Home > Arte e restauro > Matteo Fieno parla della sua prima mostra personale a Milano

Matteo Fieno parla della sua prima mostra personale a Milano

articolo pubblicato da: elenagolliniartblogger | segnala un abuso

Matteo Fieno parla della sua prima mostra personale a Milano

L'artista Matteo Fieno inaugura Venerdì 22 Novembre 2019, alle ore 18, la sua prima mostra personale a Milano, presso la rinomata Milano Art Gallery, situata in via G. Alessi 11, nel cuore del centro storico cittadino. La mostra “Declinazioni al femminile” sarà visitabile ad ingresso libero fino al 6 Dicembre 2019. Di seguito l'intervista all'artista.

D: Sarai certamente molto emozionato per la tua prima personale; perché hai scelto Milano come città ospitante e cosa ti aspetti da questa importante esposizione?
R: Effettivamente l'emozione inizia a farsi sentire. Diciamo che ho scelto Milano spinto dal desiderio di esporre i miei lavori in un grande palcoscenico, sperando che possa rappresentare una grossa validazione per il mio lavoro artistico.

D: Come è avvenuta la selezione delle 42 opere che saranno allestite in mostra? Come è stato scelto il titolo "Declinazioni al femminile"?
R: Ci tenevo che la mostra fosse improntata esclusivamente sulle mie tele e non sui miei dipinti su carta, in modo da ottenere un maggior impatto. Il titolo "Declinazioni al femminile" mi è sembrata la tematica centrale alla mia ricerca artistica e anche un'efficace definizione che spiega quale sia la mia attitudine creativa.

D: Raccontaci in cosa consiste il tuo speciale "Diario delle donne" che hai pensato di consegnare durante la mostra al posto del tradizionale catalogo;
R: Ci tengo a far passare il messaggio che tutti si possono identificare nelle mie donne, perché tutti possiamo condividere gli stessi sentimenti a dispetto di differenze culturali, sociali, linguistiche, di sesso, di razza... Infatti, l'obiettivo principale di un uomo che dipinge le donne è di porre uno scomodo quesito sul fatto che il mondo forse non è diviso in fazioni come ci hanno detto, ma va soltanto visto con occhi diversi.

D: E se dovessi con un motto simbolico definire questa tua mostra, quale sceglieresti?
R: Mi verrebbe da citare una celebre frase di Berthe Morisot “È importante esprimere se stessi... siamo dotati di sentimenti e questi sono reali quando sono attinti dalla propria esperienza”.

matteo fieno | fieno | artista | artisti | italia | italiano | mostra | donna | donne | femminilità | art | artisti | arte contemporanea | esposizione | opera | opere | quadro | quadri | elena gollini | exhibition | works | biennale | milano | gallery |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

In Carnia_Tutti sullo Zoncolan per la fienagione


Il talento piemontese Matteo Fieno alla Milano Art Gallery presentato da Salvo Nugnes


Matteo Fieno inaugura la sua personale a Milano con ospiti di spicco


Milano Art Gallery celebra la donna con Matteo Fieno e la sua personale Declinazioni al femminile


Valeria Empoli e Matteo Nocera vincono la 24 Ore Telethon a Lavello


Brerart 2017


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

La pittura senza confini di Davide Romanò

La pittura senza confini di Davide Romanò
Il poliedrico artista Davide Romanò è senza dubbio una figura di calibro nell'attuale panorama artistico contemporaneo e merita una giusta considerazione di interesse. In lui si riuniscono e si rispecchiano il talento innato e la voglia di sperimentare, come una sfida entusiasmante e avvincente, per andare sempre oltre e al di là del già visto e del già rappresen (continua)

Massimo Caramia artista del marmo: tradizione e innovazione in perfetto connubio

Massimo Caramia artista del marmo: tradizione e innovazione in perfetto connubio
L'artista del marmo Massimo Caramia ha di recente ottenuto il patrocinio istituzionale dal Comune di Pietrasanta per il progetto di ricerca denominato "Il marmo dai 1000 volti" che lo vede impegnato in prima linea nel portare avanti la promozione capillare, connessa a uno straordinario blocco di origine medicea di sua proprietà. Al contempo prosegue la sua apprezzata attivit&agrav (continua)

La mostra fotografica "Mood photo" di Alessandro Bassani a cura di Elena Gollini è online

La mostra fotografica
La nuova piattaforma delle mostre online a cura della dottoressa Elena Gollini ospita la pregevole mostra di fotografia artistica d'autore di Alessandro Bassani, dal titolo volutamente d'impronta cosmopolita "Mood photo". Sono inserite nella gallery un gruppo di 20 esclusive immagini fotografiche coperte da apposita copyright, che Bassani ha realizzato seguendo il suo particolare ed ecle (continua)

La nuova piattaforma delle mostre online a cura di Elena Gollini accoglie l'arte di Maurilio Iembo

La nuova piattaforma delle mostre online a cura di Elena Gollini accoglie l'arte di Maurilio Iembo
È online la mostra dal titolo emblematico "Creature vive" a cura della dottoressa Elena Gollini dedicata all'arte informale e non convenzionale dell'artista designer Maurilio Iembo, con una photogallery di 20 opere appartenenti a due nuovi particolari circuiti pittorici denominati "Geometrie spaziali" e "Segreto nero". La dottoressa Gollini nel commentare quest (continua)

Il progetto "Il marmo dai 1000 volti" di Massimo Caramia ottiene il Patrocinio di Pietrasanta

Il progetto
“Il marmo dai 1000 volti” è un progetto di ricerca di grande spessore capitanato dall'artista Massimo Caramia e coordinato dalla dottoressa Elena Gollini, che riguarda un maestoso blocco mediceo di secolare origine, che possiede al suo interno delle misteriose figurazioni molto particolari e di notevole impatto visivo. La dottoressa Gollini ha spiegato: "Sapienza tecnica, t (continua)