Home > Economia e Finanza > Nel 2017 cresce del 7% la spesa per un Attestato di Prestazione Energetica: 155 euro il costo medio nazionale

Nel 2017 cresce del 7% la spesa per un Attestato di Prestazione Energetica: 155 euro il costo medio nazionale

articolo pubblicato da: alessandraprontopro | segnala un abuso

Anche nel 2017 la spesa per l’attestato di prestazione energetica continua a crescere. L’Osservatorio di ProntoPro ha analizzato i preventivi inviati dai certificatori energetici e ha scoperto che la spesa media prevista nel 2017 è stata pari a 155 euro.

Guardando ai prezzi rilevati nei capoluoghi di regione e prendendo a campione un bilocale di 79 metri quadrati emerge che il podio delle città più care resta invariato rispetto all’anno precedente con Trento (220 euro) e Aosta (190 euro) alla guida, seguite però da Bologna (180 euro) in luogo di Trieste (170 euro). Molto interessante il caso del capoluogo friulano che si caratterizza per una stabilizzazione dei costi e non vede alcuna variazione percentuale in termini di costi previsti per un Ape.

L’attestato, che ha una validità decennale, deve essere sempre accompagnato dal libretto di impianto e dal rapporto di controllo di efficienza. Può essere redatto da diverse figure professionali quali architetti, ingegneri, geometri e periti, ma anche laureati in scienze e tecnologie agrarie, forestali e ambientali, della chimica industriale, diplomati in meccanica o meccatronica, matematici, fisici o chimici (con corso di formazione) e solo su ProntoPro sono più di 15.000 i certificatori energetici iscritti.

La crescita dei costi per la realizzazione degli attestati energetici varia molto a seconda delle città prese in considerazione. Campobasso e Potenza sono i capoluoghi di regione in cui l’aumento percentuale dei costi è più importante: si va dal 33% di Campobasso al 30% di Potenza. Ciò nonostante, Potenza resta comunque una delle città in cui è più conveniente ottenere un attestato perché la media dei costi previsti è pari a 130 euro. Il capoluogo lucano è comunque secondo nel podio delle città più economiche, è infatti preceduto da Napoli, città in cui si spende 125 euro per un Ape, il 4% in più rispetto all’anno scorso.

Terzo posto per Ancona, Perugia e Torino, con una spesa media pari a 135 euro.

Solo tre le città in controtendenza rispetto al resto d’Italia. Si tratta di Venezia, Perugia e Ancona, in cui si riscontra un calo dei costi dal 16% (Perugia) al 7% (Venezia).

Segue tabella con i costi medi di redazione di un attestato di prestazione energetica per ogni capoluogo di provincia e variazione percentuale dal 2016 al 2017:

Regione

Città

Costo APE 2017

Costo APE 2016

Variazione percentuale

ABRUZZO

L'Aquila

                                170.00 €

                                155.00 €

10%

BASILICATA

Potenza

                                130.00 €

                                100.00 €

30%

CALABRIA

Catanzaro

                                150.00 €

                                130.00 €

15%

CAMPANIA

Napoli

                                120.00 €

                                115.00 €

4%

EMILIA ROMAGNA

Bologna

                                180.00 €

                                145.00 €

24%

FRIULI VENEZIA GIULIA

Trieste

                                170.00 €

                                170.00 €

0%

LAZIO

Roma

                                145.00 €

                                125.00 €

16%

LIGURIA

Genova

                                185.00 €

                                165.00 €

12%

LOMBARDIA

Milano

                                165.00 €

                                160.00 €

3%

MARCHE

Ancona

                                135.00 €

                                150.00 €

-10%

MOLISE

Campobasso

                                160.00 €

                                120.00 €

33%

PIEMONTE

prestazione energetica ape | costi |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Tornare indietro


TURATI3 – Taste Tradition Trend: un successo l’evento Fuori Salone di Turati Boiseries


Certificazione energetica cos’è, a cosa serve e come si ottiene


Ogni persona è un mondo


Apple iPhone XS 64GB = 400 EUR ,iPhone XS Max 64GB = 430 EUR ,iPhone X 64GB = 300 EUR,Apple iPhone XR 64GB = 350 Euro Whatsapp Chat : +27837724253


Nel 2016 cresce del 17% la spesa per un Attestato di prestazione energetica: 145 euro il costo medio nazionale


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Corso di massaggi, di giardinaggio o consulenza di immagine di coppia: ecco le richieste più originali per San Valentino

Gli italiani saranno forse stanchi dei fiori e dei cioccolatini di San Valentino? ProntoPro.it ha dato uno sguardo alle richieste pervenute sul portale in prossimità di questa giornata e ne ha ricavato una lista di idee alternative ai regali tradizionali, capaci di soddisfare i gusti dei più esigenti appassionati della giornata degli innamorati. Dalle risposte ricevute alle richiest (continua)

I costi dei lavori del Glossario dell’edilizia libera Dai 350 euro per l’installazione di un’inferriata ai 10.000 di un ascensore: la lista degli interventi è molto ampia

 Il Glossario dell’edilizia libera è arrivato: per una lunga lista di lavori di manutenzione e di interventi edilizi è ora possibile costruire, riparare e rinnovare senza dover perdere tempo agli sportelli comunali in attesa di permessi. Non ci sono più code da sostenere, ma quali sono i costi che gli italiani dovranno affrontare per realizzare questi interventi? Pr (continua)

Gender Pay Gap sì, ma dipende dalle professioni

 Il Gender Pay Gap continua ad esistere, ma non riguarda solo le donne. ProntoPro ha analizzato i preventivi inviati da liberi professionisti e freelancer iscritti* (sia donne che uomini) ed è emerso che nel 65% dei casi continuano ad esserci disparità**, ma non solo a discapito di donne: in molti casi accade esattamente il contrario.  Se, ad esempio, uno chef a domicilio (continua)

Liberi professionisti e amministrazione locale: nessuna regione italiana raggiunge la sufficienza

 Vita non facile per i liberi professionisti italiani. Ad un campione di 5.000 lavoratori autonomi e ditte individuali iscritte a ProntoPro e residenti in tutte le regioni d’Italia è stato chiesto di indicare quale sia la propria opinione e valutazione in merito alle pratiche di amministrazione regionali e locali che influenzano la loro capacità di avviare, gestire e far c (continua)

Elettricisti ed idraulici i professionisti che nel 2017 hanno fatturato di più grazie al web

Grazie al web, oggi gli artigiani possono contare su canali di promozione che prescindono dal passaparola, ma che permettono loro di aumentare i propri introiti. A dimostrarlo una ricerca dell’Osservatorio di ProntoPro.it che ha evidenziato quali siano stati i professionisti che hanno fatturato di più grazie all’online nel 2017. Al primo posto ci sono gli elettricisti che, seco (continua)