Home > Cultura > Quanti italiani assumono psicofarmaci? Quanti sanno che si tratta di droga?

Quanti italiani assumono psicofarmaci? Quanti sanno che si tratta di droga?

articolo pubblicato da: gtrambusti | segnala un abuso

Quanti italiani assumono psicofarmaci? Quanti sanno che si tratta di droga?

La Polonia è stata per secoli un paese di confine tra Oriente e Occidente, tra comunismo e democrazia, tra oppressione e libertà.

Come molti paesi europei, la Polonia sta lottando per trovare l'equilibrio tra i suoi interessi nazionali e il rispetto dei diritti e delle libertà di tutte le persone indipendentemente dalla lingua, dall'etnia o dalla religione. L'educazione e la consapevolezza dei diritti umani non sono mai state più importanti.

Una nuova opportunità per far rivivere il concetto polacco di solidarietà e diritti umani è stata trovata a Sopot con il concerto "Memphis in Poland" organizzato dalla Società Polacco-Americana di Memphis. Hanno collaborato “Rock for Human Rights” (R4HR) e “United for Human Rights” (UHR).

Gli organizzatori del festival hanno voluto che gli eventi fossero educativi, con un'enfasi sui diritti umani. Pertanto, R4HR e UHR non solo hanno accettato l'invito, ma hanno anche tradotto in polacco il libretto “La storia dei diritti umani”. In soli sei giorni, hanno contattato oltre 3.000 persone con il messaggio sui diritti umani.

Una serie di quattro concerti e conferenze sui diritti umani si sono tenuti a Danzica e Sopot, in Polonia. Sono stati distribuiti migliaia dei nuovi opuscoli tradotti e sono stati proiettati i video di “Gioventù per i Diritti Umani” (si tratta di brevi video di un minuto, ognuno dei quali illustra uno dei 30 diritti della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo delle Nazioni Unite).

Durante il tour sono state avviate collaborazioni con lo storico Centro Europeo di Solidarietà, il Museo Sopot, la Città di Sopot e la Città di Bielsko-Biala. Queste organizzazioni e organismi governativi stanno cercando di incorporare i materiali “Uniti per i Diritti Umani” nelle loro attività (opuscoli e video educativi), si tratta di una novità assoluta in Polonia.

“Uniti per i Diritti Umani” e “Gioventù per i Diritti Umani” sono programmi sostenuto dalla Chiesa di Scientology, fondata da L. Ron Hubbard. Sono attivi a livello internazionale organizzando convegni (il più recente a New York nel Palazzo di Vetro della Nazioni Unite) e lezioni sui Diritti Umani nelle scuole elementari, medie e superiori, allo scopo di diffondere la conoscenza della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo approvata dall’ONU nel 1948.

Il fondatore della Chiesa di Scientology, L. Ron Hubbard, ha affermato: “I Diritti Umani devono essere resi una realtà, non un sogno idealistico".

Scientology | Droga | Un mondo libero dalla droga | Celebrity Centre della Città di Firenze Chiesa di Scientology | psicofarmaci | L Ron Hubbard |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Rendere reale il diritto all'informazione e al consenso informato nel campo della salute mentale


Determinati ad informare piu' persone possibili.


Disastro Germanwings, ennesima strage causata da psicofarmaci?  


Cosa causano veramente gli psicofarmaci.


Informazioni sugli Psicofarmaci alle Bettole e Buffalora


Psicofarmaci e comportamento violento


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Con la scusa del cane usciva per spacciare in tempi di coronavirus

Con la scusa del cane usciva per spacciare in tempi di coronavirus
Come evitare di essere fermato dalle forze dell’ordine in tempi di divieto assoluto di circolazione per il contenimento dell’epidemia di coronavirus. Portare il cane al guinzaglio sembrava un trucco brillante, ma quando i finanzieri del comando provinciale di Livorno lo hanno fermato, è stato chiaro che non si trattava di una semplice passeggiata. Lo spacciatore tunisino di 28 a (continua)

La responsabilità dei genitori di adolescenti in materia di rispetto della legge

La responsabilità dei genitori di adolescenti in materia di rispetto della legge
A Milano, una delle province più colpite dal coronavirus, quattro ragazzi tra i 14 e i 15 anni sono stati sorpresi per strada, senza documenti e senza un valido motivo per essere fuori di casa, uno di loro era in possesso di hashish. A quanto pare, questo giovanissimo milanese sentiva il bisogno di assumere droga in compagnia, e questo desiderio era evidentemente più forte della vigi (continua)

Crystal Meth: overdose, suicidi e nazismo

Crystal Meth: overdose, suicidi e nazismo
Il Crystal Meth è una delle droghe più pericolose attualmente in circolazione, è persino difficile descrivere con realismo l’interminabile serie di conseguenze micidiali che causa. Si tratta di una “meta-amfetamina”, protto di sintesi in laboratori chimici clandestini, tagliata con schifezze come acido per batterie e liquido antigelo. Viene smerciata sotto fo (continua)

La marijuana non genera crisi di astinenza? Niente di più falso!

La marijuana non genera crisi di astinenza? Niente di più falso!
Due dei falsi miti che riguardano la marijuana, definita irresponsabilmente “droga leggera” sono che, a differenza delle altre droghe, non genererebbe dipendenza e non causerebbe crisi di astinenza. Ecco che le recenti tragiche vicende legate al coronavirus ci hanno dato modo, in via sperimentale, di determinare che la cannabis si comporta esattamente come tutte le altre droghe. Niente (continua)

Colpa del coronavirus, non si trova più la roba: la soluzione è l’antiproibizionismo?

Colpa del coronavirus, non si trova più la roba: la soluzione è l’antiproibizionismo?
Quando finisce l’effetto della sostanza stupefacente, il corpo si ribella e causa una “crisi di astinenza” con sintomi spesso molto pesanti (dipende dalla sostanza e dallo stadio di dipendenza a cui si è giunti). In questo periodo di drastiche limitazioni agli spostamenti senza giustificato motivo, per gli spacciatori non è facile né rifornirsi dai trafficant (continua)