Home > Cultura > Vincent Van Gogh folgorato dal Giappone

Vincent Van Gogh folgorato dal Giappone

articolo pubblicato da: andrea.gentili1a@libero.it | segnala un abuso

Vincent Van Gogh folgorato dal Giappone
Dopo il successo di Loving Vincent e Van Gogh. Tra il grano e il cielo Nexo Digital presenta la nuova stagione della grande arte al cinema con “ Van Gogh e il Giappone “ che sarà in sala soltanto per il 16, 17, 18 settembre. Il docufilm propone un viaggio tra le bellezze della Provenza, l’enigma del Giappone e le sale della mostra ospitata nel 2018 al Van Gogh Museum di Amsterdam: grazie alle lettere dell’artista e alle testimonianze dei suoi contemporanei, questo commovente docufilm rivela l'affascinante storia del profondo, intenso legame tra Van Gogh e l'arte giapponese e il ruolo che l’arte di questo paese, mai visitato dall’artista, ebbe sul suo lavoro. Oltre a indagare la tendenza del japonisme, Van Gogh e il Giappone ci guiderà attraverso l’arte del calligrafo Tomoko Kawao e dell'artista performativo Tatsumi Orimoto per comprendere appieno lo spirito e le caratteristiche dell’arte del Sol Levante. Quando il periodo Edo terminò, nel 1868, e il Giappone si aprì all’Occidente, Parigi venne infatti inondata di tutto ciò che era giapponese sotto forma di oggetti decorativi e stampe colorate impresse con matrici di legno chiamate 'ukiyo-e' (letteralmente “immagini del mondo fluttuante”). Van Gogh rimase affascinato da tutti gli elementi di questa straordinaria cultura visiva e dal modo in cui potevano essere adattati alla ricerca di un nuovo modo di vedere. Lesse le descrizioni del Giappone, acquistò stampe per tappezzare la sua stanza e studiò attentamente le opere giapponesi soffermandosi sulle figure femminili nei giardini o sui bagnasciuga, su fiori, alberi e rami contorti: apprezzava di quei lavori linee e purezza compositiva tanto da farne una fonte d’ispirazione imprescindibile per la sua pittura. Nel 1888, del resto, Parigi era diventata per Vincent una città troppo frenetica. Per questo il pittore decise di partire per il sud della Francia, alla ricerca di nuovi spunti e di una vita a più stretto contatto con la natura. In Provenza, Van Gogh scoprì un paesaggio magnifico, una luce potente, una popolazione dai costumi tradizionali e per certi versi “esotici”, capaci di dialogare con la sua visione idealizzata del Giappone e con il suo “sogno” giapponese. Quelli che seguirono furono per lui anni prolifici, ma anche estremamente travagliati, che diedero linfa vitale ad alcune delle opere più iconiche della sua intera produzione, come I Girasoli e i suoi celebri ritratti. La Grande Arte al Cinema è un progetto originale ed esclusivo di Nexo Digital che dal suo debutto ad oggi ha già portato al cinema 2 milioni di spettatori. Nel 2019 la Grande Arte al Cinema è distribuita in esclusiva per l’Italia da Nexo Digital con i media partner Radio Capital, Sky Arte e MYmovies.it. Andrea Gentili

vangogh | giappone | Tomoko Kawao |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Accu Asus k52je Kopen Lage Prijs


Lenovo G40-30 Laptop Accu Kopen Online (32Wh 14.4V)


Laptop Accu Asus x55vd Beste Professioneel


Accu Asus r751jn laptop professioneel


Laptop Accu Asus a501lb


Kopen Asus F550WE laptop accu op kopenaccu.com


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

The Wine Net – Italian Co-Op Excellence rinnova la partecipazione al Festival della Gastronomia di Roma

The Wine Net – Italian Co-Op Excellence rinnova la partecipazione al Festival della Gastronomia di Roma
The Wine Net, la rete di cooperative d’eccellenza italiane, rinnova la sua adesione per il secondo anno al Festival della Gastronomia a Roma, la kermesse organizzata dal celebre critico enogastronomico Luigi Cremona e Witaly che si svolgerà presso Officine Farneto (via dei Monti della Farnesina 77, 00135, Roma) nella giornata di lunedì 28 ottobre. All’interno dell’evento fieristico, che vedrà le (continua)

Abiti, fiori, mise en place, musica, cadeaux e un delizioso cocktail. Botanic Trend Setter emoziona le spose di Roma nell’incanto di Villa di Fiorano.

Abiti, fiori, mise en place, musica, cadeaux e un delizioso cocktail. Botanic Trend Setter emoziona le spose di Roma nell’incanto di Villa di Fiorano.
Giungere a Villa di Fiorano è di per sé un’esperienza estremamente appagante: come in una ascesa verso la bellezza, bisogna percorrere lentamente la via Appia Antica, nel silenzio che fa risuonare i passi sulle orme della storia, in un’atmosfera magica che coinvolge ed emoziona e, mentre il sole, dardeggiando placido, tramonta tra i pini, avvolgendoci nel suo caldo abbraccio, colorando d’arancio i (continua)

“ Mediterraneo ” per La Festa del Cinema di Roma

“ Mediterraneo ” per La Festa del Cinema di Roma
Mediterraneo: è il nome della nuova location che si è inaugurata nello spazio Maxxi di Roma. Un ambiente scandito da sovrapposizioni di elementi tipici del nostro continente: dalla terracotta alla ceramica smaltata, dal vetro al legno in un’atmosfera dal colore post industriale. Un luogo dinamico e suggestivo punto di ritrovo e di aggregazione per un target appassionato d’arte, innovazione e buona (continua)

Donne e Vini da far Girar la Testa

Donne e Vini da far Girar la Testa
Wine&Fashion - Donne e Vini da far girar la testa torna a Roma, martedì 22 ottobre 2019, al Casale Tor di Quinto, in via del Casale di Tor di Quinto 1, una location dal sapore antico che riporta alle atmosfere del medioevo. La manifestazione, firmata Sara Iannone, da oltre vent’anni impegnata nella promozione e nella valorizzazione dell’agroalimentare, della produttività, della creatività e della (continua)

I 17 anni del PREMIO KINÉO “diamanti al cinema”_ 31 agosto ore 18.00 cocktail_ 1 settembre ore 11.00 Conferenza stampa

I 17 anni del PREMIO KINÉO “diamanti al cinema”_ 31 agosto ore 18.00 cocktail_ 1 settembre ore 11.00 Conferenza stampa
Domenica 1 settembre 2019 si terrà alla 76. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica la 17. edizione del PREMIO KINÉO, il riconoscimento al cinema italiano votato dal pubblico, prevalentemente delle sale cinematografiche ANEC (sul sito www.kineo.info), e da una giuria internazionale di personalità eccellenti del mondo del cinema. Progettato nel 2001 al Ministero per i Beni e le Attività (continua)