Home > Arte e restauro > Rosanna Piervittori: una pittura di partecipazione e compartecipazione

Rosanna Piervittori: una pittura di partecipazione e compartecipazione

scritto da: Elenagolliniartblogger | segnala un abuso

Rosanna Piervittori: una pittura di partecipazione e compartecipazione


Quando la pittura è davvero frutto di una motivazione convinta e di un'ispirazione assoluta e purissima, si traduce in una vocazione potente e incisiva, che va ben oltre l'afflato superficiale e marginale e si addentra in un contatto vivo e intenso, che diventa solido e radicato e si protrae nel tempo, funge da collante inscindibile e indissolubile tra l'artista e lo spettatore. Sulla scia di questa straordinaria portata si colloca l'arte pittorica di Rosanna Piervittori artefice di una formula rappresentativa, che cattura e conquista lo sguardo fruitivo e lo conduce dentro la variegata tessitura scenica, un crogiolo di intrecci suggestivi e visionari dai quali si origina e si accende una consapevole volontà di partecipazione e compartecipazione da parte dello spettatore. La Dott.ssa Elena Gollini ha espresso al riguardo una serie di argomentazioni riflessive. In particolare ha voluto evidenziare: “In una fase sociale, dove l'arte purtroppo viene spesso distrattamente accantonata e anche ingiustamente svilita e bistrattata, la produzione realizzata amorevolmente da Rosanna è senza dubbio un simbolico vessillo di qualità formale e sostanziale in perfetta declinazione e impeccabile armonia. Rosanna accoglie con cura premurosa gli stimoli e i richiami provenienti dall'esterno e li indirizza con soggettiva rivisitazione dentro gli anfratti delle composizioni, ne studia la collocazione efficace e funzionale, ne dirige l'orientamento più permeante e coinvolgente. Ecco allora che da ogni visione prende vita una dimensione parallela insita e sottesa, dove significati subliminali e metafore cifrate sono utilizzati per innervare un codice allusivo sotteso, che va recepito e assaporato cum grano salis, attraverso un lucido ragionamento riflessivo e un'osservazione attenta e scrupolosa. La partecipazione accorata di Rosanna deve dunque essere accolta e corrisposta tramite la compartecipazione sentita del fruitore, in un rapporto di virtuale coesione e di stretta connessione mentale ed emotiva. Questa rispondenza reciproca e vicendevole alla quale Rosanna propende è da subito ravvisabile nella sua forma mentis e nel suo modus pensandi e viene resa tangibile e visibile mediante spunti precisi collocati e impressi nelle sue sintesi espressive. Partecipazione e compartecipazione devono essere spontanee e autentiche e devono potersi plasmare insieme, formare un flusso unitario e omogeneo a livello sinergico, affinché ci sia un contatto naturale e non forzato. Chi si avvicina all'arte di Rosanna deve essere propenso a non limitarsi a guardare tanto per, ma a diventare parte attiva, a dimostrare uno spirito di condivisione e di comunione. Soltanto così potrà davvero entrare nella sua sfera essenziale evocativa. La sua capacità artistica va compresa in tutta la sua pienezza e compiutezza, proprio seguendo quel tracciato di partecipazione e compartecipazione, che Rosanna delinea e indica mostrandosi nella sua viscerale dedizione”.


Fonte notizia: https://www.elenagolliniartblogger.com/rosanna-piervittori/


Rosanna piervittori | piervittori | opere | opera | torino | piemonte | mostre | mostre | exhibition | arte | artista | natura | naturalistici | elena gollini | gollini | artwork |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Psicologa Rosanna Movizzo


La dimensione fiabesca nella pittura di Rosanna Piervittori


Rosanna Piervittori: effusioni poetico-pittoriche


Rosanna Piervittori: concettualismo pittorico visionario


"Domenica In " - Mara Venier e Gianni Boncompagni i più amati della fortunata trasmissione. Lo dice il Web!


Rosanna Piervittori: una pittura al di là del visibile


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Cecilia Martin Birsa: arte scultorea contemplativa e riflessiva

Cecilia Martin Birsa: arte scultorea contemplativa e riflessiva
Nell'attuale panorama della moderna arte scultorea, senza dubbio l'artista Cecilia Martin Birsa merita di essere positivamente considerata anche per la stimolante prospettiva a livello contemplativo e a livello riflessivo, che la sua produzione genera e alimenta fin dal primo sguardo. Di recente la Martin Birsa è stata intervistata da Radio Canale Italia e ha raccontato alcuni aspetti caratt (continua)

Davide Quaglietta: quando l'arte diventa socialmente rilevante

Davide Quaglietta: quando l'arte diventa socialmente rilevante
 Assistiamo purtroppo all'incalzante e incessante mutamento ambientale e climatico, provocato dai gravi danni all'ecosistema. Questa situazione incostante e in continuo aggravamento ci rende impotenti dinanzi ad una catastrofe planetaria, nonostante la colpa dell'uomo sia tra le principali cause di questa devastazione generale. Tra i segnali più eclatanti, che si stanno palesando in modo (continua)

Federico Marchioro: suggestione visionaria empatica

Federico Marchioro: suggestione visionaria empatica
 “L'approccio approfondito e attento alla produzione pittorica di Federico Marchioro suggerisce immediatamente nel fruitore una dimensione di suggestione visionaria a livello empatico, che attira e attrae la sfera sensibile e si riflette nel coinvolgimento globale”. La Dott.ssa Elena Gollini spiega così l'importanza della componente empatica all'interno del variegato corollario espressiv (continua)

Daniel Mannini: progettualità informale e resa accattivante

Daniel Mannini: progettualità informale e resa accattivante
 “All'interno del multiforme e variegato palcoscenico espressivo dell'arte contemporanea le formule comunicative attuali si lasciano spesso affossare da dinamiche applicative già preconfigurate e già preordinate a monte e non lasciano emergere quella creatività di ispirazione informale, precludendo la resa accattivante, libera e spontanea della narrazione scenica e compositiva. A fronte (continua)

Alessandro Rinaldoni è in mostra online con la sua ricercata “Energia poetica”

Alessandro Rinaldoni è in mostra online con la sua ricercata “Energia poetica”
 È stata inserita ufficialmente nel circuito selezionato con la curatela della Dott.ssa Elena Gollini la mostra online di Alessandro Rinaldoni, che raccoglie una significativa produzione di interessante prospettiva. La mostra s'intitola in modo simbolicamente rievocativo “Energia poetica” per evidenziare ed enfatizzare la sfera aulica e poetica, che è insita nella comunicazione espressiv (continua)