Home > Economia e Finanza > La rivoluzione del PNRR, il portale Italia Domani a servizio di cittadini e imprese

La rivoluzione del PNRR, il portale Italia Domani a servizio di cittadini e imprese

scritto da: AIDR | segnala un abuso

La rivoluzione del PNRR, il portale Italia Domani a servizio di cittadini e imprese

Per poter realmente definirsi rivoluzionario questo progetto necessità però di una condivisione che sia la più ampia possibile, affinché nessuno resti indietro e non un investimento possa essere vanificato. In questa ottica va letta l’apertura di un portale dedicato italiadomani da parte del Ministero dell’Economia e delle Finanze. L’accesso al portale consente infatti ai cittadini, alle imprese e a tutti gli interessati di ottenere informazioni sulla struttura del Piano in primis, oltre che sui dettagli delle linee di investimento e di riforma, fornendo indicazioni utili anche sulle procedure attivabili per la sua realizzazione e sul relativo stato di avanzamento.


Rivoluzionario è il termine che meglio sintetizza la portata del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. Un progetto senza precedenti, volto a traghettare il nostro Paese oltre la pandemia, gettando al contempo le basi di un nuovo modello di società: più inclusivo e attento all’ambiente, che sappia sfruttare appieno le potenzialità legate alla digitalizzazione. Per poter realmente definirsi rivoluzionario questo progetto necessità però di una condivisione che sia la più ampia possibile, affinché nessuno resti indietro e non un investimento possa essere vanificato. In questa ottica va letta l’apertura di un portale dedicato italiadomani da parte del Ministero dell’Economia e delle Finanze. L’accesso al portale consente infatti ai cittadini, alle imprese e a tutti gli interessati di ottenere informazioni sulla struttura del Piano in primis, oltre che sui dettagli delle linee di investimento e di riforma, fornendo indicazioni utili anche sulle procedure attivabili per la sua realizzazione e sul relativo stato di avanzamento. Una mappa virtuale di facile consultazione, per orientarsi, conoscere e al contempo monitorare lo stato di avanzamento di ogni misura, le attività e le scadenze. Dalla scorsa settimana inoltre, il portale è stato implementato con una sezione dedicata ai bandi ed avvisi pubblici  ed altre procedure di attivazione degli investimenti, emanate dalle Amministrazioni centrali titolari degli interventi per la selezione dei progetti da finanziare attraverso il PNRR e/o l’individuazione di beneficiari e soggetti attuatori.  Attraverso tale sezione si intende assicurare la più ampia diffusione e conoscibilità delle procedure di attuazione delle misure del Piano, garantendo massima trasparenza e immediatezza nella reperibilità delle relative informazioni, e avere accesso ai siti istituzionali delle singole Amministrazioni per poter scaricare la relativa documentazione per la partecipazione agli stessi, così come specificato nella circolare del Ministero.

di Davide D’Amico, Dirigente PA e Consigliere Aidr


Fonte notizia: https://www.aidr.it/la-rivoluzione-del-pnrr-il-portale-italia-domani-a-servizio-di-cittadini-e-imprese/


PNRR | portale Italia Domani | Davide D’Amico | Aidr | bandi |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

PNRR e misure di semplificazione in materia di contratti pubblici


La missione 6 del PNRR: Il Gusto del Futuro della Nuova Sanità


Il Decreto reclutamento: terzo pilastro del PNRR


Il settore vitivinicolo nel PNRR, approfondimento a Digitale Italia


Competenze digitali e mercato del lavoro, nel format web di Aidr e Fondazione Creativi Italiani dedicato al PNRR


Summer School di Motore Sanità 2021 15, 16, 17 settembre a Gallio-Asiago: 3 giorni di appuntamenti dedicati al mondo della Sanità e al futuro del SSN


