Home > Libri > Limbrunire, cantautore e musicista ligure, presenta il suo romanzo d'esordio: "Io, tu e le piramidi"

Limbrunire, cantautore e musicista ligure, presenta il suo romanzo d'esordio: "Io, tu e le piramidi"

scritto da: Nulla Die | segnala un abuso

Limbrunire, cantautore e musicista ligure, presenta il suo romanzo d'esordio:

Intervista a Limbrunire, musicista e cantautore, al suo esordio letterario con il romanzo "Io, tu e le piramidi", Nulla die, 2021


" Io, tu e le piramidi" è il tuo romanzo d'esordio. Perché lo definisci "primo romanzo storico/di formazione"?

 Lo definisco romanzo storico poiché le vicissitudini di alcuni protagonisti sono ambientate in un’epoca passata della quale cerco di ricostruirne, nei limiti del possibile gli usi, i costumi o semplicemente il modo di vivere.

Ho indicato anche il genere di formazione in quanto non è raro scorgere nei personaggi un’evoluzione verso la maturazione o l’età adulta evidenziandone le sensazioni, i sentimenti, i progetti dal loro concepimento alla piena o parziale realizzazione.

 

 Cosa ti aspetti dal pubblico dei lettori?

 Mi aspetto sincerità e nessuna remora. Mi piacerebbe che il lettore trovasse in un paragrafo, periodo o frase quel pezzo di sé che aveva perso o ingenuamente dimenticato.

Riuscire a emozionare o a stimolare una riflessione poi sarebbe alquanto appagante se non la massima ambizione, soprattutto considerato l’attuale contesto storico dal quale si evince una persistente propensione alla paralisi emotiva/sentimentale.

Sono pronto anche e soprattutto alle critiche che reputo di vitale importanza per una crescita interiore e di conseguenza artistica.

 

Da cantautore a narratore: facile passare da un ruolo all'altro?

 In principio non lo è stato assolutamente in quanto mi spaventava il salto “nel vuoto” dalla forma canzone nella quale mi cimento da circa vent’anni e che ha limitate spazialità narrative, alla libertà espressiva del romanzo nel quale puoi avanzare, rallentare e osservare, ripartire o indietreggiare, scoprire e muoverti con maggiore autonomia.

Metaforicamente parlando il cantautore gira in un circuito per go-kart con una Formula 1, il narratore viceversa.

Adesso poi mi rendo conto che sia stato più facile del previsto reputando il passaggio da un “ruolo” all’altro piuttosto costruttivo.

 

Ti definisci "cantautore/produttore ligure": la tua Regione, la Liguria, culla artistica per eccellenza? 

 Sono orgoglioso di essere ligure come chi ha saputo con maestria e lungimiranza esportare l’arte nel mondo elevandola a sacralità, decretandone infine l’intoccabilità eterna.

Penso alla scuola cantautorale genovese di De Andrè, Paoli, Tenco, Bindi, Lauzi, alla maschera Fantozziana di Villaggio, ai versi di Montale, ai romanzi del mio compaesano Maggiani.

Penso anche ai liguri d’adozione come Lord Byron o a Guido Cavalcanti, mentore di Dante che nel lontano XIII secolo visse in esilio proprio nella mia città di nascita, Sarzana.

Forse inconsciamente tale testimonianza ha avuto in qualche modo un ruolo determinante nel mio percorso artistico, o almeno mi piacerebbe, da romantico, lo avesse.

Limbrunire (Francesco Petacco) nasce a Sarzana (La Spezia). Cantante, musicista e produttore, vince nella categoria band il Premio Lunezia 2009 con il brano La  Giostra. Con il gruppo rock-pop Trenet produce un Ep. e l’album Non Vestiamoci, ed è finalista al Premio Inedito 2015 nella categoria testi. Nel 2016 vince il Premio Autore Controcorrente Pino Daniele e nel 2018 pubblica La Spensieratezza suo primo album solista edito da A Buzz Supreme. Durante Il Tenco Ascolta riceve il Premio Energia e Musica e arriva in finale nel contest indetto da Edizioni Curci/L’Autore Il mestiere della musica. Nel 2019 è inserito da iMusician Digital nello loro Top5 Artist mondiale. Nel 2020 pubblica Kalpa, un Ep. strumentale che promuove con un’installazione interattiva.

Io, tu e le piramidi è il suo primo romanzo.

 Amore, viaggio, musica, storia, rifiuto, perdita, erotismo, paternità, malattia, amicizia, vita bucolica: questi e altri grandi temi ricorrono fra le pagine del racconto. E ogni storia sembra il microcosmo di esperienze condivise universalmente.


