Home > News > Antonello De Pierro assalito su web da migliaia di utenti di destra dopo innocuo post

Antonello De Pierro assalito su web da migliaia di utenti di destra dopo innocuo post

scritto da: Daiotto | segnala un abuso

Antonello De Pierro assalito su web da migliaia di utenti di destra dopo innocuo post


Il presidente dell'Italia dei Diritti: "Aggredito ingiustificatamente sui social dai supporter Meloni e Salvini, quasi 2 mila i commenti inferociti al mio tweet per essere poi inseguito e coperto di insulti anche su Facebook e Instagram. Mai vista una simile violenza verbale". 

 

Roma - A dichiararlo, all'indomani della manifestazione di Fratelli d'Italia e Lega contro il nuovo Governo, il giornalista romano e presidente del Italia dei Diritti Antonello De Pierro che, ieri mattina, aveva descritto con toni aspri su Twitter il raduno di manifestanti in corso nei pressi di Montecitorio: "Quando sono arrivato in piazza - riprende il leader del movimento - non ho trovato una folla oceanica ad attendere i leader di Fdi e Lega. Alcune immagini che stavano circolando - prosegue De Pierro - riprendevano una piazza solo apparentemente gremita, comunque sovrastimata rispetto all'impressione che se ne aveva dal vivo. Per il resto - aggiunge -  chi mi conosce sa che ho commentato la scena con il mio stile che può non piacere ma che mai mi sarei aspettato innescasse simili reazioni"

Il giornalista romano descrive quanto avvenuto di lì a poco sulla pagina Twitter: "Nonostante fosse un post innocente, migliaia di utenti che appoggiavano la manifestazione hanno intasato i commenti, dandomi addosso e in alcuni casi insultandomi, per poi riversarsi sulle mie pagine Facebook con attacchi del medesimo tenore. Che dire, per quanto mi riguarda possono continuare. Dal canto mio - afferma - mai acclamerò' piccole piazze che, col braccio destro alzato, invocano un governo dell'odio e della discriminazione razziale. Il Paese ha bisogno di coesione in virtù di valori positivi che parlino di rispetto dei confini nazionali come di umanità e accoglienza. Riscriverei quel tweet e, a chi mi attacca a mezzo social, ricorderei i crimini del Ventennio, quando la piazza che oggi dicono di aver riempito sarebbe stato motivo di arresto. Il loro, oggi, è un patriottismo indotto da una politica che fa rivivere strani dejavu da cui, come presidente dell'Idd, intendo prendere piena distanza. Vorrei infine ricordare a Meloni e Salvini - si avvia a concludere - che le piazze memorabili sono state ben altre. Quasi 10 anni fa, il No Berlusconi Day riempiva San Giovanni in Laterano, dove la Questura parlò di 90 mila partecipanti, 1 milione per gli organizzatori. Solo noi, nonostante fossimo un movimento neonato partecipammo con oltre 1000 persone. Sicuramente, un seguìto non paragonabile a quello di un angolo di Montecitorio occupato ieri dai sostenitori del no al Conte bis".


Fonte notizia: https://italymedia.it/notizie/attualita-e-cronaca/3675-antonello-de-pierro-assalito-su-web-da-migliaia-di-utenti-di-destra-dopo-innocuo-post


Antonello De Pierro | Radio Roma | Italia dei Diritti | Nicola Zingaretti | Regione Lazio | Matteo Renzi | Sergio Pirozzi | Stefano Parisi | Jean-Léonard Toaudi | Roberta Lombardi | Elisabetta Canitano | Matteo Salvini | Daniele Leodori | Maurizio Veloccia | Parti |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

L'intervista a Erno Rossi per i suoi 40 anni di professione...


Aggredito dai mafiosi e accusato dallo Stato, Italia dei Diritti esprime solidarietà al suo presidente Antonello De Pierro


Antonello De Pierro, parla il poliziotto giornalista aggredito dal boss Spada e sanzionato incredibilmente dalla Polizia


Carlo Spinelli ( IDD ) precisa: De Pierro non ha mai invitato a sparare sui napoletani


Intervista ad Antonello Sanna, Amministratore Delegato di SCM SIM sugli obiettivi 2017


Antonello Sanna, AD e fondatore di SCM Sim S.p.A.


