Home > Altro > Inalanti: come influiscono sul tuo corpo?

Inalanti: come influiscono sul tuo corpo?

scritto da: Tiziana Bonazza | segnala un abuso

Iniziativa di prevenzione dei volontari Mondo libero dalla droga Romagna.


Lunedì 16 agosto i volontari sono in centro a Faenza per fare una distribuzione di opuscoli informativi sulle sostanze inalanti, prese con estrema leggerezza proprio perché di facile assunzione. 

Di norma si inizia con la pratica di inalare le sostanze sniffandole, ovvero aspirando direttamente la sostanza del contenitore o da uno straccio imbevuto di inalanti.

Qualcuno per ottenere concentrazione ancora più elevate di vapori e quindi della sostanza, usa, prima di sniffare il contenitore oppure tenere lo straccio spruzzato molto vicino alla bocca o al naso.

COME INFLUISCONO SUL TUO CORPO LE SOSTANZE INALANTI?

L’uso di sostanze inalanti può causare danni al cuore, ai reni, al cervello, ai polmoni, al midollo e ad altri organi.

-Le sostanze inalanti privano il corpo dell’ossigeno e costringono il cuore a battere in modo irregolare e più rapidamente.

-I consumatori possono sperimentare nausea e perdita di sangue dal naso, perdita di udito e olfatto. L’uso cronico può portare a logorare i muscoli e ridurre il tono muscolare, e i prodotti chimici velenosi che vengono inalati danneggiano gradualmente i polmoni e il sistema immunitario.

-Un consumatore di sostanze inalanti rischia la Sindrome di Morte Improvvisa da Inspirazione. La morte può avvenire la prima volta o la centesima volta che si usa la sostanza inalante.

“È stata una progressione continua: dallo sniffare colla allo sniffare gas, funghi allucinogeni, che è continuata fino ai 17 anni. Poi ho cominciato con l’hashish. Spendevo i miei soldi su quanto più hashish riuscivo a mettere assieme. Poi sono stato abbastanza grande per andare nelle discoteche, così ho cominciato con le anfetamine e l’ecstasy…

“Ho cominciato a frequentare persone che prendevano eroina e ben presto ho cominciato ad usarla sempre di più finché non ne sono diventato dipendente. Non avevo idea del danno che avrebbe causato... del fatto che avrei scontato una condanna di prigione dopo l’altra, rubando nelle case, rubando dalla mia famiglia. Tutto il dolore e il dispiacere che ho causato loro è stato peggiore dei furti materiali.” – Dennis

“Quando ero al secondo anno delle scuole superiori un mio cosiddetto amico mi ha introdotto alle sostanze inalanti. Essendo così giovane e non conoscendo niente di meglio, ho cominciato ad usare gas esilaranti ogni giorno fino alla fine delle scuole superiori. Le mie abilità motorie sono praticamente nulle e sto seduto per ore a guardare nel vuoto senza che un solo pensiero mi passi per la mente. È come se il mio corpo fosse qui, ma io non ci fossi. Mi è difficile essere stabile sul lavoro e vivo da solo da 12 anni. Dall’esterno sembro normale, ma quando cerco di mostrare interesse e parlare con le donne, diventa evidente che sono praticamente un vegetale. Sono stufo di vivere in questo modo, mi sento come se fossi già morto.” – John

Ecco alcuni risultati dell’assunzione di tali sostanze che, come sostiene anche l’umanitario L. Ron Hubbard, sono veramente una rovina sociale.

