Home > Cultura > Massimo Paracchini espone a New York alla Galleria "White Space Chelsea"

Massimo Paracchini espone a New York alla Galleria "White Space Chelsea"

scritto da: Maxpara | segnala un abuso

Massimo Paracchini espone a New York alla Galleria

Massimo Paracchini, dopo aver conseguito per meriti artistici “Il Premio Internazionale Città di New York”, prestigioso riconoscimento conferitogli da Art Now di Palermo per aver valorizzato l’arte e la creatività italiana, presenterà in video esposizione presso la Galleria “White Space Chelsea” (555 W 25th St, 10001 New York, NY ) dal 31 agosto al 3 settembre 2021 un’opera selezionata con relativa quotazione che è stata pubblicata anche sul libro ufficiale dell’evento d’arte “Artista a New York” a cura di Art Now e la pubblicazione di altre due sue opere in cinque cataloghi personalizzati con testo biografico Il Vernissage sarà il giorno 2 settembre dalle ore 18,00 alle 20,00.


Massimo Paracchini, dopo aver conseguito per meriti artistici “Il Premio Internazionale  Città  di  New York”, prestigioso riconoscimento conferitogli da Art Now  di Palermo per aver valorizzato l’arte e la creatività italiana, presenterà in video esposizione presso la Galleria “White Space Chelsea” (555 W 25th St, 10001 New York, NY ) dal 31 agosto al 3 settembre 2021  un’opera selezionata con relativa quotazione che è stata pubblicata anche sul libro ufficiale dell’evento d’arte “Artista a New York” a cura di Art Now e la pubblicazione di altre due sue opere in cinque cataloghi personalizzati con testo biografico Il Vernissage sarà il giorno 2 settembre  dalle ore 18,00 alle 20,00.

Tutte le opere, sia quella in videoesposizione sia quelle pubblicate sul catalogo, sono state realizzate con la nuova tecnica inventata da Paracchini, denominata “Tridimensional Painting” o “Volumetrix Painting”, in cui l’artista si è appropriato della terza dimensione creando delle vere pittosculture, cioè nuove forme astratte e informali di pura energia fluente e vibrante in eterno movimento evolutivo, con torsioni dinamiche della tela generate a volte da un punto centrale, l’atomo – vortice, in modo che volume e colore puro si fondessero, creando nuovi rapporti tra  forma e spazio, ombra e luce; sono realizzazioni in cui  vi un’alternanza di pieni e di vuoti, di buio e di luce, di piani e di volumi, modulati sulle vibrazioni più interiori dell’anima che si nutrono d’infinito o che sono frutto della ricerca di un equilibrio tra kaos primigenio e cosmo ordinato, tra creazione e distruzione, dove la tela stessa diventa protagonista e mezzo di comunicazione, in cui vengono coniugate allo stesso tempo pittura e scultura  collegati con il pensiero, l’inconscio e l’anima, che riescono  quasi a rivelare aspetti misteriosi e nascosti del reale, rendendo a volte visibile anche l’invisibile, che simboleggiano l’idea di progressione, di espansione nello spazio, di estensione e di ciclicità di un universo in cui tutto nasce e muore per rinascere ancora; sono opere con  vortici dinamici  in kromoexplosion e in rilievo, come fuochi d’artificio o come mille soli scintillanti o cuori che si espandono all’infinito, vere esplosioni di colori, big bang artistici che nascono dagli abissi profondi della mente e dell’anima, “puri flussi di energia cosmica da cui tutto ha avuto origine attraverso un movimento rotatorio che nasce dalle torsioni dinamiche generate da un punto centrale” con interventi cromatici spesso audaci e coraggiosi; “alla fine si torna all’origine di tutto, al Vortex  che ha dato vita con il suo eterno movimento rotatorio psykedelico a tutto l’Universo vibrante, caotico, multiforme, senza limiti, al punto primordiale da cui si genereranno infinite cromie e sempre nuove  forme in grado di espandersi all’infinito  in direzione rettilinea o curvilinea, generando vere Kromoexplosion che si diffondono all’infinito, dando origine a sempre nuove visioni trascendentali”. L’artista si crea un nuovo spazio senza tempo fuori dall’ordinarietà, o meglio il tempo rimane come sospeso e, in questa sua evoluzione iperdimensionale, egli ha la possibilità di raggiungere anche la quarta e la quinta dimensione,  soprattutto quando riesce a liberarsi dai limiti di spazio e di tempo e  addirittura a trascenderli, cogliendo in questo modo maggiormente l’essenza delle cose; la realtà così diventa più fluida, l’arte diventa sintetica, l’intuizione si acuisce, l’isolamento porta alla riflessione e alla scoperta di una spiritualità e di una sacralità dell’arte; ogni immagine viene trasfigurata, si cerca di esprimere il magma interiore delle idee, delle emozioni e delle sensazioni.

