Home > Arte e restauro > Alessandro Zucca emerge come giovane talento del panorama pittorico attuale

Alessandro Zucca emerge come giovane talento del panorama pittorico attuale

articolo pubblicato da: elenagolliniartblogger | segnala un abuso

Alessandro Zucca emerge come giovane talento del panorama pittorico attuale

Alessandro Zucca si inserisce a buon conto nel variegato panorama pittorico contemporaneo con un percorso creativo meritevole di attenzione. Alessandro riesce a fare rivivere tramite la materia pittorica dei messaggi di grande passionalità e sensibilità, che appartengono ad un'indole artistica di forte spessore. Le opere sono elaborate con sicurezza e competenza d'azione e acquisita conoscenza dei mezzi strumentali e delle tecniche esecutive, delineando un'impronta stilistica responsabile, coerente e accorta, che sorregge la vena ispiratrice estremamente versatile, eclettica e poliedrica. Le forme e i volumi delle composizioni sono armoniosi e proporzionati, consentendo una piena sintonia e assonanza strutturale e producendo un'elegante e ricercata plasticità. Queste qualità compositive sono un riferimento primario nel suo percorso evolutivo di ricerca e sperimentazione e gli permettono di raggiungere una costante e crescente forza espressiva. Alessandro ha una visione moderna del fare arte, dimostrando un fantasioso potenziale creativo e apportando alla pittura significati e simboli non consueti, in nome di un'arte protesa alla comunicazione innovativa, mai scontata e mai ripetitiva.

 

Su di lui la dottoressa Elena Gollini ha commentato:"Il linguaggio pittorico di Alessandro Zucca denota una personalità umana e artistica incisiva, carismatica, fantasiosa, ricca di vitalità e di contenuti, che lascia emergere uno spirito d'inventiva vivace e passionale, ma al contempo riflessivo e meditativo. La sua pittura rispecchia appieno il suo essere. Nell'alchimia strutturale delle rappresentazioni si delinea una forma di richiamo ed esortazione collettiva e sociale, per coinvolgere l'osservatore con chiavi di lettura di profonda valenza. La sua è un'arte studiata e meditata, fulcro nevralgico di simboli, metafore e allusioni esistenziali importanti. Un'arte pregnante di significati concettuali in codice, realizzata con lungimirante proiezione e razionale capacità di pensiero analitico. Una pittura che racchiude progettualità, abilità, sentimento e amore, in un armonioso intreccio a commistione fissato sulle tele. C'è in Alessandro l'idea della comunicazione intesa come offerta del sé, dell'esperienza artistica concepita come servizio da condividere e mettere a disposizione degli altri. Le composizioni hanno una formula quasi magica molto accattivante e un'impronta visionaria onirica. Le costruzioni sceniche possiedono un immediato impatto visivo e catalizzano da subito l'attenzione dello spettatore, in modo attivo e partecipe, facendosi apprezzare anche nella loro fruizione estetica di piacevole orchestrazione".

Alessandro zucca | zucca | artista | artisti | italia | italiano | italiani | opere | opera | astrattismo | astratto | astrattismo bipolare | bipolare | ricerca | sperimentazione | quadro | quadri | mostra | mostre | esposizioni | esposizione | collettiva | personale | innovazione |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Le attività di Eco2zone, realtà promossa dall’Ing. Alessandro Belloni e da FSI S.r.l.


A Ferrara per le feste di Natale


Il profilo di Alessandro Monaldi, manager della GDO e fondatore di SAM S.r.l.


Sostenibilità e valore: Alessandro Benetton racconta 21 Investimenti


Un Caffè con Alessandro: Alessandro Benetton parla di private equity


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Stesso autore

Matteo Fieno il pittore delle donne

Matteo Fieno il pittore delle donne
La gestualità bilanciata e l'armonia del movimento contraddistinguono il fare pittorico di Matteo Fieno, che dimostra una consolidata maestria nella capacità di rappresentare e rievocare, con un imprinting quasi fantastico e fiabesco, figure femminili che acquistano particolare valenza iconica e simbolica e al contempo hanno un significato personale e soggettivo. Dalle raffigurazioni (continua)

Mauro Maisel eclettico sperimentatore creativo

Mauro Maisel eclettico sperimentatore creativo
L'arte di Mauro Maisel non è "ingabbiata" e condizionata da alcun canone estetico ferreo e rigoroso e si abbandona a dare pieno e libero sfogo al suo fervido e incalzante spirito creativo. Si muove con maestria e autorevole padronanza della materia, conferendo alla tavolozza cromatica un ruolo basilare e primario nella costruzione scenica. Il colore ricco e corposo nella stesura e (continua)

PierGió artista moderno di poliedrica vocazione creativa

PierGió artista moderno di poliedrica vocazione creativa
Pierluigi Di Michele alias PierGió è un artista che rifiuta stereotipi e schematismi estetici costrittivi e forzati, per lasciare spazio alla fantasia creativa disinibita e alla curiosità di sperimentare soluzioni inedite e inusuali. Traduce in pittura una sensibilità acuta e intuitiva. Il codice narrativo personale è vivace ed eclettico, mai scontato né b (continua)

La poesia che scava nel cuore di Alessandro Sammarini

La poesia che scava nel cuore di Alessandro Sammarini
È uscita di recente e sta conquistando un meritato successo la raccolta poetica del riminese Alessandro Sammarini un moderno poeta dei giorni nostri, dotato di una pulsante e vibrante fantasia ispiratrice. Il nuovo libro dal titolo "Le facce del dado" può essere acquistato contattando direttamente l'autore alla mail asammarini@libero.it oppure anche ordinandolo su Amazon. Q (continua)

I ritmi della memoria nella pittura di Graziano Ciacchini

I ritmi della memoria nella pittura di Graziano Ciacchini
Graziano Ciacchini, da artista sempre coerente e consapevole si è saputo sintonizzare sulle tendenze e sulle correnti del tempo passato e presente per capirle e reinterpretarle a proprio modo, senza mai però sottostare con un'adesione statica e pedissequa, ma canalizzandosi sempre in un continuo scavo di ricerca, mai pago e mai appagato, sempre proteso verso il nuovo. La dottoressa E (continua)