Home > Arte e restauro > navid azimi sajadi - the bridge

navid azimi sajadi - the bridge

scritto da: Francescababoni | segnala un abuso

navid azimi sajadi - the bridge


Navid Azimi Sajadi The Bridge solo show Inaugurazione giovedì 12 dicembre 2019, ore 18.30 Trento, Paolo Maria Deanesi Gallery Si inaugura giovedì 12 dicembre alle ore 18.30 presso la Paolo Maria Deanesi Gallery di Trento la mostra personale di Navid Azimi Sajadi The bridge. L'artista allestisce nella galleria una parte del progetto The Bridge Project, presentato l'anno scorso al MACRO di Roma. Il progetto riguarda una serie di disegni (inchiostri realizzati a mano, acquerelli o foglie d'oro su carta Fabriano), opere su tela e un documentario girato da Marcelo Lippi (La Chimera) che, insieme, costituiscono un corteo allegorico. “Figure femminili a mezza-ruota o 'a ponte' fanno riferimento al culto visivo presente nel territorio mediterraneo, dall’Egitto agli Etruschi. Ogni figura femminile contiene un particolare oggetto ibrido, una fusione unificata di vari oggetti religiosi e cult images, simboli noti e riferimenti storici della nostra società contemporanea. Ogni personaggio riesce a dare vita a contenuti e metafore visive. Le trasfigurazioni, insieme al ritmo della contrapposizione dei lavori, mostrano il modo in cui queste immagini vengono create e trasformate in idoli della nostra era. Questo ponte immaginato risulta difatti una sfilata di idoli femminili, una parata delle immagini di culto del nostro tempo, che celebra e annuncia la sua coesistenza apocalittica” (statement dell'artista). “Il progetto complessivo di Navid Azimi Sajadi vuole essere difatti 'un ponte' umano celebrativo tra la cultura occidentale e quella orientale che si snoda attraverso una parata, una carrellata metaforica e visionaria di figure femminili contemporanee, con posture che trovano riferimenti nelle pose delle figure dei vasi antichi come fossero divinità di un nuovo e possibile mondo, colte nell'atto di partorire vere e proprie bandiere simboliche di un universo in divenire. La decifrazione è molto libera, segno che non viene presentato un codice prioritario di lettura. I corpi nudi delle donne-ponte sono un corpus segnico che cementa diversi influssi, segno evidente che certi codici devono essere per forza condivisi e riformulati con nuovi valori“ (Francesca Baboni e Stefano Taddei dal testo di presentazione della mostra). opere di Navid Azimi Sajadi Opening Thursday December 12th 2019, 6.30 pm Trento, Paolo Maria Deanesi Gallery Paolo Maria Deanesi Gallery is pleased to announce the opening of Navid Azimi Sajadi’s first solo show in Trento - The Bridge - on Thursday December 12th, 6.30 pm. The artist sets up in the Gallery a part of the whole The Bridge Project, that has been presented by MACRO Museum, Rome, in 2018. The project concerns a series of drawings (hand-made inks, watercolors, gold leafs on Fabriano paper), works on canvas and a documentary film (La Chimera), directed by Marcello Lippi, that, together, represent an allegorical parade. “Half-wheel or bridge figures refer to visual cults of the Mediterranean area, streched from Egypt to Etruscans. Each of these figures contains a particular hybrid objects, cross-dressed with a unified fusion of various religious objects and familiar cult-images or known symbols and historical references of our contemporary society. These personages give life to new contents and visual metaphors. The transfiguration of these figures, together with the rhythm of juxtaposition of the works, shows the way these images are created and transformed into the idols of our contemporary era. This imaginary bridge is a parade of female idols, a procession of the cult-images of our time, celebrating and announcing an apocalyptic coexistence” (statement of the artist). “The whole project by Navid Azimi Sajadi wants to be a real, celebrative and human, ‘bridge’ between western and eastern culture. This project develops in the form of a parade, a metaphoric and visionary procession of female contemporary characters, with postures that have references in the figures of ancient vases, like goddesses of a new possible world in the act of give birth to real symbols of a universe in motion. The interpretation is left free for everyone, sign that there is no defined codex to read this works. The nude bodies of the bridge-women are metaphorical signs that unify diverse influences. This is an evident proof that meanings have to be shared and reenacted with new values” (Francesca Baboni and Stefano Taddei from the presentation essay of the exhibition). works by Navid Azimi Sajadi Navid Azimi Sajadi The Bridge solo show Trento, Paolo Maria Deanesi Gallery 12 dicembre 2019 - 22 febbraio 2020 mer-gio-ven 15.00-19.00; sab 10-12.30 altri giorni su appuntamento / other days on appointment PAOLO MARIA DEANESI GALLERY Vicolo dell'Adige, 17-19 38122 Trento - I gallery@paolomariadeanesi.it m. +39 348 2330764 www.paolomariadeanesi.it