L’evento è stato organizzato da Art Now  di Palermo.

Orari di  apertura della Galleria“White Space Chelsea”: 31 agosto ore 14,00 - 18,00

Giorni 1 - 2 - 3 settembre ore 11,00 - 18,00

 

 

Descrizione dell’opera premiata

Premio Internazionale città di  New York

Autore: Massimo Paracchini

 

1)    Titolo:  Kromoexplosion Vortex in psychotrance on alchemic yellow in Free Sprinkling Overflowing e Sparkling

          Tecnica mista su tela con pieghe applicata su tela

          Dimensioni: 80 x 80 x 9 cm

          Anno 2020

Opere pubblicate sul catalogo personalizzato.

2)    Titolo: Psychotrance Vortex in pentakromia before kromoexplosion

 

Tecnica mista su tela con pieghe applicata su tavola in esagonale

Dimensioni:  90 x 78 x 6 cm

Anno 2019

 

3)    Titolo:  Kromoexplosion Vortex in Kromohypnosis on alchemic white in Free Sprinkling Overflowing e Sparkling

         Tecnica mista su tela con pieghe applicata su tela

         Dimensioni: 80 x 80 x 8 cm

         Anno 2019

Commento alle opere:

Il pensiero dell’artista precede qualsiasi forma e colore, l’energia psichica creatrice in kromotrance è in grado di generare infiniti nuovi Universi al di fuori del tempo e dello spazio, ma può anche transatomizzarli, trasfigurando qualsiasi nuova visione attraverso il Free Sprinkling Overflowing e Sparkling e attraverso i movimenti vorticosi iperellittici e iperdimensionali della transgeometria, facendola diventare trascendentale per riportarla infine al Kaos primordiale da cui tutto ha avuto origine. In ogni opera vitale c’è una vera e continua tensione tra kaos e cosmo, tra la creazione e la distruzione, ma tutto è magicamente cristallizzato e fermato per sempre dalla psiche in estasi dell’artista che sa intravedere sempre nuovi orizzonti.

L’artista in psicotrance dovrà acquisire un nuovo potere di vedere oltre la natura arcadico-euclidea di tutti i giorni attraverso una Tetrachromia totale che lo porterà ad immaginare nuovi Universi dagli infiniti colori e da variazioni cromatiche intense.

Da un punto centrale il colore si espande all’infinito o in direzione rettilinea o curvilinea con movimento rotatorio, generando una vera Kromoexplosion che tutto travolge e trasfigura come in un vero Big Bang artistico che darà origine ad uno dei tanti Universi possibili attraverso una vera e propria Kromoenergy che si atomizzerà per dare forma ad una visione totalmente nuova.

Deflagrazioni in Kromoexplosion alchemiche che nascono dagli abissi profondi dell’anima e della mente creatrice dell’artista in Kromotrance e che si diffondono ovunque con energia cromatica infinita, travolgendo ogni forma conosciuta, disgregandola e transatomizzandola per proiettarla nuovamente verso un altro Kaos primordiale nell’alba iperdimensionale fluente e vibrante della ri-genesi artistica.

Vortex in Kromoexplosion, puri flussi di energia cosmica da cui tutto ha avuto origine attraverso un movimento rotatorio che nasce dalle torsioni dinamiche generate da un punto centrale, quando dal Kaos del Free Sprinkling Overflowing e Sparkling si darà vita alla nuova forma astratta, curvilinea e in eterno movimento evolutivo.

Kromoesplosion in rilievo come fuochi d’artificio o come mille soli scintillanti che si espandono all’infinito, quando l’artista in Kromotrance, con il gesto di quella magica e totalmente libera aspersione di colore denominata Free Sprinkling Overflowing e Sparkling, destruttura il Kosmo per farlo ritornare al Kaos primigenio, quando tutto, compresi il tempo e lo spazio, ha avuto origine da un’onda iperellittica e adimensionale di pura energia fluente e vibrante.

Vortici in Kromoexplosion, torsioni della tela in rilievo che si espandono all’infinito in Free Sprinkling Overflowing e Sparkling, quando l’artista in Kromotrance trasfigura ogni immagine in Visione Trascendentale.

