Home > Arte e restauro > La pittura senza confini di Davide Romanò

La pittura senza confini di Davide Romanò

scritto da: Elenagolliniartblogger | segnala un abuso

La pittura senza confini di Davide Romanò


Il poliedrico artista Davide Romanò è senza dubbio una figura di calibro nell'attuale panorama artistico contemporaneo e merita una giusta considerazione di interesse. In lui si riuniscono e si rispecchiano il talento innato e la voglia di sperimentare, come una sfida entusiasmante e avvincente, per andare sempre oltre e al di là del già visto e del già rappresentato. In lui alberga un forte senso di determinazione a procedere in un cammino alternativo, privo e scevro di inutili e sterili conformismi di facciata, scegliendo volutamente e consapevolmente strade alternative e non ancora battute, per ottenere esiti sui generis e inediti. Arte da vivere e da assaporare e respirare fino in fondo, arte da celebrare e portare sempre più in alto nel livello di percezione mentale e spirituale. Arte che trasmette e trasporta con sé i sentimenti più nobili e ammirevoli, che bisogna tutelare e proteggere nel tempo con amorevole cura. Sono questi i valori cardine primari, che spronano Romanò nel suo ruolo di artista moderno.

La dottoressa Elena Gollini nel far emergere i tratti caratterizzanti della sua pittura ha affermato: "Davide è senza dubbio un esempio a modello di artista dallo spirito indomito, un vero e proprio gladiatore dell'arte, dall'indole sensibile e al contempo intrepida, dal cuore passionale e al contempo fiero e orgoglioso del proprio operato. Per lui fare arte significa proiettarsi verso un impulso che trasforma e stravolge in totus il modo di pensare e agire. Il colore e la materia pittorica diventano dei ponti di trait d'union per diffondere ed espandere con sferzante pulsione una coinvolgente forza vitale, che racchiude tutta l'essenza dell'essere e dell'esistere. Chi come Davide procede cum grano salis compie sempre scelte oculate e ponderate, senza mai osare oltre e troppo, riuscendo comunque a risultare trasversale e affrancato dalle imposizioni accademiche, accostando le sue narrazioni pittoriche a intriganti romanzi di avventura, dove lui da grande ed esperto avventuriero dell'arte ci scorta e ci accompagna tenendoci per mano, per affrontare insieme tutte le sorprendenti e straordinarie emozioni che si prospettano dinanzi e superare insieme la barriera del visibile".

"L'essenziale è invisibile agli occhi" (Il piccolo principe - Antoine de Saint-Exupery).


Fonte notizia: http://www.elenagolliniartblogger.com/2020/03/27/la-pittura-senza-confini-davide-romano/


Davide romanò | romanò | artista | artisti | italiano | italia | pittore | pittura | quadri | arte | quadro | opera | opere | cantù | como | lombardia | elena gollini | gollini | art | artist | blog | art blog | news | news arte |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Intervista di Alessia Mocci a Luc Vancheri: la pubblicazione italiana del saggio francese “Cinema e Pittura”


DAVIDE BUZZI “NON ASCOLTARE IN CASO D'INCENDIO” È IL PRIMO EPISODIO DELLA TRILOGIA DISCOGRAFICA DEL CANTAUTORE SVIZZERO ITALIANO


19 ottobre esce l'ultimo album di Danilo Amerio


Esce il nuovo video di Davide Di Rosolini


Il punto di vista di Davide Serra sulla situazione economica in Cina


Il Sogno Verde sbarca a Napoli, 30 artisti nel rapporto uomo-natura tra due esclusive location


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Davide Romanò fantasista dell'arte

Davide Romanò fantasista dell'arte
Il concetto di fare arte per Davide Romanò racchiude in sé la necessità di fare confluire insieme nella creazione armonia, gusto e attenzione per i particolari. Questi elementi devono essere coordinati nella pianificazione a monte e devono unirsi e fondersi insieme alchemicamente. Per Davide questa esigenza performativa soddisfa sia l'assetto strutturale estetico e formale sia la potenza sos (continua)

Roberto Re: vivere in arte

Roberto Re: vivere in arte
Nella pittura di Roberto l'emozione ha vita propria, si fa spazio vissuto e narrato nella gestualità dell'azione creativa, compiuta con abile destrezza per ottenere una perfetta sintesi di forma e contenuto. Il modus operandi artistico di Roberto Re è senza dubbio strettamente e inscindibilmente legato alle sue concezioni esistenziali e al suo legame con quanto lo circonda, con il suo pregresso di esperienze, con le sue conoscenze acquisite e consolidate nel tempo. Nel contestualizzare la produzione informale si ripropone di coltivare la perizia e la tecnica strumentale, per ottimizzarne al megl (continua)

Federico Colli: voli pindarici tra sogno e realtà

Federico Colli: voli pindarici tra sogno e realtà
Federico lavorando con meritato successo anche in ambito sportivo, è abituato a darsi dei traguardi e delle mete di arrivo e anche nell'arte immette questa virtuosa intraprendenza e determinazione, che si riflette e si rispecchia nelle scelte di percorso stilistico. L'intraprendenza creativa appassionata di Federico Colli lo spinge verso funambolici voli pindarici, dove mente e cuore viaggiano insieme in perfetta sintonia e dove si sostanzia e si profila una sospensione, che resta in bilico tra sogno e realtà, tra reale e immaginario. Nell'approfondire i tratti e gli aspetti salienti del suo fare artistico la Dott.ssa Elena Gollini ha dichiarato: “Feder (continua)

“Il marmo dai 1000 volti” di Massimo Caramia: arte per l'arte

“Il marmo dai 1000 volti” di Massimo Caramia: arte per l'arte
“Il marmo dai 1000 volti” è un pregevole e ambizioso progetto che prende vita dalla grande sensibilità intuitiva del maestro del marmo Massimo Caramia, in collaborazione con la dottoressa Elena Gollini. Il patrocinio istituzionale conferito dal Comune di Pietrasanta ha ulteriormente amplificato la portata e la rilevanza sociale e collettiva di questo articolato progetto di ricerca, che ha co (continua)

L'intenso paradigma semantico nella pittura di Alessandro Giordani

L'intenso paradigma semantico nella pittura di Alessandro Giordani
"Alessandro Giordani è in primis un artista del cuore, un pittore del sentimento, un creativo nel trasporto dell'anima, che non cerca una propria auto celebrazione sterile e un esibizionismo estremo, ma compie una sua selezione semantica ben precisa e ponderata, per trasferire dentro la sua arte pittorica un intenso paradigma di significati pregnanti a cui dare voce e pensiero riflessivo, d (continua)