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

AIDR: il socio Davide D’Amico nell’Almanacco degli innovatori 2021 della PA

AIDR: il socio Davide D’Amico nell’Almanacco degli innovatori 2021 della PA
I volti, i progetti di funzionari e dirigenti che stanno attuando la rivoluzione digitale nella pubblica amministrazione, nell’ottica degli obiettivi del PNRR. Nella rosa dei 149 innovatori italiani, redatta da FPA, società del gruppo Digital360; c’è anche Davide D’Amico, socio e componente dell’associazione Aidr. Dirigente del Miur, con una lunga esperienza nella digital trasformation della PA, l’ingegner D’Amico è tra i protagonisti dell’Almanacco realizzato da Gianni Dominici, Direttore generale di FPA, che è stato presentato ieri nel corso dell’incontro online in diretta su www.forumpa.it. I volti, i progetti di funzionari e dirigenti che stanno attuando la rivoluzione digitale nella pubblica amministrazione, nell’ottica degli obiettivi del PNRR. Nella rosa dei 149 innovatori italiani, redatta da FPA, società del gruppo Digital360; c’è anche Davide D’Amico, socio e componente dell’associazione Aidr. Dirigente del Miur, con una lunga esperienza nella digital trasformation della (continua)

The uneven Shorter, il nuovo album di Luca Mannutza in anteprima alla Casa del Jazz

The uneven Shorter, il nuovo album di Luca Mannutza in anteprima alla Casa del Jazz
Sarà presentato in anteprima il 15 gennaio alle 21 alla Casa del Jazz Casa del Jazz il nuovo album di Luca Mannutza The uneven Shorter, omaggio a uno degli artisti più amati del jazz, Wayne Shorter. Sarà presentato in anteprima il 15 gennaio  alle 21 alla Casa del Jazz Casa del Jazz il nuovo album di Luca Mannutza The uneven Shorter,  omaggio a uno degli artisti più amati del jazz, Wayne Shorter.L’album già in prevendita sui maggiori store digitali (e per gli orecchi più sopraffini, anche sui principali store HiRes), è pubblicato dalla Birdbox Reco (continua)

Digital Europe, ecco il programma per la trasformazione digitale dell’Unione Europea

Digital Europe, ecco il programma per la trasformazione digitale dell’Unione Europea
Sicurezza informatica, intelligenza artificiale, competenze digitali avanzate, supercalcolo e la garanzia di un ampio uso delle tecnologie digitali nella società e nell’economia. Questi gli obiettivi di Digital Europe, il programma di finanziamento UE per favorire la trasformazione digitale dell’Unione Europea che può contare su un budget complessivo di 7 miliardi e mezzo di euro da spendere fino al 2027. Digital Europe, ecco il programma per la trasformazione digitale dell’Unione Europeadi Vittorio Zenardi, Giornalista e Direttore Aidr Web Tv, Sito e Social MediaSicurezza informatica, intelligenza artificiale, competenze digitali avanzate, supercalcolo e la garanzia di un ampio uso delle tecnologie digitali nella società e nell’economia. Questi gli obiettivi di Digital Europe, il program (continua)

Il Cloud per la Pubblica Amministrazione. Il Polo Strategico Nazionale

Il Cloud per la Pubblica Amministrazione. Il Polo Strategico Nazionale
La necessità di introdurre nella Pubblica Amministrazione i servizi di cloud computing è stata, da ultimo, prevista nel Piano Nazionale di Ripresa e di Resilienza e più precisamente nella componente n.1 Digitalizzazione, Innovazione e Sicurezza della Missione n.1 Digitalizzazione, Innovazione, Competitività, Cultura e Turismo. Per raggiungere gli obiettivi della componente n.1 è stato stanziato 1 miliardo di euro tra i 9,72 miliardi previsti per le esigenze della intera Missione n.1. La necessità di introdurre nella Pubblica Amministrazione i servizi di cloud computing è stata, da ultimo, prevista nel Piano Nazionale di Ripresa e di Resilienza e più precisamente nella componente n.1 Digitalizzazione, Innovazione e Sicurezza della Missione n.1 Digitalizzazione, Innovazione, Competitività, Cultura e Turismo. Per raggiungere gli obiettivi della componente n.1 è stato stanziato 1 (continua)

Superbonus 110% e non solo

Superbonus 110% e non solo
Senza dubbio il superbonus del 110% rappresenta quello di maggiore interesse da parte della comunità condominiale, ma dal punto di vista temporale rimane pur sempre il più farraginoso da utilizzare nonostante le ultime semplificazioni procedurali che sono state apportate. di Federica De Pasquale – Responsabile Osservatorio Aidr sul condominio digitaleCon la Legge di Bilancio 2022 si è cercato di armonizzare, almeno in parte, le diverse detrazioni fiscali previste per il settore dell’edilizia seppur prevedendo proroghe differenti. Un importante passo avanti che si spera possa essere propedeutico a creare una norma quadro comprensiva di tutte le detrazioni in modo pi (continua)