Fonte notizia: http://paolomariadenaesi.it


cultura | arte | mostre | personale | artista |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

OfficinARS - Durante e dopo: Resilienza


Sabato 6 e Domenica 7 Luglio appuntamento a Genova per la Sesta Edizione del Torneo Nazionale a Coppie di Bridge e il Primo Torneo nazionale a squadre “Città di Genova”


Nasce Bridge Partners, la prima società italiana di formazione e consulenza specializzata nello sviluppo della capacità negoziale manageriale


L’EVOLUZIONE DI UN SOGNO: THE BRIDGE CRESCE E SI RINNOVA


Il Bridge saluta Maria Teresa Lavazza


Intel Core i7 3960X: l’ora di Sandy Bridge Extreme


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

visioni laterali

visioni laterali
Mu.Vi ViadanaVISIONI LATERALIL'ARTE IRREGOLARE TRA IERI E OGGIBENASSI, CAROZZI, COVILI, GHIZZARDI, LATTUCA, NASI, ROVESTIARGIOLAS, BULDINI, BUELL, EL GATO CHIMNEY, FORTIN, GIOVAGNOLI, LAURINA PAPERINAa cura di Paolo Conti, Francesca Baboni, Stefano Taddei12 settembre - 8 novembreSabato 12 settembre alle ore 17.00 presso il Museo Mu.Vi di Viadana (MN), inaugura la mostra "Visioni laterali – L'arte (continua)

La prigionia dell'Io

La prigionia dell'Io
Galleria d'Arte Contemporanea di Palazzo Ducale LA PRIGIONIA DELL'IO Opere di: STEFANO BOSIS ALFIO GIURATO ANDREA MARICONTI SERGIO PADOVANI 22 febbraio – 5 aprile 2020 a cura di Francesca Baboni e Stefano Taddei Sabato 22 febbraio alle ore 16.30 presso la Galleria d'Arte Contemporanea di Palazzo Ducale di Pavullo nel Frignano (Mo) si inaugura la mostra collettiva "La p (continua)

hackatao "the truth is"

hackatao
HACKATAO "THE TRUTH IS. THE INEXPLICABLE WILL BE REVEALED" a cura di Francesca Baboni e Stefano Taddei 30 NOVEMBRE – 2 FEBBRAIO 2020 Sabato 30 novembre alle 17.30 presso la galleria Zanini Arte contemporary di San Benedetto Po (Mn) si inaugura una mostra personale degli Hackatao "The truth is" a cura di Francesca Baboni e Stefano Taddei, incentrata interamente sul co (continua)

Massimo Lagrotteria "Archetipo"

Massimo Lagrotteria
MASSIMO LAGROTTERIA ARCHETIPO 29 NOVEMBRE – 27 DICEMBRE Venerdì 29 novembre dalle ore 19.00 si inaugura una mostra personale di Massimo Lagrotteria "Archetipo" presso Nologo officina arredo di Sandro Alberghini, un nuovo spazio espositivo che intende valorizzare l'arte contemporanea di qualità all'interno del suggestivo spazio di una chiesa sconsacrata nel cuore di Cento (Fe). La mos (continua)

giuseppe rossi "Nature inside"

giuseppe rossi
GIUSEPPE ROSSI NATURE INSIDE a cura di Francesca Baboni e Stefano Taddei 19 ottobre - 3 novembre 2019 Si inaugura sabato 19 ottobre alle 17.00 al Museo Diocesano Francesco Gonzaga di Mantova la mostra personale di Giuseppe Rossi Nature inside, a cura di Francesca Baboni e Stefano Taddei. L'esposizione, realizzata in collaborazione con la galleria Zanini arte contempo (continua)