti tra l'azienda e il cliente inadempiente.Infatti, Agenzia Riscossioni Esattoria si propone non come mero esattore del  credito, ma come tramite dal contemperamento degli opposti interessi, si ottiene  il ma (continua)

il credito insoluto

il credito insoluto
crediti insoluti Agenzia Riscossioni Esattoria Roma Il credito insoluto è sempre dietro l'angoloAgenzia Riscossioni Esattoriawww.esattoriariscossioni.itAgenzia Riscossioni Esattoria gestione crediti insoluti sull'intero territorio nazionale.Attività svolta a favore di Enti pubblici e privati, società industriali e finanziarie.Contatto Telefonico curato da Consulenti Legali esperti nel settore, sollecitando l’Utente debitore al pagamento spontaneo o (continua)

Agenzia Riscossioni Esattoria Credti inesigibili Pubbliche amministrazioni

Agenzia Riscossioni Esattoria Credti inesigibili Pubbliche amministrazioni
I crediti insoluti delle Pubbliche Amministrazioni Agenzia Riscossioni Esattoria da anni impegnata sul fronte “patrimoniale” delle Pubbliche Amministrazioni, vanta una consolidata esperienza nella gestione dei crediti insoluti e inesigibili. Ancor prima di attivare le ordinarie procedure di riscossione coattiva, un intervento mirato (pre-ruolo) può immediatamente concretizzare le aspettative dell'Ente ottenendo in tempi rapidi ottimi ris (continua)

diamo valore al tuo credito

diamo valore al tuo credito
Diamo valore al tuo credito  Prima di attivare le procedure previste dalla legge per la riscossione coattiva delle somme non pagate, Agenzia Riscossioni Esattoria invia al debitore una serie di comunicazioni anche interruttive dei termini di prescrizione, proprio per evitare di ricorrere alle misure di recupero forzoso:Il Sollecito o la Diffida, sono stati introdotti allo scopo di instaurare un clima (continua)