Home > Arte e restauro > Intervista a Mauro Maisel: Abramović, Picasso e delirio creativo

Intervista a Mauro Maisel: Abramović, Picasso e delirio creativo

scritto da: Elenagolliniartblogger | segnala un abuso

Intervista a Mauro Maisel: Abramović, Picasso e delirio creativo


L'artista Mauro Maisel è stato intervistato ancora una volta al fine di comprendere al meglio la sua arte, la sua visione, la sua ispirazione.

D: La tua arte è assimilabile anche al concetto di Performance Art che vede come testimonial eccellente per antonomasia la grande Marina Abramović. Un tuo commento di riflessione su questa sua famosissima citazione emblematica: "Il pubblico è come un cane. Possono sentire immediatamente di aver paura, di essere insicuri e di non essere nel giusto stato d'animo e se ne vanno".
R: Beh, sicuramente ad una performance della Sig.ra Abramović, avrei fatto sicuramente come il cane, ma nello stato di non essere interessato a ciò che sta succedendo ed andandomene.

D: Un commento di riflessione su questa risposta ad effetto del mitico Pablo Picasso, quando gli è stato chiesto cosa significassero i suoi quadri e lui ha risposto perentorio: "Sai mai cosa stanno cantando gli uccelli? No, ma tu li ascolti lo stesso".
R: Il grande Mister Pablo, ha trovato la risposta più brillante! Liberarsi da tante domande banali poste.

D: Ci sveli qualche aneddoto su quello che è il momento saliente cruciale della tua fase di ispirazione? Cosa ti fa scattare il cosiddetto delirio creativo incalzante?
R: Il momento saliente è stato sicuramente l'errore in un test creativo che ha fatto nascere il mio stile. Stavo provando materiali nuovi e l'idea era creare un cuore sacro in rilievo che uscisse dalla tela, realizzai il tutto con gesso e colori, andai a casa e l'indomani tornai per visionare il risultato... Ci fu silenzio al primo impatto, poi rabbia e volgarità, il mio cuore sacro era ammosciato come un soufflé e tutto strabordante fuori dal supporto, presi una spatola e cominciai a mischiare l'impasto ormai informe creando un mix di colore voluminoso ed insignificante a prima vista. Non sapevo ancora sarebbe divenuto il mio stile. Una volta asciutto, l'effetto mi entusiasmò ed allora cominciai a perfezionare la tecnica, fin al risultato d'ora, in cui ogni qualvolta io crei qualcosa di nuovo, scopro segreti e tempistiche nell'uso di questi materiali.


Fonte notizia: http://www.elenagolliniartblogger.com/mauro-maisel


Mauro maisel | maisel | artista | italiano | arte | artisti | italiani | italia | colore | cromatismo | opere | opera | pittore | pittura | scultore | sculture | scultore | dipinto | art | mostra | mostre | esposizione | collettiva | personale |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Wassily Kandinsky. “Schichtweise” Il prossimo autunno, nel Palazzo della Gran Guardia,


Con Destini Incrociati i grandi nomi del Design e dell’Arte in versione podcast


Sergio bava Non credo negli incidenti. Ci sono solo incontri nella storia. Non ci sono incidenti.


Trituratore Saniplus: un intero bagno dove vuoi tu!


TRITURATORE SANIBEST PRO: UN INTERO BAGNO DOVE VUOI TU!


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

L'informalismo pittorico di matrice intellettuale di Roberto Re

L'informalismo pittorico di matrice intellettuale di Roberto Re
Alla fatidica domanda “cos'è l'arte per l'uomo moderno?” certamente Roberto Re potrà rispondere con il senno di causa, che l'arte rappresenta una certezza e una convinzione intellettuale indispensabile e assolutamente imprescindibile nel suo vissuto e nel suo vivere attuale, che gli permette di concepire e di trasfigurare i sentimenti e le emozioni in forme astratte, che trovano la loro rad (continua)

La simbolica siepe leopardiana nella pittura di Federico Colli

La simbolica siepe leopardiana nella pittura di Federico Colli
 La Dott.ssa Elena Gollini nell'evidenziare la simbolica connessione con la siepe leopardiana e la produzione pittorica realizzata da Federico Colli ha voluto rimarcare: “Dimensione e misura, ma di altissima quota, con il limite immaginifico della siepe leopardiana di antica memoria e come il limite delle vette delle montagne tanto amate e ammirate da Federico, montagne dove si sente per (continua)

Il poliedrico artista Ivano Rota in mostra online curata da Elena Gollini

Il poliedrico artista Ivano Rota in mostra online curata da Elena Gollini
L'eclettico anticonformismo artistico del poliedrico Ivano Rota emerge appieno nella mostra online dal titolo volutamente provocante e provocatorio “Urlo al cielo la mia ignoranza!” inserita all'interno della piattaforma web a cura della Dott.ssa Elena Gollini, che lo ha selezionato apprezzandone le componenti qualitative sostanziali e considerando quella di Rota un'arte per il sociale di no (continua)

Gianluigi Zeni espone in mostra online dal titolo "Energia della suggestione"

Gianluigi Zeni espone in mostra online dal titolo
Il talentuoso scultore contemporaneo Gianluigi Zeni è stato selezionato per l'inserimento all'interno della piattaforma di mostre online curata dalla Dott.ssa Elena Gollini con un circuito di 20 sculture di grande spessore evocativo e notevole energia suggestiva. La mostra è intitolata proprio simbolicamente “Energia della suggestione” per enfatizzare la portata e la potenza della visionari (continua)

Roberto Re e il concetto di “oltre” nella pittura

Roberto Re e il concetto di “oltre” nella pittura
“E oltre”. Questa frase così misteriosamente enigmatica, intrigante e accattivante riassume perfettamente la sintesi sostanziale emblematica della pittura di Roberto Re, artista che si dedica con convinta motivazione e compiaciuta soddisfazione alla sperimentazione astratta di matrice materica e soprattutto ad una fase importante canalizzata e orientata verso lo studio accurato e approfondit (continua)