Scopri i fatti e la verità sugli inalanti prima di iniziare a farne uso… potresti scegliere con la tua testa di vivere una vita libera dalla droga!

www.noalladroga.it

Hashish | inalanti | Romagna | Faenza | droga | sniffare | morte |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

La verità sugli INALANTI


Cartomanzia e Oroscopo per il 2021


Festival Smart Cityness: l’innovazione territoriale e la collaborazione locale, dal 2 al 4 ottobre, Cagliari


EUGENIO RIPEPI: “ROMA NON SI RADE” è il nuovo album del cantautore ligure in uscita il 3 luglio


Tossicodipendenza da gas inalanti


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

La via della felicità a sostegno della Giornata mondiale dell'Educazione ambientale

La via della felicità a sostegno della Giornata mondiale dell'Educazione ambientale
Proteggi e migliora il tuo ambiente: è uno dei precetti della guida al buonsenso La via della felicità che i volontari hanno distribuito ampiamente a Jesi. L’iniziativa a sostegno della Giornata Mondiale per l’educazione ambientale. La giornata è stata fissata il 14 ottobre per ricordare la Conferenza ONU sull'Educazione ambientale del 1977, che ha visto la stipulazione di una dichiarazione i cui principi sono validi ancora oggi. Per invertire questa rotta bisogna che ogni singola persona comprenda ampiamente quanto, anche le più piccole azioni, possano contribuire al cambiamento. L’ambiente è la nostra casa. Lo stiamo (continua)

Continua la distribuzione del libricino 'La Via della Felicità, questa volta raggiungendo il centro storico di Montecosaro.

Continua la distribuzione del libricino 'La Via della Felicità, questa volta raggiungendo il centro storico di Montecosaro.
La Via della Felicità, scritta da L. Ron Hubbard agli inizi degli anni '80, ben espone i 21 precetti indispensabili per vivere bene. Dall'aver cura di sé stessi all'importanza di saper rispettare gli altri, la Via della Felicità offre una visione della vita che ben considera un buon livello etico e morale. La distribuzione ha raggiunto i vari cittadini che sabato mattina si trovavano per le strade, ottenendo un gran curiosità dal pubblico. In un momento di grande tensione sociale, è sempre più difficile mantenere un atteggiamento armonioso e nel rispetto di tutti. "Ogni individuo o gruppo cerca di avere una vita il più possibile piacevole e priva di dolore. ..La vera gioia e la vera felic (continua)

Tolentino raggiunta con i precetti de La via della felicità

Tolentino raggiunta con i precetti de La via della felicità
I precetti contenuti in questo opuscolo sono essenziali per la felicità e una vita migliore, aiutano a cambiare atteggiamenti e punti di vista. Nella giornata di lunedì 21 settembre, i volontari de La via della felicità hanno raggiunto la città di Tolentino diffondendo copie dell’omonima guida al buon senso in copertina personalizzata per la bellissima regione Marche.Ecco come raggiungere centinaia e centinaia di cittadini, in ogni angolo della regione, con i 21 precetti per vivere una vita migliore.Ma siamo in un era in cui le imma (continua)

Continua la distribuzione del libricino 'La Via della Felicità, questa volta raggiungendo il centro storico di Montecosaro.

La Via della Felicità, scritta da L. Ron Hubbard agli inizi degli anni '80, ben espone i 21 precetti indispensabili per vivere bene. Dall'aver cura di sé stessi all'importanza di saper rispettare gli altri, la Via della Felicità offre una visione della vita che ben considera un buon livello etico e morale. La distribuzione ha raggiunto i vari cittadini che sabato mattina si trovavano per le strade, ottenendo un gran curiosità dal pubblico.In un momento di grande tensione sociale, è sempre più difficile mantenere un atteggiamento armonioso e nel rispetto di tutti. "Ogni individuo o gruppo cerca di avere una vita il più possibile piacevole e priva di dolore. ..La vera gioia e la vera felicità (continua)

Una panoramica sulla religione di Scientology in Italia

Una panoramica sulla religione di Scientology in Italia
Tour virtuale all’interno del mondo di Scientology Scientology arriva in Italia nel 1974. Ad oggi, dopo 47 anni, con la Chiesa di Scientology e i singoli fedeli attivi in molti aspetti della società e della comunità religiosa, ci viene spesso chiesto: “Che cos’è  Scientology?”Benché il primo libro di L. Ron Hubbard, fosse disponibile in italiano sin dagli inizi degli anni ’50, e sebbene sin da allora ci fossero già diversi scientologist nel n (continua)