Home > Cultura > Quanti italiani assumono psicofarmaci? Quanti sanno che si tratta di droga?

Quanti italiani assumono psicofarmaci? Quanti sanno che si tratta di droga?

scritto da: Gtrambusti | segnala un abuso

Quanti italiani assumono psicofarmaci? Quanti sanno che si tratta di droga?


La Polonia è stata per secoli un paese di confine tra Oriente e Occidente, tra comunismo e democrazia, tra oppressione e libertà.

Come molti paesi europei, la Polonia sta lottando per trovare l'equilibrio tra i suoi interessi nazionali e il rispetto dei diritti e delle libertà di tutte le persone indipendentemente dalla lingua, dall'etnia o dalla religione. L'educazione e la consapevolezza dei diritti umani non sono mai state più importanti.

Una nuova opportunità per far rivivere il concetto polacco di solidarietà e diritti umani è stata trovata a Sopot con il concerto "Memphis in Poland" organizzato dalla Società Polacco-Americana di Memphis. Hanno collaborato “Rock for Human Rights” (R4HR) e “United for Human Rights” (UHR).

Gli organizzatori del festival hanno voluto che gli eventi fossero educativi, con un'enfasi sui diritti umani. Pertanto, R4HR e UHR non solo hanno accettato l'invito, ma hanno anche tradotto in polacco il libretto “La storia dei diritti umani”. In soli sei giorni, hanno contattato oltre 3.000 persone con il messaggio sui diritti umani.

Una serie di quattro concerti e conferenze sui diritti umani si sono tenuti a Danzica e Sopot, in Polonia. Sono stati distribuiti migliaia dei nuovi opuscoli tradotti e sono stati proiettati i video di “Gioventù per i Diritti Umani” (si tratta di brevi video di un minuto, ognuno dei quali illustra uno dei 30 diritti della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo delle Nazioni Unite).

Durante il tour sono state avviate collaborazioni con lo storico Centro Europeo di Solidarietà, il Museo Sopot, la Città di Sopot e la Città di Bielsko-Biala. Queste organizzazioni e organismi governativi stanno cercando di incorporare i materiali “Uniti per i Diritti Umani” nelle loro attività (opuscoli e video educativi), si tratta di una novità assoluta in Polonia.

“Uniti per i Diritti Umani” e “Gioventù per i Diritti Umani” sono programmi sostenuto dalla Chiesa di Scientology, fondata da L. Ron Hubbard. Sono attivi a livello internazionale organizzando convegni (il più recente a New York nel Palazzo di Vetro della Nazioni Unite) e lezioni sui Diritti Umani nelle scuole elementari, medie e superiori, allo scopo di diffondere la conoscenza della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo approvata dall’ONU nel 1948.

Il fondatore della Chiesa di Scientology, L. Ron Hubbard, ha affermato: “I Diritti Umani devono essere resi una realtà, non un sogno idealistico".

Scientology | Droga | Un mondo libero dalla droga | Celebrity Centre della Città di Firenze Chiesa di Scientology | psicofarmaci | L Ron Hubbard |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

PSICOFARMACI, PERCHE' SONO DROGHE


La grande bugia degli psicofarmaci


Toscana primato per consumo di psicofarmaci. Quanti sanno che si tratta di droga?


La verità sulla DROGA


Disastro Germanwings, ennesima strage causata da psicofarmaci?  


26 giugno 2020 - Giornata mondiale contro il consumo e il traffico illecito di droga


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Il Motogiro Nazionale di “Dico no alla droga” fa tappa a Firenze e Pisa

Il Motogiro Nazionale di “Dico no alla droga” fa tappa a Firenze e Pisa
Firenze e Pisa saranno le prime tappe del Primo Motogiro Nazionale “Mettiamoci in moto per un Italia Libera dalla Droga” organizzato dall’associazione Dico No alla Droga. A Firenze il Motogiro si fermerà a Piazzale Michelangelo, lunedì 30 agosto alle 16:30 circa, dove riceverà il saluto del Consigliere Comunale Federico Bussolin. La tappa di Pisa sarà effettuata in collaborazione con l’associazione Gruppo Il Ponte San Patrignano, e con la Pubblica Assistenza Litorale Pisano che hanno aderito con entusiasmo all’iniziativa.Nel dettaglio il Motogiro passerà da Pia (continua)

Reggere bene l’alcool è una predisposizione all’alcolismo

Reggere bene l’alcool è una predisposizione all’alcolismo
Molti si vantano di “reggere bene l’alcool”, ma questa capacità porta a bere di più e quindi a maggiori rischi per salute, incidenti e alcolismo. Le persone che bevono alcolici regolarmente, alle feste, al bar o a casa, spesso si vantano della loro capacità di “reggere l’acool”. Sia che facciano per “essere dei duri” o che siano orgogliosi reggerlo più dei loro amici, queste persone spesso faranno sfoggio del fatto gli ci vogliono più drink per ubriacarsi, o che sono in grado di consumare abbondanti quantità di alcol senza soffrire di (continua)

Bambini nati tossicodipendenti da madri inconsapevoli

Bambini nati tossicodipendenti da madri inconsapevoli
Bambini nati tossicodipendenti da madri inconsapevoli Un numero crescente di bambini nasce già dipendenti dalle droghe, e non sempre la causa è una madre tossicodipendente. Il quotidiano di Nashville “The Tennessean” ha recentemente pubblicato un rapporto su una preoccupante tendenza: sempre più bambini nascono nell'inferno della “sindrome da astinenza neonatale”, una condizione che si verifica quando una madre usa antidolorifici oppiacei (farmaci legali prescritti ma simili all’eroina e alla morfina) durante il corso della gravidanza. Il bambino diventa dipende (continua)

Prevenzione alla droga negli stabilimenti balneari

Prevenzione alla droga negli stabilimenti balneari
I volontari dell’associazione Mondo Libero dalla Droga hanno visitato 14 bagni del litorale di Tirrenia e Marina di Pisa distribuendo materiale informativo sui pericoli delle droghe. La droga non va in vacanza e chi ne abusa continua a cercarla anche durante il soggiorno nelle località balneari. Gli spacciatori lo sanno, e durante l’estate si spostano sulla costa per rifornire i vacanzieri che cercano lo ‘sballo’ a tutti i costi o che altrimenti andrebbero in crisi di astinenza. I volontari dell’associazione internazionale “Mondo Libero dalla Droga” si sono mobilitati (continua)

L'abuso di farmaci è secondo solo alla marijuana

L'abuso di farmaci è secondo solo alla marijuana
Nel mondo della tossicodipendenza, l’abuso di farmaci è ormai come diffusione al secondo posto dietro alla marijuana I farmaci prescritti fanno parte della vita di milioni di persone, negli Stati Uniti il 48% delle persone assume almeno un farmaco con regolarità, mentre l'11% assume cinque o più farmaci ogni mese. Particolarmente comune tra questi farmaci è il Vicodin, un antidolorifico oppiaceo che ora è il farmaco più comunemente prescritto negli Stati Uniti. Solo nel 2010 sono state scritte più di 130 mi (continua)