Home > Keyword : buon ricordo cliccata 74 volte

"APRIRE? PER CHI?" - Nota dell’Unione Ristoranti Buon Ricordo

"Il nostro Mondo, il Mondo della ristorazione italiana ancora si interroga e vaga senza certezze." "Il primo grido d’allarme l’abbiamo lanciato lo scorso 30 marzo 2020.Il secondo è datato 22 aprile.Il nostro Mondo, il Mondo della ristorazione italiana ancora si interroga e vaga senza certezze.La cassa integrazione per i nostri dipendenti, mentre scriviamo, ancora non si è monetizzata.Il palleggio di decisioni tra governo centrale e regioni ha portato, last minute, a dare la possibilità di aprire le nostre attività per oggi lunedì 18 maggio.Peccato che il DPCM e le varie Ordinanze regionali contenenti il famoso protocollo con le regole da seguire sia arrivato solo qualche ora prima.Una barze...

buon ricordo | ristoranti del buon ricordo | gastronomia | ristoranti |


Il comparto della ristorazione avvisa: “Se le notizie divulgate oggi dalla stampa fossero vere, l’80% dei ristoranti italiani non riaprirebbe”

Il comparto della ristorazione avvisa: “Se le notizie divulgate oggi dalla stampa fossero vere, l’80% dei ristoranti italiani non riaprirebbe”
Filiera Italia: “Misure protettive applicabili e di buon senso e finanziamenti a fondo perduto o effetto domino gravissimo per l’intera filiera agroalimentare italiana”. Roma, 11 maggio 2020 – “Imporre distanze eccessive tra clienti, così come procedure di sanificazione complesse e l’utilizzo di divisori in plexiglass vuol dire non voler far riaprire i ristoranti”. Il comparto della ristorazione riunito nel progetto #FareRete alza la voce prendendo nettamente le distanze dalle notizie che stanno rimbalzando su tutti i media. Altrettanto prive di logica appaiono le troppo drastiche misure restrittive ipotizzate per i sistemi di aerazione e condizionamento; o ancora palesemente ingiuste le ipotesi di attribuire al titolare del locale la responsabilità ...

ristorazione | ristoranti | buon ricordo | ristoranti del buon ricordo |



I TEMPI STRINGONO. E' TEMPO DI AGIRE! – L'Unione Ristoranti Buon Ricordo ha lanciato il grido d'allarme lo scorso 30 marzo

I TEMPI STRINGONO. E' TEMPO DI AGIRE! – L'Unione Ristoranti Buon Ricordo ha lanciato il grido d'allarme lo scorso 30 marzo
Da allora poco è cambiato. Richieste decisioni rapide e reintroduzione dei Voucher “Il grido d’allarme l’abbiamo lanciato lo scorso 30 marzo. Da allora poco è cambiato. Il nostro Mondo, il Mondo della ristorazione italiana ancora si interroga e vaga senza certezze. Oltre alla cassa integrazione di 9 settimane per i nostri dipendenti, che ad oggi in tante regioni ancora non si è monetizzata, e all’invito ad indebitarsi con i famosi finanziamenti garantiti dallo Stato non si è visto altro.” L’Unione Ristoranti del Buon Rico...

buon ricordo | ristoranti del buon ricordo | gastronomia | ristoranti |


Grido d'allarme dall'Unione Ristoranti del Buon Ricordo

Grido d'allarme dall'Unione Ristoranti del Buon Ricordo
Dai Ristoratori del Buon Ricordo ”Un grido d’allarme”. Eccolo. "Dal quel terribile 22 febbraio 2020 sono oramai trascorsi 38 giorni. Per tantissimi di noi ristoratori da quel momento gli incassi si sono azzerati. La paura ha iniziato a serpeggiare tra i clienti e gli eventi in programma sono stati tutti annullati. Subito abbiamo dovuto mettere il personale in ferie. Prima ci è stato ordinato di chiudere alla sera, poi di chiudere definitivamente quando oramai quasi tutti eravamo ovviamente già chiusi. Da allora sono passati giorni e settimane lung...

buon ricordo | ristoranti del buon ricordo | ristoranti | ristorazione italiana | coronavirus |


Nota dell'Unione Ristoranti Buon Ricordo - Covid-19. Anche il Buon Ricordo si ferma

Nota dell'Unione Ristoranti Buon Ricordo  - Covid-19. Anche il Buon Ricordo si ferma
56 anni di storia. 103 professionisti che tengono alta l’immagine della cucina della tradizione italiana nel mondo. Da oggi in Italia siamo ufficialmente chiusi da Decreto. Nella nostra storia non era mai accaduto. Anche il Buon Ricordo si ferma. 56 anni di storia alle spalle, siamo 103 professionisti che tengono alta l’immagine della cucina della tradizione italiana nel mondo. Da oggi in Italia siamo ufficialmente chiusi da Decreto. Non era mai capitato nella nostra storia. Anche se per la verità, la maggioranza di noi aveva già preso questa decisio...

