Home > Ambiente e salute > Green pass per Badanti, Colf e Babysitter

Green pass per Badanti, Colf e Babysitter

scritto da: Adiuravicenza2021 | segnala un abuso

Green pass per Badanti, Colf e Babysitter

Con il nuovo decreto del Governo diventa obbligatorio dal 15 Ottobre l’esibizione del Green Pass sul posto di lavoro per tutti i collaboratori domestici, come anche per i lavoratori pubblici e privati. Il rischio per chi non rispetta la nuova norma è quello di una sanzione da 600 a 1500 euro.


Con il nuovo decreto del Governo diventa obbligatorio dal 15 Ottobre l’esibizione del Green Pass sul posto di lavoro per tutti i collaboratori domestici, come anche per i lavoratori pubblici e privati.

Il rischio per chi non rispetta la nuova norma è quello di una sanzione da 600 a 1500 euro.

A chi spettano i controlli?

 

Così come per il lavoro pubblico, anche per quello privato sono i datori di lavoro a dover assicurare il rispetto delle prescrizioni. Per i collaboratori domestici, colf, badanti e babysitter spetta chiaramente ai familiari dell’assistito il controllo del rispetto della norma.

Vi sono tre problemi che gli esperti del settore evidenziano e da non sottovalutare:

  • Molti collaboratori domestici lavorano in nero;
  • Molti assistenti familiari si sono vaccinati in estate nel loro paese d’origine, con vaccini non riconosciuti in UE (Vedi Sputnik o Sinofarma..);
  • Molti ancora non possono vaccinarsi in Italia.

 

Cosa succede ai lavoratori che non presentano il Green Pass sul posto di lavoro?

 

I lavoratori che comunicano di non avere la certificazione verde Covid-19 o che ne risultino privi al momento dell’accertamento sul luogo di lavoro, sono considerati assenti senza diritto alla retribuzione fino alla presentazione del certificato verde, mantenendo il diritto alla conservazione del posto di lavoro. Tuttavia potrebbe anche scattare il licenziamento dal momento che per il lavoro domestico lo stesso è previsto senza conseguenze per il datore di lavoro.

Il datore di lavoro che ha un collaboratore domestico che vuole assumere ma che non si è ancora vaccinato può inserire nel nuovo contratto di assunzione una clausola a vaccinarsi.

In Italia i collaboratori domestici sono 2 milioni, 920 mila sono regolari e di questi oltre 437 mila prestano assistenza ad anziani e non autosufficienti, anche in regime di convivenza il che pone chiaramente una questione di sicurezza per la salute dei più fragili in caso di rifiuto a vaccinarsi da parte di badanti e colf.

Ora c’è tempo fino al 15 Ottobre per mettersi in regola, motivo per cui molte badanti potrebbero sottoporsi alla vaccinazione così da non rischiare il posto di lavoro.


Fonte notizia: https://www.adiura-vicenza.it/green-pass-per-badanti-colf-e-babysitter/


green pass | badanti | colf | babysitter |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Lavori che si riscoprono: badanti e babysitter


Patente di qualità per Assistenti familiari e corsi di formazione


Lavoretti part time per studenti: babysitter, badante, colf


Le badanti “cattive”


Cosa non devi fare con le badanti


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Dichiarazione dei redditi per badanti, colf e lavoratori domestici

Dichiarazione dei redditi per badanti, colf e lavoratori domestici
È tempo di dichiarazione dei redditi anche per i lavoratori domestici. Presentare il modello 730/2021 consente a colf e badanti di recuperare il bonus Renzi, che arriva fino a 960 euro, ma non solo. Con il modello 730 è possibile recuperare non solo il bonus Renzi, ma anche le altre agevolazioni fiscali previste.È tempo di dichiarazione dei redditi anche per i lavoratori domestici.Presentare il modello 730/2021 consente a colf e badanti di recuperare il bonus Renzi, che arriva fino a 960 euro, ma non solo.E’ bene chiarire innanzitutto se e quando è (continua)

Consigli per affrontare un colloquio come Assistente Domiciliare

All'inizio della conoscenza con i potenziali datori di lavoro ci sono alcuni aspetti che aiutano a presentarsi al meglio durante un colloquio, per mettere in rilievo le proprie competenze e caratteristiche personali. Presentiamo una lista di consigli per affrontare un colloquio come Assistente Domiciliare. Nel futuro prossimo la figura della badante assumerà sempre maggiore rilievo e importanza nella nostra società, come conseguenza di alcuni fattori socio-economici come l'aumento dell'aspettativa di vita delle persone e la difficoltà dei familiari lavoratori nel ricavare la disponibilità di tempo necessaria per seguire gli anziani.La badante quindi si inserisce all'interno della vita familiare, occ (continua)

La Tecnologia a Casa con gli Anziani

La Tecnologia a Casa con gli Anziani
Su una popolazione residente in Italia di quasi 51 milioni di persone maggiorenni oltre 14 milioni di persone convivono con una patologia cronica Di questi 8,4 milioni sono ultra 65enni Per rimediare a questo, la azienda italiana Televita spa ha pensato alla Creazione di un sistema integrato per la sicurezza domestica e l’assistenza domiciliare Attraverso interventi preventivi e teleassistenza personale rivolta alla fascia di popolazione over 65 con patologia cronica Dati Istituto Superiore di Sanità :Su una popolazione residente in Italia di quasi 51 milioni di persone maggiorenni oltre 14 milioni di persone convivono con una patologia cronicaDi questi 8,4 milioni sono ultra 65enniPer rimediare a questo, la azienda italiana Televita spa ha pensato alla Creazione di un sistema integrato per la sicurezza domestica e l’assistenza domicil (continua)

Le badanti “cattive”

Le badanti “cattive”
Questo breve articolo vuole affrontare la questione delle “cattive” badanti o meglio dei comportamenti scorretti delle badanti. A nostro avviso sta emergendo fortemente, nel mondo delle badanti, un disagio dovuto ai problemi intrinseci del lavoro domestico. Perche’ spesso i datori di lavoro domestico lamentano comportamenti fuori dalle righe delle badanti?  Questo breve articolo vuole affrontare la questione delle “cattive” badanti o meglio dei comportamenti scorretti delle badanti. A nostro avviso sta emergendo fortemente, nel mondo delle badanti, un disagio dovuto ai problemi intrinseci del lavoro domestico. Questo e’ facilita (continua)

Come posso pagare la retta della Casa Famiglia?

Come posso pagare la retta della Casa Famiglia?
L'alloggio nella Casa Famiglia Senex di Bressanvido, che ospita anziani autosufficienti o parzialmente autosufficienti, si può pagare attraverso la vendita della propria casa, contattaci per avere più informazioni La Casa Famiglia “Senex” di Bressanvido,  è una struttura protetta e gestita da personale sanitario, in grado di ospitare un massimo di 6 ospiti, autosufficienti o parzialmente autosufficienti.La Casa Famiglia Senex di Bressanvido può essere un alloggio temporaneo o permanente per i suoi ospiti ed è controllato 24 ore su ore su 24 e 7 giorni su 7.Oltre che accogliente, è u (continua)