Fonte notizia: http://nulladie.com/catalogo/429-limbrunire-io-tu-e-le-piramidi-9788869153150.html


Limbrunire | cantautore | produttore | Nulla die | Liguria | romanzo | musica | cultura | libri |



Commenta l'articolo

 
 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Stefano Duranti Poccetti, artista, scrittore e giornalista, traduce Les chevaliers errants, I Cavalieri Erranti, di Victor Ugo.

Stefano Duranti Poccetti, artista, scrittore e giornalista, traduce Les chevaliers errants, I Cavalieri Erranti, di Victor Ugo.
Questa pubblicazione colma un vuoto: permette di riscoprire un Victor Hugo inedito in Italia in veste di poeta. I Cavalieri erranti si compone di due testi in versi, Il piccolo re di Galizia ed Eviradnus, dove si narrano le gesta di Roland e dello stesso eroe che dà il titolo al poema. I protagonisti sono quelli che posseggono in loro la virtù del Bene, quella che permette di sconfiggere i mali che governano il mondo, grazie alla vicinanza a Dio del quale gli eroi si fanno mediatori. Si tratta di un’opera intensa e visionaria nella quale Hugo, che conosciamo essenzialmente come romanziere, ci mostra tutta la sua abilità poetica. Stefano Duranti Poccetti, artista, scrittore e giornalista, traduce I Cavalieri Erranti di Victor UgoQuesta pubblicazione colma un vuoto: permette di riscoprire un Victor Hugo inedito in Italia in veste di poeta. I Cavalieri erranti si compone di due testi in versi, Il piccolo re di Galizia ed Eviradnus, dove si narrano le gesta di Roland e dello stesso eroe che dà il tito (continua)

Claudia Mazzilli, Io sono Medea.

Claudia Mazzilli, Io sono Medea.
Io sono Medea, L'opera di Claudia Mazzilli, è un esperimento narrativo che ha in sé la struttura della tragedia. I dialoghi sono gli episodi teatrali; nei flashback c’è l’antefatto, come nei monologhi; ci sono comparse mute; il coro è nell’epilogo. Nel mito, Medea è la maga della Colchide che s’innamora di Giasone, l’eroe greco giunto nella terra dei Colchi per conquistare il vello d’oro, custodito da un drago. Dopo aver aiutato Giasone nell’impresa, Medea fugge con lui ma è inseguita dal padre: la donna fa a pezzi il fratello Absirto e ne getta a mare le carni, costringendo suo padre a fermarsi per raccogliere pietosamente i resti. In (continua)

Dario Balzaretti, La scuola. Il mal essere italiani.

Dario Balzaretti, La scuola. Il mal essere italiani.
Dario Balzaretti, scrittore e insegnante, affronta il tema della scuola e della formazione in un saggio che lo vede "osservatore partecipante". La Scuola in Italia; l’essere cittadini: le difficoltà e l’indifferenza di un Paese che in 70 anni di Repubblica ha cambiato in media un ministro dell’Istruzione ogni anno e mezzo e che vede 150.000 abbandoni annui da parte degli studenti. Il libro evidenzia alcuni problemi, i più ardui da affrontare, con la voce di chi vive la Scuola raccogliendo quotidianamente la sfida, come migliaia di al (continua)

La nuova opera di Teresa Mariniello, Se così deve essere

La nuova opera di Teresa Mariniello, Se così deve essere
Teresa Mariniello è autrice versatile e pluripremiata. Nota nel panorama letterario nazionale, pubblica, per Nulla die, la raccolta di racconti "Se così deve essere". C’è un doppio registro temporale nella scrittura di Teresa Mariniello, le storie o i personaggi del passato si incuneano nel presente della narrazione anche nella forma verbale, come a indicare una sorta di contemporaneità degli avvenimenti, un tempo fatto non solo di cronologia ma di tracce, umori, odori, che perdurano con il loro significato nelle azioni che si vanno svolgendo e si fanno ancora (continua)

Dieci poeti in dieci volumi nella raccolta "Echi - iCanti"

Dieci poeti in dieci volumi  nella raccolta
Il secondo numero, Echi, ospita i libri di nove poeti contemporanei e un poema di Victor Hugo pubblicato per la prima volta in traduzione italiana Dieci poeti in dieci volumi in Echi, seconda uscita deiCanti: Angy C. Argent, Imperatrice Bruno, Luca Farruggio, Maria Francesca Gasparro, Victor Hugo, Antonio Messina, Simona Novacco, Elena Scaratti, Cesare Simiele, Lina Vannini.La collana I Canti della Nulla die celebra la regina della letteratura in ogni epoca: la poesia. L’editore vi presenta dieci volumi alla volta.Il secondo numero, Ech (continua)