covid-19 | coronavirus | buon ricordo | ristoranti del buon ricordo | ristoranti |


Buon Ricordo: 9 new entry, 3 nuove specialità. Pubblicata la Guida 2020

Buon Ricordo: 9 new entry, 3 nuove specialità. Pubblicata la Guida 2020
 Unione Ristoranti Buon Ricordo, 9 new entry, 3 nuove specialità, importanti partner. Pubblicata la Guida 2020, scaricabile anche dal sito. Nove nuovi ristoranti sono entrati nell’Unione Ristoranti del Buon Ricordo, la prima associazione di ristoratori nata in Italia. Sono quindi 103 i locali (di cui 10 all’estero fra Europa e Giappone) che fanno parte del sodalizio, fondato nel 1964 per salvaguardare e valorizzare le tante tradizioni e culture gastronomiche italiane, che allora correvano il rischio di perdersi sotto la spinta dell&rsquo...

buon ricordo | ristoranti del buon ricordo | gastronomia | cucina | chef | ristoranti |


 

Pag: [1]

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Ultime notizie

TRASMISSIONE IN DIRETTA FB DEDICATA ALLA MEDICINA ESTETICA E AL CONSENSO INFORMATO

TRASMISSIONE IN DIRETTA FB DEDICATA ALLA MEDICINA ESTETICA E AL CONSENSO INFORMATO
Durante il corso della diretta, saranno presentati e analizzati i risultati dell'indagine svolta sui medici di SecurityMed Il rapporto tra il medico estetico e il consenso informato al centro della diretta facebook che si terrà oggi giovedì 4 giugno a partire dalle 19:00 sulla pagina La Medicina Estetica al tempo del COVID-19. Ospiti dello spazio virtuale, l'avvocato Piero Nodaro, il professore Roberto Bracaglia, proboviro AICPE (Associazione Italiana di Chirurgia Plastica Estetica) e il dottore Maurizio Maggioro (continua)

TRASMISSIONE IN DIRETTA FB DEDICATA ALLA MEDICINA ESTETICA E AL CONSENSO INFORMATO

TRASMISSIONE IN DIRETTA FB DEDICATA ALLA MEDICINA ESTETICA E AL CONSENSO INFORMATO
Durante il corso della diretta, saranno presentati e analizzati i risultati dell'indagine svolta sui medici di SecurityMed Il rapporto tra il medico estetico e il consenso informato al centro della diretta facebook che si terrà oggi giovedì 4 giugno a partire dalle 19:00 sulla pagina La Medicina Estetica al tempo del COVID-19. Ospiti dello spazio virtuale, l'avvocato Piero Nodaro, il professore Roberto Bracaglia, proboviro AICPE (Associazione Italiana di Chirurgia Plastica Estetica) e il dottore Maurizio Maggioro (continua)


Attività formative di Padre Carmine Zaccariello

Durante il periodo primaverile, ogni anno, presso l’Oasi Regina degli angeli Onlus di Ameglio frazione di Marzano Appio (Caserta), fondata da Padre Carmine Zaccariello si svolgono i laboratori e le attività formative come azione di sostegno. Percorsi dove aiutare persone svantaggiate ad alzare il proprio sguardo, ma senza costrizioni, semplicemente accompagnandoli nel viaggio della vita. Par (continua)

Il marmo dai 1000 volti: patrimonio dell'arte e dell'umanità

Il marmo dai 1000 volti: patrimonio dell'arte e dell'umanità
 Il progetto del "Marmo dai 1000 volti" facente capo all'intraprendente Massimo Caramia artista-artigiano del marmo di grande esperienza e competenza, sta prendendo corpo man mano, gradualmente e progressivamente e si prevede una forte risonanza, con un tam tam di incremento mediatico capillare. Il progetto si ricollega ad un blocco marmoreo derivante dall'antichissima breccia medicea, (continua)

FRASSI: “CI ABBRACCEREMO FORTE” è la nuova canzone del cantautore di Bollate che ha spopolato su Facebook

FRASSI: “CI ABBRACCEREMO FORTE” è la nuova canzone del cantautore di Bollate che ha spopolato su Facebook
Il brano, con parole semplici ma non banali, lancia un messaggio di positività e speranza, ottenendo in poco tempo mezzo milione di visualizzazioni.“Ci abbracceremo forte” è un inno alla speranza, alla libertà e a quel semplice importante gesto che è un abbraccio. «La canzone è nata in un sabato mattina di inizio marzo, poco prima di scoprire quello che ci avrebbe atteso di lì a poco, a causa (continua)