In ogni opera sussiste una vera collisione tra forze ed energie istintuali e inconsce, rappresentate dalla geometria iperellittica e iperdimensionale in kromoexpansion, e ragione, espressa attraverso la classica figurazione geometrica rinascimentale arcadico euclidea, puntualmente trasfigurata dal Free Sprinkling Overflowing e Sparkling che porterà ogni nuova visione cosmica e trascendentale al kaos primordiale da cui tutto ha avuto origine.

Tutto è frutto di un equilibrio tra il Cosmo ordinato e il Kaos primigenio da cui tutto ha avuto inizio, cioè fondamentalmente  da un’armonia raggiunta   tra due forze contrapposte,  complementari,  ma sempre in tensione che generano eternamente  la forma dinamica, astratta, costantemente trasfigurata  dai movimenti vorticosi  iperellittici  dell’Universo intero.

Vortici di energia in kromoexplosion da cui tutto nasce, plasticità delle forme, espansioni volumetriche nello spazio cosmico, concepite dall’artista in Psykotrance assoluta al di fuori dal  tempo e dallo spazio, pienezza di forme nei movimenti avvolgenti e dinamici dell’Universo in continua espansione, atomo – vortex da cui tutto viene generato, giochi di luce e ombre, linee e ritmi che variano a seconda della luce, sempre  partendo  da un’ onda di energia fluente e vibrante atomizzata dalla trance psykedelica dell’artista.

Per anni ho cercato l’origine delle forme cromatiche, della luce, dei piani e dei volumi, fin dall’adolescenza ho tentato di scoprire qual era il punto di partenza e la genesi di tutto l’Universo vibrante, caotico e multiforme. Ora ho raggiunto la più grande consapevolezza che l’artista in psykotrance attiva, cioè in uno stato di estasi assoluta del pensiero e dell’anima, è in grado di vedere oltre la materia e la natura arcadico- euclidea e sfiorare finalmente la verità dell’origine del tutto nell’atomo - vortex e nel suo eterno movimento rotatorio, totalmente libero e in rapida espansione evolutiva, che ha dato vita a tutto l’Universo, attraverso la sua kromoexplosion in Free Sprinkling Overflowing e Sparkling, in grado di determinare la formazione di uno dei tanti Kosmos possibili di nuove forme, colori e volumi, a partire dall’onda di energia fluente e vibrante dagli infiniti movimenti iperellittici e iperdimensionali, atomizzata dalla coscienza dell’artista in eterna kromotrance psykedelica indotta da un persistente tetrachromatismo trascendentale.

Da “Eidetica Trascendentale dell’arte” di Massimo Paracchini


Fonte notizia: https://www.primapaginanews.it/articoli/arte-a-massimo-paracchini-il-premio-citt-di-new-york-1-499345


Massimo Paracchini | New York | Galleria “White Space Chelsea | Tridimensional Painting | Volumetrix Painting | Art Now | Palermo | Free Sprinkling Overflowing e Sparkling | Free Sprinkling Re-genesis | Kromo-Regenesis | Rigenesi | Vortex | Psykotrance | Kromoex |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

I sanitari bagni elementi per impreziosire la propria stanza da bagno


Massimo Paracchini espone sul portale Art-shop.it


Arriva Inventaria


Movimento Network Marketing


Massimo Paracchini consegue il Premio Città di New York


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Massimo Paracchini riceve il Premio Internazionale Città di New York

Massimo Paracchini riceve il Premio Internazionale Città di New York
Massimo Paracchini ha conseguito per meriti artistici “Il Premio Internazionale Città di New York”, prestigioso riconoscimento conferitogli da Art Now di Palermo per aver valorizzato l’arte e la creatività italiana. Ha ricevuto la targa di merito artistico, l’attestato in pregiata pergamena e la pubblicazione di un’opera sul libro d’arte “Artista a New York” a cura di Art Now e la pubblicazione di altre due sue opere in cinque cataloghi personalizzati con testo biografico. Inoltre un’opera selezionata, che è stata pubblicata anche sul catalogo ufficiale dell’evento, verrà video esposta con relativa quotazione presso la Galleria “White Space Chelsea” (555 W 25th St, 10001 New York, NY ) dal 31 agosto al 3 settembre 2021. Il Vernissage sarà il giorno 2 settembre dalle ore 18,00 alle 20,00. Massimo Paracchini ha conseguito per meriti artistici “Il Premio Internazionale  Città  di  New York”, prestigioso riconoscimento conferitogli da Art Now  di Palermo per aver valorizzato l’arte e la creatività italiana. Ha ricevuto la targa di merito artistico, l’attestato in pregiata pergamena e la pubblicazione di un’opera sul libro d’arte “Artista a New York” a cura di Art N (continua)

