Home > Economia e Finanza > Cosa fa un bravo consulente finanziario?

Cosa fa un bravo consulente finanziario?

scritto da: 4passinellafinanza | segnala un abuso

Cosa fa un bravo consulente finanziario?

Quando si parla di investimenti e risparmio la scelta migliore è chiedere consiglio ad un vero esperto di queste tematiche: qualcuno che abbia una preparazione puntuale in ambito finanziario, che conosca la terminologia e che sappia consigliare nel modo più adeguato chi non è esperto in materia. Il professionista che possiede tali caratteristiche è quello del consulente finanziario.


Quando si parla di investimenti e risparmio la scelta migliore è chiedere consiglio ad un vero esperto di queste tematiche: qualcuno che abbia una preparazione puntuale in ambito finanziario, che conosca la terminologia e che sappia consigliare nel modo più adeguato chi non è esperto in materia. Il professionista che possiede tali caratteristiche è quello del consulente finanziario.

Il consulente finanziario è colui che aiuta il proprio cliente nel gestire il patrimonio e i risparmi attuali e prospettici, con lo scopo di garantirgli il benessere economico e un futuro sereno, tramite la realizzazione di un piano finanziario.

Egli è un vero esperto dei mercati e, proprio grazie alle sue competenze, può suggerire le soluzioni migliori che possano soddisfare al meglio i bisogni e le esigenze dei risparmiatori.

 COSA FA IL CONSULENTE FINANZIARIO E QUALI SONO LE SUE MANSIONI?

Per supportare al meglio chi si affida alla sua esperienza, il consulente finanziario è solito incontrare i suoi clienti in modo da identificare le loro esigenze e gli obiettivi da porre nel breve e lungo termine: solo così la consulenza è efficace!

Ma cosa fa il consulente finanziario precisamente?

Tra le mansioni principali di un consulente finanziario si possono trovare:

  • lo svolgimento un’analisi accurata della situazione del suo cliente, dal punto di vista economico e fiscale, per comprenderne i bisogni presenti e futuri;
  • lo studio delle alternative presenti sul mercatocome investimenti e piani di risparmio;
  • un supporto costante al cliente, che spesso può avere domande e dubbi;
  • la proposta di una pianificazione finanziaria personalizzata, che meglio si adatti ai bisogni del cliente;
  • la gestione della documentazionee degli incartamenti burocratici e amministrativi correlati;
  • il monitoraggio e l’aggiornamento sulla condizione del cliente, al fine di ottimizzare le azioni svolte;
  • la formazione continua per essere sempre aggiornato sulle normative che regolano lo svolgimento della sua attività;
  • il costante aggiornamentosull’andamento del mercato, grazie all’ascolto e allo studio dei media specializzati e degli esperti del settore.

Il primo passo, quindi, è quello di accompagnare il cliente nell’identificare i propri obiettivi, perché solo sulla base di questi è possibile costruire un piano.

Col tempo si impara a conoscersi e il BRAVO CONSULENTE diventa un punto di riferimento per ogni scelta importante della propria vita, un vero e proprio confidente sempre a disposizione per le esigenze del cliente.

In questo articolo ho cercato di riassumere il mio lavoro e l’importanza che si cela dietro tale figura. La verità è che ad oggi non si può fare a meno della consulenza. Essa deve essere di qualità ed è indispensabile per la tutela dell’investitore.

Vuoi dare valore ai tuoi investimenti? Benissimo, sei nel posto giusto, ora non devi fare altro che contattarmi. Sono qui per te!

 

Fabrizio Oliva,

Autore del blog e consulente finanziario.


