Home > Arte e restauro > Intervista a Mauro Maisel: Abramović, Picasso e delirio creativo

Intervista a Mauro Maisel: Abramović, Picasso e delirio creativo

articolo pubblicato da: elenagolliniartblogger | segnala un abuso

Intervista a Mauro Maisel: Abramović, Picasso e delirio creativo

L'artista Mauro Maisel è stato intervistato ancora una volta al fine di comprendere al meglio la sua arte, la sua visione, la sua ispirazione.

D: La tua arte è assimilabile anche al concetto di Performance Art che vede come testimonial eccellente per antonomasia la grande Marina Abramović. Un tuo commento di riflessione su questa sua famosissima citazione emblematica: "Il pubblico è come un cane. Possono sentire immediatamente di aver paura, di essere insicuri e di non essere nel giusto stato d'animo e se ne vanno".
R: Beh, sicuramente ad una performance della Sig.ra Abramović, avrei fatto sicuramente come il cane, ma nello stato di non essere interessato a ciò che sta succedendo ed andandomene.

D: Un commento di riflessione su questa risposta ad effetto del mitico Pablo Picasso, quando gli è stato chiesto cosa significassero i suoi quadri e lui ha risposto perentorio: "Sai mai cosa stanno cantando gli uccelli? No, ma tu li ascolti lo stesso".
R: Il grande Mister Pablo, ha trovato la risposta più brillante! Liberarsi da tante domande banali poste.

D: Ci sveli qualche aneddoto su quello che è il momento saliente cruciale della tua fase di ispirazione? Cosa ti fa scattare il cosiddetto delirio creativo incalzante?
R: Il momento saliente è stato sicuramente l'errore in un test creativo che ha fatto nascere il mio stile. Stavo provando materiali nuovi e l'idea era creare un cuore sacro in rilievo che uscisse dalla tela, realizzai il tutto con gesso e colori, andai a casa e l'indomani tornai per visionare il risultato... Ci fu silenzio al primo impatto, poi rabbia e volgarità, il mio cuore sacro era ammosciato come un soufflé e tutto strabordante fuori dal supporto, presi una spatola e cominciai a mischiare l'impasto ormai informe creando un mix di colore voluminoso ed insignificante a prima vista. Non sapevo ancora sarebbe divenuto il mio stile. Una volta asciutto, l'effetto mi entusiasmò ed allora cominciai a perfezionare la tecnica, fin al risultato d'ora, in cui ogni qualvolta io crei qualcosa di nuovo, scopro segreti e tempistiche nell'uso di questi materiali.

Mauro maisel | maisel | artista | italiano | arte | artisti | italiani | italia | colore | cromatismo | opere | opera | pittore | pittura | scultore | sculture | scultore | dipinto | art | mostra | mostre | esposizione | collettiva | personale |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Wassily Kandinsky. “Schichtweise” Il prossimo autunno, nel Palazzo della Gran Guardia,


Con Destini Incrociati i grandi nomi del Design e dell’Arte in versione podcast


Trituratore Saniplus: un intero bagno dove vuoi tu!


TRITURATORE SANIBEST PRO: UN INTERO BAGNO DOVE VUOI TU!


SPAZIO ALL'ARTE TECNOLOGICA


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Graziano Ciacchini: arte per sognare

Graziano Ciacchini: arte per sognare
La pittura di Graziano Ciacchini contiene in sé una componente onirica di indubbia valenza sostanziale e vuole far approdare ad una dimensione speciale, protetta e rassicurante che stimola sensazioni di positiva piacevolezza visiva e percettiva. La dottoressa Elena Gollini ha sintetizzato un corollario di riflessioni mirate per delineare questi concetti salienti caratterizzanti affermando: (continua)

Mauro Maisel: arte subliminale e vigore espressivo

Mauro Maisel: arte subliminale e vigore espressivo
Goethe nel Faust dice: "Come tutto s'intesse nel gran tutto ed ogni cosa nell'altra opera e vive". Questa frase sintetizza il messaggio subliminale che Mauro Maisel ci consegna attraverso le forme e i colori della sua produzione. Artista di moderne vedute, dallo spirito innovativo, dal talento versatile e dalla personalità solare, energica e spirituale che esprime e manifesta nel (continua)

Matteo Fieno inaugura la sua personale a Milano con ospiti di spicco

Matteo Fieno inaugura la sua personale a Milano con ospiti di spicco
Matteo Fieno protagonista in mostra personale alla storica Milano Art Gallery in via Alessi 11 a Milano, ha inaugurato l'esposizione prestigiosa lo scorso 22 Novembre con un parterre di ospiti davvero importanti, figure di spicco che hanno espresso grande consenso per le opere pittoriche. Tra i presenti anche Paolo Boeri Roi e Sergio Capaldo, due industriali che portano avanti l'eccellenza del Mad (continua)

Matteo Fieno parla della sua prima mostra personale a Milano

Matteo Fieno parla della sua prima mostra personale a Milano
L'artista Matteo Fieno inaugura Venerdì 22 Novembre 2019, alle ore 18, la sua prima mostra personale a Milano, presso la rinomata Milano Art Gallery, situata in via G. Alessi 11, nel cuore del centro storico cittadino. La mostra “Declinazioni al femminile” sarà visitabile ad ingresso libero fino al 6 Dicembre 2019. Di seguito l'intervista all'artista. D: Sarai certamente (continua)

Massimo Caramia nella magia di un antico blocco di marmo di genesi medicea

Massimo Caramia nella magia di un antico blocco di marmo di genesi medicea
Massimo Caramia conosciuto come l'artista del marmo ha la proprietà esclusiva di un vero prodigio della natura: un blocco di marmo rarissimo che si palesa nelle sue possenti fattezze con un peso di 150 quintali, racchiudendo e custodendo un prezioso patrimonio artistico tutto ancora da scoprire e rivelare all'opinione pubblica. All'interno di questo maestoso blocco sono intarsiate delle fig (continua)