Home > Altro > I limiti sul pagamento in contanti di Badanti e Colf

I limiti sul pagamento in contanti di Badanti e Colf

scritto da: Adiuravicenza2022 | segnala un abuso

I limiti sul pagamento in contanti di Badanti e Colf

Dal 1 Gennaio 2022 cambiano le regole per il pagamento dello stipendio di Colf e Badanti con contratto regolare. E’ stato posto un limite per le retribuzioni in contanti: vediamo i dettagli.


Già nel Luglio 2018 erano arrivate le prime disposizioni dell’articolo 1, comma 910, della legge 205/2017 che imponevano al datore di lavoro l’obbligo di pagare la retribuzione dei dipendenti con mezzi tracciabili, a prescindere dal tipo di rapporto di lavoro e dalla durata del contratto. L’eccezione rimaneva per i collaboratori domestici, che potevano essere pagati in contanti per un totale di 2.000 € senza rischiare una sanzione.

Dal 1 Gennaio 2022 in poi il limite per il pagamento dello stipendio in contanti è sceso a 1.000 €. Tra l’altro, in caso di prelievo superiore a 1.000 euro dal proprio conto corrente bancario l’istituto di credito ha la possibilità di chiedere una giustifica dell’operazione. Se lo si ritenesse necessario, poi, potrebbe anche inviare una segnalazione all’Unità d’informazione finanziaria. Per chi non rispettasse il limite, è prevista una sanzione amministrativa che può andare da 3.000 euro fino a 50.000 nei casi più gravi.

In ogni caso, comunque, conviene sempre pagare colf e badanti come mezzi tracciabili, anche perché questo permette di accedere a una serie di agevolazioni fiscali. Per esempio, la deduzione dei contributi versati all’INPS per il collaboratore domestico, per un massimo di 1.549,37€ e solamente per la quota a carico del datore di lavoro. O ancora la detrazione per coloro che si affidano ai servizi di una badante per l’assistenza di persone non autosufficienti.

Tale detrazione è pari al 19% del compenso riconosciuto fino a un massimo di 2.100,00€. La detrazione massima, quindi, è di 399,00 € l’anno. Questa spetta solamente a coloro che hanno un reddito non superiore ai 40.000,00€ l’anno.


Fonte notizia: https://www.adiura-vicenza.it/colf-badanti-pagamento-contanti/


badanti | colf | pagamento contanti | nuove regole |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Patente di qualità per Assistenti familiari e corsi di formazione


Aumentano gli uomini nel lavoro domestico


Lavori che si riscoprono: badanti e babysitter


Le badanti “cattive”


Lavoretti part time per studenti: babysitter, badante, colf


Cosa non devi fare con le badanti


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Aumentano gli uomini nel lavoro domestico

Aumentano gli uomini nel lavoro domestico
Aumentano gli uomini nel lavoro domestico In molte province del Sud superano il 20%, ed a Palermo un Colf su tre è maschio Uomini nel lavoro domestico?Il lavoro domestico è storicamente visto come un’attività prettamente femminile, tanto che nel linguaggio comune si tende a declinare al femminile “le Colf” e “le Badanti”. Tuttavia, come sottolineato nel III Rapporto DOMINA sul lavoro domestico, negli ultimi anni è aumentata la componente maschile, in particolare nelle province del Sud. A Palermo e Messina, per esempio (continua)

Impatto fiscale del lavoro domestico

Impatto fiscale del lavoro domestico
Il lavoro domestico concorre agli equilibri di finanza pubblica con un rilevante ammontare di imposte Il lavoro domestico concorre agli equilibri di finanza pubblica con un rilevante ammontare di imposte. Su 859.000 lavoratori domestici regolari nel 2018 si stima che i contributi assistenziali e previdenziali che le famiglie datori di lavoro domestico hanno versato nelle casse dello Stato nel medesimo anno siano pari a 976 milioni di euro. A questi si aggiungono altre imposte, ovvero l’im (continua)

Dichiarazione dei redditi per badanti, colf e lavoratori domestici

Dichiarazione dei redditi per badanti, colf e lavoratori domestici
È tempo di dichiarazione dei redditi anche per i lavoratori domestici. Presentare il modello 730/2021 consente a colf e badanti di recuperare il bonus Renzi, che arriva fino a 960 euro, ma non solo. Con il modello 730 è possibile recuperare non solo il bonus Renzi, ma anche le altre agevolazioni fiscali previste.È tempo di dichiarazione dei redditi anche per i lavoratori domestici.Presentare il modello 730/2021 consente a colf e badanti di recuperare il bonus Renzi, che arriva fino a 960 euro, ma non solo.E’ bene chiarire innanzitutto se e quando è (continua)

Green pass per Badanti, Colf e Babysitter

Green pass per Badanti, Colf e Babysitter
Con il nuovo decreto del Governo diventa obbligatorio dal 15 Ottobre l’esibizione del Green Pass sul posto di lavoro per tutti i collaboratori domestici, come anche per i lavoratori pubblici e privati. Il rischio per chi non rispetta la nuova norma è quello di una sanzione da 600 a 1500 euro. Con il nuovo decreto del Governo diventa obbligatorio dal 15 Ottobre l’esibizione del Green Pass sul posto di lavoro per tutti i collaboratori domestici, come anche per i lavoratori pubblici e privati.Il rischio per chi non rispetta la nuova norma è quello di una sanzione da 600 a 1500 euro.A chi spettano i controlli? Così come per il lavoro pubblico, anche per quello priv (continua)

Consigli per affrontare un colloquio come Assistente Domiciliare

All'inizio della conoscenza con i potenziali datori di lavoro ci sono alcuni aspetti che aiutano a presentarsi al meglio durante un colloquio, per mettere in rilievo le proprie competenze e caratteristiche personali. Presentiamo una lista di consigli per affrontare un colloquio come Assistente Domiciliare. Nel futuro prossimo la figura della badante assumerà sempre maggiore rilievo e importanza nella nostra società, come conseguenza di alcuni fattori socio-economici come l'aumento dell'aspettativa di vita delle persone e la difficoltà dei familiari lavoratori nel ricavare la disponibilità di tempo necessaria per seguire gli anziani.La badante quindi si inserisce all'interno della vita familiare, occ (continua)