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

De Pierro su condanna Armando Spada, a Federica Angeli è andata meglio che a me

De Pierro su condanna Armando Spada, a Federica Angeli è andata meglio che a me
Il presidente dell'Italia dei Diritti, poliziotto e giornalista, interviene sulla sentenza che punisce con un anno di reclusione il boss di Ostia e racconta l'aggressione ai suoi danni e la clamorosa censura disciplinare della Polizia di Stato, lamentando l'indifferenza della giornalista di Repubblica e neo delegata alle periferie di Roma Capitale nei suoi confronti Roma - A più di sette anni dall'evento che, secondo l'accusa, avrebbe visto il noto boss di Ostia Armando Spada minacciare di morte la giornalista di Repubblica Federica Angeli, è arrivata, in primo grado la condanna a un anno di reclusione. La Angeli si recò nello stabilimento gestito da Spada per  realizzare un'intervista e le minacce in esame sarebbero state rivolte al suo indirizzo per in (continua)

Lettera aperta di Antonello De Pierro,il poliziotto giornalista aggredito dal boss Spada e punito paradossalmente dalla Polizia

Lettera aperta di Antonello De Pierro,il poliziotto giornalista aggredito dal boss Spada e punito paradossalmente dalla Polizia
AL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA AL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICAALLA PRESIDENTE DEL SENATOAL PRESIDENTE DELLACAMERA DEI DEPUTATIAL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRIAL MINISTRO DELLA GIUSTIZIAAL PRESIDENTE DELLA COMMISSIONEPARLAMENTARE DI INCHIESTA SUL FENOMENODELLE MAFIE E SULLE ALTRE ASSOCIAZIONICRIMINALI, ANCHE STRANIEREAL PROCURATORE NAZIONALE ANTIMAFIAAL PROCURATORE DISTRETTUALE ANTIMAFIA ROMAAL PROCURATORE DELLA  (continua)

Antonello De Pierro, parla il poliziotto giornalista aggredito dal boss Spada e sanzionato incredibilmente dalla Polizia

Antonello De Pierro, parla il poliziotto giornalista aggredito dal boss Spada e sanzionato incredibilmente dalla Polizia
Il presidente dell'Italia dei Diritti ha deciso di rompere il silenzio sull'assurda vicenda, che vide il suo dirigente credere alla versione del clan. Era stata chiesta la destituzione poi derubricata in deplorazione, con carriera bloccata. Presto sarà un baby pensionato a spese dei cittadini, che sono costretti a lavorare fino a 67 anni Roma - E' nota a molti la vicenda che ha coinvolto, suo malgrado, il presidente dell'Italia dei Diritti Antonello De Pierro e la sua famiglia, in particolare sua madre Lucia Salvati, dirigente statale in pensione, i quali, dopo aver presentato un esposto per abusi edilizi sono stati risucchiati in un vortice kafkiano fatto di intimidazioni, coperture istituzionali, aggressioni mafiose.Il giornalis (continua)

De Pierro, a Percile ha vinto l'Italia dei Diritti

De Pierro, a Percile ha vinto l'Italia dei Diritti
Il presidente del movimento commenta il 30% ottenuto alle ultime elezioni nel comune della Valle Ustica e spiega perché considera questo risultato un successo Roma - Ad alcuni giorni dallo spoglio delle elezioni amministrative 2020, che hanno visto il movimento Italia dei Diritti partecipare con una lista in più comuni, il presidente Antonello De Pierro, il giornalista ex direttore e voce storica di Radio Roma che lo fondò alcuni anni or sono, si avventura in una disamina del voto. E lo fa con riferimento a Percile, incantevole borgo della Città Metropo (continua)

Carlo Spinelli nuovo responsabile per la Politica Interna dell'Italia dei Diritti

Carlo Spinelli nuovo responsabile per la Politica Interna dell'Italia dei Diritti
Il segretario provinciale romano, membro del direttivo nazionale, è stato nominato dal fondatore e presidente del movimento Antonello De Pierro e succede a Oscar Tortosa, il quale da alcuni mesi ha assunto la carica di vice presidente Roma - Il movimento Italia dei Diritti, fondato e presieduto dal giornalista Antonello De Pierro, ha un nuovo responsabile del Dipartimento Politica Interna.Si tratta di Carlo Spinelli, membro del direttivo nazionale e segretario provinciale romano, che succede a Oscar Tortosa, approdato da qualche tempo alla carica di vice presidente. La nomina è giunta direttamente dal presidente De Pierro dopo (continua)