Massimo Paracchini consegue il Premio Città di New York

Massimo Paracchini consegue  il Premio Città di New York
Massimo Paracchini ha conseguito per meriti artistici “Il Premio Internazionale Città di New York”, prestigioso riconoscimento conferitogli da Art Now di Palermo per aver valorizzato l’arte e la creatività italiana. Ha ricevuto la targa di merito artistico, l’attestato in pregiata pergamena e la pubblicazione di un’opera sul libro d’arte “Artista a New York” a cura di Art Now e la pubblicazione di altre due sue opere in cinque cataloghi personalizzati con testo biografico. Inoltre un’opera selezionata, che è stata pubblicata anche sul catalogo ufficiale dell’evento, verrà video esposta con relativa quotazione presso la Galleria “White Space Chelsea” (555 W 25th St, 10001 New York, NY ) dal 31 agosto al 3 settembre 2021. Il Vernissage sarà il giorno 2 settembre dalle ore 18,00 alle 20,00. Massimo Paracchini ha conseguito per meriti artistici “Il Premio Internazionale  Città  di  New York”, prestigioso riconoscimento conferitogli da Art Now  di Palermo per aver valorizzato l’arte e la creatività italiana. Ha ricevuto la targa di merito artistico, l’attestato in pregiata pergamena e la pubblicazione di un’opera sul libro d’arte “Artista a New York” a cura di (continua)

Massimo Paracchini - Deep Sea Vortex - Mostra personale alla Galleria Noli Arte di Noli

Massimo Paracchini - Deep Sea Vortex - Mostra personale alla Galleria Noli Arte di Noli
Massimo Paracchini sarà in esposizione presso la Galleria Noli Arte a Noli in provincia di Savona con nuove opere astratte e informali dal 17 di luglio al 30 settembre 2021. La mostra personale di Massimo Paracchini è intitolata “Deep Sea Vortex” e vuole essere un omaggio al mare perché proprio dalle sue profondità e dalla sua lontananza l’artista riscopre l’ispirazione e l’intuizione per nuove opere che indicano un’altra ripartenza dopo i lunghi mesi di lockdown. Tutte le opere, fra le quali stavolta ve ne sono anche di scultoree, sono state realizzate con la nuova tecnica inventata proprio da Paracchini da lui denominata “Tridimensional Painting”, cioè fondamentalmente una pittura volumetrica o pittoscultura, dove oltre ai colori puri vengono esaltate le forme e i volumi, coinvolgendo lo spettatore da più punti di vista, ma soprattutto sul piano tattile e visivo. La mostra di Paracchini sarà visibile tutti i giorni dalle ore 10.00 alle ore 23.00. Massimo Paracchini sarà in esposizione presso la Galleria Noli Arte a Noli in provincia di Savona con nuove opere astratte e informali dal 17 di luglio al 30 settembre 2021. La prestigiosa Galleria “Noli Arte”, situata in zona centrale a Noli vicino a Loggia della Repubblica, ha organizzato già diverse mostre personali dell’artista e da diversi anni ha sue opere in permanenza insieme a quelle (continua)

