Home > Cibo e Alimentazione > Al Tagliato serata di degustazione. Conosciamo le bollicine della Tenuta Bosco Albano

Al Tagliato serata di degustazione. Conosciamo le bollicine della Tenuta Bosco Albano

scritto da: Cristina Cher | segnala un abuso

Al Tagliato serata di degustazione. Conosciamo le bollicine della Tenuta Bosco Albano

Udine, 14 ottobre 2020 - All'Osteria Al Tagliato, ci sarà la serata degustazione di tre vini spumantizzati prodotti dalla Tenuta Bosco Albano. Ogni vino sarà abbinata ad una pietanza appositamente scelta dal menù del locale, per apprezzare al meglio i sapori delle eccellenze enogastronomiche del Nord Est.


Mercoledì 14 ottobre, a partire dalle h 19:00, all’ Osteria Al Tagliato, in centro storico a Udine, tutti coloro che vogliono ampliare la propria cultura alimentare, potranno prendere parte alla degustazione di tre vini spumantizzati prodotti dalla Tenuta Bosco Albano: Ribolla Gialla Spumante Millesimato, Pinot del Bosco Brut - Metodo Champenoisee Pinot Grigio Spumante Ramée. Quest’ultimo rappresenta una vera novità e possiede delle caratteristiche organolettiche che conquistano al primo assaggio.

La Tenuta Bosco Albano si trova a Pasiano di Pordenone, nell’ alveo delle Grave del Friuli.
I 40 ettari dedicati alla monocoltura della vite, in prevalenza a bacca bianca, si estendono tutto intorno alla casa padronale, donando al visitatore un colpo d’occhio sul territorio circostante e restituendo l’inaspettata sensazione di trovarsi davanti a panorami francesi.
Per quanto riguarda i vini, le caratteristiche che contraddistinguono le bollicine della Tenuta, sono il gusto pieno, leggermente fruttato e il perlage fine ed elegante.

Durante la degustazione, per apprezzarne tutte le peculiarità, ogni vino sarà abbinato a un prodotto selezionato dal menù dell’Osteria Al Tagliato.

  • Ribolla Gialla Spumante Millesimato e Crostino con ricotta affumicata, zucchine e acciughe
  • Pinot Grigio Spumante Ramée e Polentina con Sgombro al pepe nero
  • Pinot del Bosco Brut - Metodo Champenoise e Foglia di frico con prosciutto crudo di San Daniele

Alla serata sarà presente anche

Christian Biasissi

, responsabile commerciale della Tenuta Bosco Albano, che affiancherà

Gianluca Beltrame

, titolare del locale, nella presentazione di ogni abbinamento. Grazie alle loro spiegazioni sarà più facile apprezzare tutte le caratteristiche sensoriali dei vini protagonisti: aspetto visivo, profumi, aromi, sapore e consistenza.

 

Osteria Al Tagliato
Indirizzo: Via Paolo Sarpi 4/c – Udine
Telefono: 0432/1743887
Giorno e orari: mercoledì 14 ottobre dalle 19:00
Posti limitati, prenotazione obbligatoria [...]
Costo a partecipante € 10,00.


Fonte notizia: https://www.altagliato.it/degustazione-di-bollicine-bosco-albano/


degustazione | vini | bollicine | udine | vini bianchi | al tagliato | tenuta bosco albano |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Cardinal Tarcisio Bertone, la famiglia ha una carta di cittadinanza divina


MERCATO FIVI A PIACENZA: CINQUE DEGUSTAZIONI RACCONTANO IL MONDO DEI VIGNAIOLI


“Te le do io le Bollicine”, piatti stellati, champagne e spumanti il 16 luglio protagonisti al Nabilah


GIANNI MARTINELLI :IL MIO OMAGGIO AD ALBANO CARRISI


L'XI edizione di "Te le do io le bollicine" brinda alla vita il 22 luglio al Nabilah


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

La viticoltura risparmia milioni di euro grazie ai prodotti Finest Grape Tech.

La viticoltura risparmia milioni di euro grazie ai prodotti Finest Grape Tech.
Si chiama Gabriele Vanin il fondatore di Finest Grape Tech, l’azienda nata con lo scopo di prevenire le malattie del legno causate dalla trasmissione attraverso le lavorazioni in campo. Il giovane friulano ha sviluppato due prodotti che combattono la diffusione del Mal d’esca, malattia delle viti che, ogni anno, causa al settore danni per milioni di euro. L’efficacia dei prodotti oggi è validata da una ricerca condotta in collaborazione con l’università di Udine Una volta, i potatori avevano l’abitudine di disinfettare le forbici prima di ogni taglio. Un gesto semplice, ma che si rivelava essere efficace per mantenere lo stato di prosperità delle piante. Vanin, laureato in viticoltura ed enologia, facendo tesoro di questa risorsa storica, si è reso conto che la gestione della potatura poteva migliorare attraverso l’introduzione di procedure prive di compl (continua)