Home > Altro > Le mura domestiche: il nido ideale dei “Pesciolini d’argento”

Le mura domestiche: il nido ideale dei “Pesciolini d’argento”

scritto da: Webmasterdeslab | segnala un abuso

Le mura domestiche: il nido ideale dei “Pesciolini d’argento”


 

Legno, diverse varietà di tessuti, ma soprattutto carta: è questo il menù preferito dal “Lepisma Saccharina”, meglio conosciuto come “Pesciolino d’argento”, un piccolissimo insetto dalle lunghe antenne abituato ad albergare nelle nostre case e in grado di creare danni ingenti che potrebbero richiedere un trattamento antitarlo mirato.

A sorprendere di questo microorganismo non è tanto la lunghezza (circa 10-15 mm), ma il suo aspetto: il colore grigio-metallico e la pelle cangiante gli consentono di somigliare a un piccolissimo pesce pur non vivendo in acqua. Di simile ha tuttavia altre caratteristiche, come il fatto di sgusciare via rendendosi inafferrabile, e il mimetismo, in virtù di un colore della pelle che varia dal grigio argentato al blu scuro.

Un fattore, quest’ultimo, che gli consente di nascondersi bene all’interno delle abitazioni anche alla luce della sua longevità: questi piccoli animaletti hanno infatti una vita media di 3 anni e sono abituati al digiuno per interi mesi. Una vita lunga che si associa ad un’elevata capacità produttiva, perché le femmine sono in grado di deporre fino a 20 uova al giorno per un massimo di 3500 uova nell’arco di tutta la vita.

Uova che, solitamente, vengono deposte in piccoli anfratti come intercapedini, il retro dei battiscopa e piccole fessure di mobili e travi in legno. Motivo per il quale vengono denominati anche “Pesciolini del legno”. Appartenenti alla famiglia dei Tisanuri, questi insetti sono attivi nelle ore notturne, prediligono ambienti umidi e si nutrono di amidi e zuccheri, ovvero sostanze presenti non solo negli alimenti ma anche in altri oggetti come tessuti (cotone, lino, seta, pelle ecc.) legno e carta.

Se la loro presenza rappresenta un danno concreto per la nostra casa, lo stesso non si può dire per la nostra salute e quella dei nostri animali domestici: i pesciolini d’argento, infatti, non mordono né sono velenosi. Ad avvisarci della loro presenza sono piccolissime macchioline giallastre presenti sulla biancheria e sui libri. Un dettaglio non semplice da notare, che unito alla loro longevità, può seriamente danneggiare il nostro mobilio e le nostre librerie.

Per questo motivo, in caso di infestazione avanzata, diventa indispensabile il ricorso a un processo di disinfestazione tarli a microonde e non basato sull’impiego di sostanza chimiche dannose.

 


Fonte notizia: http://www.trattamentoantitarlo.net/


trattamento antitarlo | disinfestazione tarli | restauro mobili antichi |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Bonus Asilo Nido 2021: info utili per neo genitori


Quali sono i fattori che influiscono sulla quotazione dell'argento usato?


E'on line il primo Ep de "Il Nido"


ALLA SCOPERTA DI MURA E CASTELLI


PRISMA: PREMIATA PER ASILO NIDO BLU.


Nido BLU partecipa alla Festa dell'Architettura di Roma – 9/12 giugno L'asilo aziendale di Prisma: un modello esemplare per l'architettura sostenibile.


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

L’offerta di inizio 2022 di Immobiliare Cambio Casa: attività commerciale a Taranto zona Lama

L’offerta di inizio 2022 di Immobiliare Cambio Casa: attività commerciale a Taranto zona Lama
Agenzia immobiliare a Taranto Cambio Casa: vendita attività commerciale di lavanderia avviata con macchinari di ultima generazione. Un’opportunità imperdibile per chi pensa di avviare un’attività commerciale a Taranto: si può descrivere in questo modo l’offerta di inizio anno di Cambio Casa, l’agenzia immobiliare a Taranto sempre attenta alle esigenze emergenti del mercato degli immobili. Partiamo anzitutto dal locale, di recentissima costruzione e situato al piano terra in una zona densamente popolata in via Carlo Mag (continua)

Manovra finanziaria e riqualificazione energetica: la norma “Salva-infissi”

Manovra finanziaria e riqualificazione energetica: la norma “Salva-infissi”
Infissi in legno e Superbonus 110%: la norma Salva-infissi che consente la proroga dei lavori di riqualificazione trainati. La Manovra finanziaria 2022 conferma la proroga delle agevolazioni fiscali dedicate agli interventi per la ristrutturazione delle abitazioni, tra cui la sostituzione degli infissi nell’ambito del Superbonus 110%. Tuttavia, si è reso necessario un intervento correttivo alla Legge di Bilancio per far sì che questo accadesse. Ciò che si stava profilando, infatti, era la mancata proroga degli (continua)

Goudotostes Angelii: dalle montagne del Madagascar un nuovo coleottero

Goudotostes Angelii: dalle montagne del Madagascar un nuovo coleottero
Trattamento antitarlo: la scoperta in Madagascar del Goudotostes Angelii, un coleottero microscopico capace di mimetizzarsi. Microscopico e potenzialmente un bersaglio del trattamento antitarlo: dalle montagne del Madagascar arriva la scoperta, tutta italiana, di un nuovo coleottero tropicale, ovvero il Goudotostes Angelii. Presente negli ambienti umidi delle foreste pluviali dell’isola africana, questo insetto è stato scoperto dall’entomologo bresciano Alberto Ballerio, setacciando le foglie cadute e utilizzando a (continua)

Omofobia, spray peperoncino salva ragazzo da pestaggio

Omofobia, spray peperoncino salva ragazzo da pestaggio
Violenza e omofobia: un ragazzo riesce a salvarsi da un’aggressione veemente grazie allo spray urticante. Essere vittima di un linciaggio perché omossessuale, un fenomeno sociale che, assieme alla violenza sulle donne, dilaga ormai inesorabilmente in ogni parte del mondo. Non a caso, l’omofobia è un tema centralissimo nel dibattito politico-sociale di oggi. E uno spray antiaggressione, anche in questo caso, può salvare davvero la vita delle persone. Questo è successo qualche giorno fa ad un rag (continua)

Immobili: la pandemia non lascia ripercussioni sui mercati

Immobili: la pandemia non lascia ripercussioni sui mercati
Effetti della pandemia e prospettive del comparto immobiliare: cosa pensano gli agenti immobiliari in Italia. La pandemia da Covid-19 e la ripresa della curva dei contagi in Italia non sembrano mutare in peggio il quadro relativo al settore immobiliare. A dirlo è l’indagine congiunturale sul mercato condotta da Banca d’Italia, Agenzia delle Entrate e TecnoBorsa su un campione di 1425 agenti immobiliari, al fine di comprendere lo stato di salute del comparto nel periodo fine 2021 e inizio 2022. Per (continua)