Massimo Paracchini espone al Museo Miit di Torino e alla Gefen Gallery di Mosca

Massimo Paracchini espone al Museo Miit di Torino e alla Gefen Gallery di Mosca
Massimo Paracchini partecipa con sei opere astratte e informali recenti, realizzate con la sua tecnica del “Plastic Painting” al Tour Italia-Russia organizzato dal Museo Miit di Torino. Le sedi espositive sono la Gefen Gallery di Mosca in via Rybinskaya e il Museo Miit di Torino in Corso Cairoli n.4, (con orario visite: da martedì al sabato dalle 15.30 alle 19.30 o in altri orari su appuntamento per gruppi, visite guidate, scolaresche salvo proroghe covid) . La mostra sarà visitabile dal 7 al 30 maggio 2021. L’inaugurazione avverrà venerdì 7 maggio 2021 dalle ore 18.00, (con orario continuato per permettere una migliore affluenza del pubblico, evitando assembramenti come da disposizioni istituzionali, dalle ore 15.30 alle ore 19.30). Il primo progetto espositivo, a cui Massimo Paracchini parteciperà, essendo stato selezionato e anche insignito per l’alto valore espressivo ed artistico e la superiore qualità delle sue opere di un “attestato di merito e di qualità per la Mostra Moscow-Turin. Italia Russia Tour” dal Comitato Internazionale scientifico del Museo Miit presieduto dal Direttore Guido Folco, prevede videoproiezioni e mostre virtuali in 3 D che si terranno rispettivamente nella sede torinese del Museo MIIT di Torino sul totem museale multimediale, su parete della Sala Centrale del MIIT e sul tv 43" (oltre che sulla piattaforma virtuale 3D prescelta, sul sito www.museomiit.it e sui social dove le opere rimarranno visibili e consultabili) e presso la Gefen Gallery di Mosca sullo schermo cinematografico della sala, con l’obiettivo di intessere fin da subito e in previsione del ritorno alle mostre in presenza una fitta rete di conoscenze reciproche di collezionisti, appassionati, galleristi, curatori, artisti tra l’Italia e la Russia e altri Paesi. La mostra “ITALIA RUSSIA TOUR | MOSCOW - TURIN” inaugura un nuovo progetto espositivo che unisce Arte Multimediale - Arte virtuale 3D - Arte in presenza reale, il tutto seguendo la vocazione che da sempre sta alla base della filosofia espositiva e curatoriale del Museo MIIT diretto e fondato dal Presidente Guido Folco e della casa editrice Italia Arte di Torino, vale a dire la valorizzazione e la promozione di scambi culturali e artistici internazionali con realtà e istituzioni ai massimi livelli. Massimo Paracchini partecipa con sei opere astratte e informali recenti, realizzate con la sua tecnica  del “Plastic Painting”  al Tour Italia-Russia organizzato dal Museo Miit di Torino. Le sedi espositive sono la Gefen Gallery di Mosca in via Rybinskaya  e il Museo Miit di Torino in Corso Cairoli n.4, (con orario visite: da martedì al sabato dalle 15.30 alle 19.30 o in altri (continua)

Massimo Paracchini espone a Mosca e a Torino

Massimo Paracchini espone a Mosca e a Torino
Massimo Paracchini partecipa con sei opere astratte e informali recenti, realizzate con la sua tecnica del “Plastic Painting” al Tour Italia-Russia organizzato dal Museo Miit di Torino. Le sedi espositive sono la Gefen Gallery di Mosca in via Rybinskaya e il Museo Miit di Torino in Corso Cairoli n.4, (con orario visite: da martedì al sabato dalle 15.30 alle 19.30 o in altri orari su appuntamento per gruppi, visite guidate, scolaresche salvo proroghe covid) . La mostra sarà visitabile dal 7 al 30 maggio 2021. L’inaugurazione avverrà venerdì 7 maggio 2021 dalle ore 18.00, (con orario continuato per permettere una migliore affluenza del pubblico, evitando assembramenti come da disposizioni istituzionali, dalle ore 15.30 alle ore 19.30). Il primo progetto espositivo, a cui Massimo Paracchini parteciperà, essendo stato selezionato e anche insignito per l’alto valore espressivo ed artistico e la superiore qualità delle sue opere di un “attestato di merito e di qualità per la Mostra Moscow-Turin. Italia Russia Tour” dal Comitato Internazionale scientifico del Museo Miit presieduto dal Direttore Guido Folco, prevede videoproiezioni e mostre virtuali in 3 D che si terranno rispettivamente nella sede torinese del Museo MIIT di Torino sul totem museale multimediale, su parete della Sala Centrale del MIIT e sul tv 43" (oltre che sulla piattaforma virtuale 3D prescelta, sul sito www.museomiit.it e sui social dove le opere rimarranno visibili e consultabili) e presso la Gefen Gallery di Mosca sullo schermo cinematografico della sala, con l’obiettivo di intessere fin da subito e in previsione del ritorno alle mostre in presenza una fitta rete di conoscenze reciproche di collezionisti, appassionati, galleristi, curatori, artisti tra l’Italia e la Russia e altri Paesi. La mostra “ITALIA RUSSIA TOUR | MOSCOW - TURIN” inaugura un nuovo progetto espositivo che unisce Arte Multimediale - Arte virtuale 3D - Arte in presenza reale, il tutto seguendo la vocazione che da sempre sta alla base della filosofia espositiva e curatoriale del Museo MIIT diretto e fondato dal Presidente Guido Folco e della casa editrice Italia Arte di Torino, vale a dire la valorizzazione e la promozione di scambi culturali e artistici internazionali con realtà e istituzioni ai massimi livelli. Massimo Paracchini partecipa con sei opere astratte e informali recenti, realizzate con la sua tecnica  del “Plastic Painting”  al Tour Italia-Russia organizzato dal Museo Miit di Torino. Le sedi espositive sono la Gefen Gallery di Mosca in via Rybinskaya  e il Museo Miit di Torino in Corso Cairoli n.4, (con orario visite: da martedì al sabato dalle 15.30 alle 19.30 o in altri (continua)