Home > Altro > GRANDE SUCCESSO PER LA CENA BENEFICA "EURAMA" A MILANO A SOSTEGNO DELLA RICERCA CONTRO IL TUMORE ALLA MAMMELLA

GRANDE SUCCESSO PER LA CENA BENEFICA "EURAMA" A MILANO A SOSTEGNO DELLA RICERCA CONTRO IL TUMORE ALLA MAMMELLA

scritto da: Renail87 | segnala un abuso

GRANDE SUCCESSO PER LA CENA BENEFICA


Lapo Elkann e lo chef Carlo Cracco, giovedì 31 maggio, hanno ospitato presso Garage Italia la cena di beneficenza a favore di EURAMA.

Lo chef per l’occasione ha studiato un menù d’eccellenza, capace di incarnare “in vivo” il concetto che la tutela della salute ed il momento della prevenzione cominciano proprio a tavola, attraverso un’alimentazione equilibrata.

EURAMA (European, Asian Society for BreastDisease), è stata fondata da Umberto Veronesi assieme a Stefano Zurrida nel 2010 ed è attualmente presieduta da Jacques Bernier.

Il vicepresidente Stefano Zurrida tuttora si impegna quotidianamente sul campo, nella prosecuzione di quest’ultima ambiziosa sfida, a tutela dei pazienti e della speranza, continuando l’opera di Umberto Veronesi. Questo impegno costante nasce dalla consapevolezza che non bisogna mai abbassare la guardia contro il tumore alla mammella e che c’è ancora molto da fare, soprattutto nell’ambito della prevenzione di questa terribile malattia.

L’associazione senza scopo di lucro promuove la ricerca scientifica e l’aumento delle conoscenze sulle patologie della mammella, dato il progressivo aumento dell’incidenza del tumore mammario, diventato ormai primo “killer” nei tumori femminili, soprattutto dai Paesi dell’Ovest a quelli dell’Est.

EURAMA, in piena sinergia con la Fondazione Veronesi, è impegnata nella diffusione di metodi di prevenzione, diagnosi e terapie dei tumori femminili e della mammella. Inoltre, organizza corsi di formazione, stage a livello internazionale e nazionale, interscambi culturali, seminari, convegni e giornate di studio incoraggiando la ricerca scientifica e promuovendo campagne di comunicazione rivolte alle donne e ai medici.

Il suo obiettivo è quello di traferire le conoscenze scientifiche raggiunte fino ad oggi in Occidente sul tumore alla mammella.

Oltre 200 le persone che hanno risposto a questa chiamata “dell’anima”, all’insegna della salute e della solidarietà, per poter contribuire a realizzare un obiettivo di grande rilevanza sociale.

Particolarmente significativa la cospicua presenza di giovani e giovanissimi.

Anche Napoli presente, data l’importanza del tema attraverso l’Associazione Italiana Adrenoleucodistrofia (AIALD),nella persona della presidente Valentina Fasano e dell'avv. Maria Selvaggia Forza.

 “Per l’associazione – sottolinea la presidente – è un passo importante per far nascere relazioni ed interazione tra le associazioni che operano a favore dei pazienti ed il mondo medico-scientifico sul territorio italiano”.

La prevenzione, dunque, unita ad una diagnosi precoce, sembrerebbe fornire dati sempre più incoraggianti, inducendo a perseverare nell’impegno. A confermarlo, tra gli altri, uno studio italiano pubblicato suAnnals of Oncology, che sottolinea come si stima che la mortalità nella popolazione femminile continuerà a diminuire nel 2018 nei vari Paesi.

Una serata di beneficenza in grado di puntare l’attenzione su questo aspetto nevralgico, coniugando un acuto momento di riflessione e di necessari bilanci con un tocco di bontà e leggerezza.

Si è trattato, infatti, di una serata in grado di unire piatti squisiti, alimentazione sana ed equilibrata, solidarietà, attenzione alla salute e valorizzazione del territorio e del made in Italy, attraverso l’utilizzo di prodotti rigorosamente doc e bio.

Voce narrante della serata, Alessandro Cecchi Paone.

E’ stato un grande onore la presenza di Susy Veronesi.

La serata è stata organizzata da Letizia Mazzotta, che ha curato, con grande impegno, professionalità ed umanità, anche questa seconda edizione, riportando un grande successo al pari della prima, voluta da Umberto Veronesi che si è svoltail 22 aprile 2015 ed è stata ospitata da Carlo e Camilla in Segheria.

Anche per l’edizione 2018, riconfermato il gemellaggio virtuoso, sulla scorta una comune visionetra Letizia Mazzotta e Carlo Cracco.