Fonte notizia: https://www.4passinellafinanza.it/educazione-finanziaria/cosa-fa-un-bravo-consulente-finanziario/




Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Come scegliere il miglior consulente Amazon


Il consulente finanziario: professionista indispensabile a cui rivolgersi


SIGEP 2017: BRAVO FESTEGGIA I 50 ANNI


I Vantaggi Che Potrebbe Fornirti Un Consulente Per Vendere Su Amazon:


Cosa Cercare In Un Consulente Per Le Vendite Su Amazon


Consulente finanziario vs Bancario


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Investire con successo: l’importanza della pazienza

Investire con successo: l’importanza della pazienza
“La pazienza è la virtù dei forti.” Ripetiamo questo detto in numerose occasioni della nostra vita quotidiana e la maggior parte delle volte corrisponde alla realtà dei fatti. Nonostante ognuno di noi abbia le sue credenze, la verità è che trovarsi d’accordo con ciò che abbiamo appena detto non è poi tanto difficile. Tuttavia, mantenere la pazienza nei momenti critici è una attitudine che non tutti posseggono, ma essere pazienti è essenziale nella vita, e questo vale anche per quanto riguarda le scelte di investimento. A tal proposito, oggi voglio dedicare questo nuovo articolo del blog ad un argomento molto interessante per gli investitori, spiegando perché è importante adottare un atteggiamento paziente quando si investe senza farsi prendere dall’impulsività appena si verifica un evento negativo.3 consigli per allenare la pazienza negli investimentiDi seguito ho individuato 3 consigli da seguire (continua)

La diversificazione: un consiglio per migliorare i tuoi investimenti

La diversificazione: un consiglio per migliorare i tuoi investimenti
La diversificazione del portafoglio è la tecnica con la quale ci si pone l’obiettivo di minimizzare al massimo i rischi connessi all’investimento. Tale tecnica, quindi, è utilizzata sia per la gestione del rischio, sia per l’ottimizzazione dell’investimento. La diversificazioneLa diversificazione del portafoglio è la tecnica con la quale ci si pone l’obiettivo di minimizzare al massimo i rischi connessi all’investimento. Tale tecnica, quindi, è utilizzata sia per la gestione del rischio, sia per l’ottimizzazione dell’investimento.Per diversificare il portafoglio si possono adottare varie strategie, che per la maggior parte consistono nel&nbs (continua)

Tutto ciò che devi sapere prima di investire

Tutto ciò che devi sapere prima di investire
Prima di fare qualsiasi tipologia di investimento è fondamentale definire quali sono i propri obiettivi finanziari, i quali derivano dalle esigenze future di spesa e dalla capacità di risparmio. La definizione degli obiettivi finanziariPrima di fare qualsiasi tipologia di investimento è fondamentale definire quali sono i propri obiettivi finanziari, i quali derivano dalle esigenze future di spesa e dalla capacità di risparmio.Nella definizione degli obiettivi bisogna valutare:quanto si può investire;quando si potrà aver bisogno del denaro investito (cioè l’orizzon (continua)

Il consulente finanziario e la gestione delle emozioni

Il consulente finanziario e la gestione delle emozioni
Nell’immaginario collettivo, quello finanziario è un mondo in cui la razionalità regna sovrana, un ambiente dominato da algoritmi e formule matematiche, dove c’è ben poco spazio per l’emotività. Nella realtà, è facile riconoscere come i comportamenti di chi investe siano guidati più da fattori psicologici che dalla razionalità. E proprio a causa dell’emotività, il buon esito dell’investimento viene a volte disatteso. I Bias: le trappole degli investitori e il ruolo del consulente Nell’immaginario collettivo, quello finanziario è un mondo in cui la razionalità regna sovrana, un ambiente dominato da algoritmi e formule matematiche, dove c’è ben poco spazio per l’emotività. Nella realtà, è facile riconoscere come i comportamenti di chi investe siano guidati più da fattori psicologici che dalla razionalità. E (continua)

Consulente finanziario e cliente: l’importanza della relazione

Consulente finanziario e cliente: l’importanza della relazione
Spesso si sente dire la seguente frase: “devi rivolgerti a un consulente finanziario”. Ma chi è il consulente finanziario? Come si riconosce? La finanza non si può improvvisare Spesso si sente dire la seguente frase: “devi rivolgerti a un consulente finanziario”. Ma chi è il consulente finanziario? Come si riconosce?La risposta nel nuovo contesto normativo MIFID è abbastanza articolata. Innanzitutto, una buona notizia per il risparmiatore: la nuova legge europea, attuata anche in Italia, definisce l’attività di consulenza come un v (continua)