Home > Arte e restauro > Matteo Fieno il pittore delle donne

Matteo Fieno il pittore delle donne

articolo pubblicato da: elenagolliniartblogger | segnala un abuso

Matteo Fieno il pittore delle donne

La gestualità bilanciata e l'armonia del movimento contraddistinguono il fare pittorico di Matteo Fieno, che dimostra una consolidata maestria nella capacità di rappresentare e rievocare, con un imprinting quasi fantastico e fiabesco, figure femminili che acquistano particolare valenza iconica e simbolica e al contempo hanno un significato personale e soggettivo. Dalle raffigurazioni di Matteo, sempre curate nel minimo dettaglio, si denota la matura competenza tecnica. Nel processo creativo lo scenario riprodotto diventa il veicolo di trasmissione più adatto e congeniale per rivolgersi, parlare e comunicare con il pubblico dei fruitori, innescando un dialogo di condivisione articolato e stimolante. Con i suoi lavori si propone di dare vita ad un linguaggio di comunicazione aperta, dove l'esuberanza pittorica del colore funge da catalizzatore e accentratore dell'attenzione per dare maggior risalto all'intera narrazione. Le opere possiedono "un'intelligenza attiva" permeante e coinvolgono visivamente ed emotivamente chi le guarda. La ricchezza della visione attira e cattura in una commistione percettiva di emozione e "giocosità". Ogni quadro ha una sua sequenza speciale, propria e specifica. Lo stile caratteristico e identificativo delle sua pittura qualifica il "deposito interno" di messaggi e contenuti sostanziali e imprime potenza espressiva alla composizione.

 

La dottoressa Elena Gollini nel rimarcare gli aspetti fondanti del suo modus pingendi ha spiegato: "Quella di Matteo Fieno è un'arte dotata di efficace formula comunicativa in continuo divenire e in costante progressione, che si propone come un universo di idee ritrovato e rigenerato, al cui interno Matteo ha la libertà piena e totale di esprimersi, attraverso un'estrinsecazione senza vincoli, barriere e convenzioni. La poetica artistica coincide con la volontà di appropriarsi di un linguaggio senza retaggi e sedimenti schematici imposti, nell'intento di perseguire una possibilità comunicativa autonoma e indipendente. Le opere entrano in relazione diretta e interattiva con lo spazio reale circostante e si genera un contatto diretto con lo spettatore. Matteo dimostra una straordinaria capacità di saper coniugare e sintetizzare insieme l'antico e il moderno in un'incisiva, inedita e accattivante visionarietà dal gusto contemporaneo e al passo con i tempi". Inoltre ha sottolineato: "Nel suo fare artistico Matteo è perfettamente consapevole dei cambiamenti in atto nel mondo dell'arte. Considera l'arte viva, in grado di comunicare, di agire con il suo osservatore, se quest'ultimo è capace di partecipazione con interazione diretta e attiva. Le sue opere non appartengono al mondo predefinito e prestabilito dell'apparire e dell'essere, intesi nel senso più comune e di frequente uso del termine, ma assumono una connotazione inedita e sui generis. Il suo pensiero si può accostare a quello dell'illustre storico dell'arte Arturo Schwarz che asseriva che -un'opera d'arte per essere tale deve avere tre caratteristiche fondamentali: essere originale, provocare un'emozione, essere iniziatica".

matteo fieno | fieno | artista | artisti | italia | italiano | mostra | collettiva | donna | donne | femminilità | art | art | artisti | arte contemporanea | mostra | esposizione | opera | opere | quadro | quadri | elena gollini | art blog | gollini | matteo fieno artista | exhibition | works |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

I Settanta Anni Dell' UDI nel messaggio del Presidente Sergio Mattarella


Valeria Empoli e Matteo Nocera vincono la 24 Ore Telethon a Lavello


Matteo Fieno in Fiera Arte Genova con l'Associazione Culturale "Varaggio Art"


La carriera e le principali esperienze dell'Advisor di Forli Matteo Cosmi


MATTEO FIENO racconta la propria arte al premio “Città di Parigi”


L’Advisor Matteo Cosmi e le competenze nel settore del Temporary Management


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Stesso autore

La pittura "comunicativa" di Matteo Fieno

La pittura
Nell'evidenziare il talento artistico di Matteo Fieno la dottoressa Elena Gollini ha asserito: "Le immagini immortalate da Matteo sembrano essere spiate da una fessura virtuale, che si apre dinanzi allo spettatore con delicatezza, grazia ed eleganza. Questo spiare con grande garbo e rispetto attribuisce dignità e senso di protezione alle immagini evocate. I momenti fissati sono unici, (continua)

Grande successo per la nuova raccolta poetica di Alessandro Sammarini

Grande successo per la nuova raccolta poetica di Alessandro Sammarini
Sta ricevendo tanti positivi riscontri di apprezzamento la nuova raccolta poetica dal titolo "Le facce del dado" acquistabile su Amazon oppure inviando una mail all'indirizzo dell'autore Alessandro Samnarini asammarini@libero.it. Per comprendere al meglio la variegata produzione poetica di Alessandro bisogna recuperare la parte irrazionale che abita la profondità dell'anima e ali (continua)

La visionarietà tra arte e spirito di Mauro Maisel

La visionarietà tra arte e spirito di Mauro Maisel
Nell'individuare le peculiarità distintive del suo fare arte la dottoressa Elena Gollini ha spiegato: "Per Mauro Maisel ogni opera è simbolo di vera e autentica elevazione e ogni gesto creativo costituisce il raggiungimento di un'intima ascensione emozionale e arricchimento interiore. Nella sua arte emerge qualcosa di intangibile volutamente celato e non del tutto svelato e rive (continua)

L'arte sensoriale di Piergió

L'arte sensoriale di Piergió
"Il colore è il mezzo che consente di esercitare un influsso indiretto sull'anima. Il colore è il tasto, l'occhio il martelletto, l'anima è il pianoforte dalle molte corde. L'artista è una mano che toccando questo o quel tasto mette in vibrazione l'animo umano" (Vasilij Kandinskij). In perfetta sinergia con queste autorevoli riflessioni si articola il percorso (continua)

PierGió artista di ricerca e di riflessione

PierGió artista di ricerca e di riflessione
Un'opera d'arte è quello che c'è dietro l'opera, non quello che vedi. Sulla scia di queste profonde riflessioni PierGió intraprende con slancio e passione il cammino artistico, accostandosi al filone informale con quell'entusiasmo e quell'energia insiti nel suo pregevole talento creativo. Per lui fare arte equivale ad esprimere appieno il suo essere in modo intimo, attraverso (continua)