Infatti, a portare la salute in tavola ci ha pensato un semplice, ma raffinato, menù ideato dallo chef appositamente per EURAMA; dove sono stati abbinati una serie di piatti studiati “su misura” ed una selezione di vini pregiati.

comunicato stampa

cibo | beneficenza | food | milano | elkann | lapo | lombardia | tumore | cancro | ricerca | medicina | cena |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Pexidartinib riduce le dimensioni del Tumore tenosinoviale a cellule giganti (TGCT)


SPECIALISTA CHIRURGO ROMA TUMORE DELLA MAMMELLA Dott. CARLO FARINA


Studio ENLIVEN: EMA convalida domanda Daiichi Sankyo per l’autorizzazione al commercio di pexidartinib


I falsi miti più comuni sui tumori


Fattori di rischio e diagnosi precoce del tumore al seno: cosa serve sapere


Mammografia con Tomosintesi – L’importanza di una diagnosi precoce del tumore


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Nove torte targate pasticceria Seccia per la festa della mamma nel segno di cinema e serie tv

Nove torte targate pasticceria Seccia per la festa della mamma nel segno di cinema e serie tv
Cesira, Filumena, Adelina, Manuela, Olimpia, Cersei, Elizabeth e Dany (Daenerys): la festa della mamma più dolce e cinefila va in scena ai Quartieri Spagnoli di Napoli Anche quest'anno la pasticceria Seccia ai Quartieri Spagnoli, storico locale di via Concordia a Montecalvario a Napoli, ha realizzato per la festa della mamma, domenica 9 maggio, una linea di nove torte dai nomi insoliti, ispirati alle madri famose delle serie tv, del cinema e persino a quelle della classicità.Sono nati così in laboratorio la millefoglie e il pan di Spagna "Olimpia", le Chant (continua)

Il primo dolce ufficiale in memoria di Maradona a Napoli con Pasticceria Seccia

Il primo dolce ufficiale in memoria di Maradona a Napoli con Pasticceria Seccia
La Pasticceria Seccia, fiore all'occhiello dei Quartieri Spagnoli e da sempre legata al tifo e all'amore per il pibe de oro, lancia nell'ultima domenica di novembre una mignon dedicata alla memoria del compianto Diego Armando Maradona: un bignè craquelin panna e caramello da condividere sui social con l'hashtag #elpibe. La notizia della scomparsa di Diego Armando Maradona ha lasciato tutti sgomenti a Napoli, seconda casa del Pibe de Oro, e le manifestazioni d'affetto che stiamo vedendo in questi giorni ne sono la prova tangibile. Se allo Stadio San Paolo, che presto cambierà nome in suo onore a quanto pare, l’abbraccio di tifosi e appassionati è stato forse il più pittoresco e degno di una rockstar, con le candel (continua)

Un quasi amore in quarantena nel primo libro di Davide Gambardella, giornalista napoletano

Un quasi amore in quarantena nel primo libro di Davide Gambardella, giornalista napoletano
È già in libreria il racconto “Storia di un (quasi) amore in quarantena”, primo libro del giornalista napoletano Davide Gambardella, edito da Graus e scritto in piena quarantena, quasi un instant book si potrebbe dire. In molti hanno parlato di amori e storie in quarantena, persino di tradimenti, eppure la narrazione di Gambardella è abbastanza insolita e si distingue bene dalle altre pub (continua)

ARTISTI DEL GUSTO, NASCE IN CAMPANIA LA SQUADRA DEL FOOD

ARTISTI DEL GUSTO, NASCE IN CAMPANIA LA SQUADRA DEL FOOD
Un progetto ambizioso nasce al Sud, in Campania, e si presenta, con autorevolezza, come un’iniziativa di cui molto probabilmente se ne avvertiva l’esigenza già da mesi, prima del difficile periodo collegato al lockdown. Nasce infatti Gruppo Artisti del Gusto, grazie ad un accentuato spirito di gruppo, ad una coesione tanto visionaria quanto forte tra una quindicina di professionisti, di varia (continua)

Arte e dolci nel ricordo di Luciano De Crescenzo ai Quartieri Spagnoli di Napoli

Arte e dolci nel ricordo di Luciano De Crescenzo ai Quartieri Spagnoli di Napoli
A un anno dalla scomparsa di Luciano De Crescenzo i Quartieri Spagnoli di Napoli celebrano l’indimenticabile scrittore napoletano con un’iniziativa artistica a vico Tre Regine (angolo via De Deo): l’inaugurazione sabato 18 luglio alle 11.30 di un mural dal titolo “O pallone miez ‘e macchine”, opera di Michele Quercia e Francesca Avolio. Alla manifestazione, promossa dall’Associazione Quartier (continua)