Home > Musica > MilleVoci 2021, in preparazione la 17.ma edizione.

MilleVoci 2021, in preparazione la 17.ma edizione.

scritto da: MilleVoci | segnala un abuso

MilleVoci 2021, in preparazione la 17.ma edizione.

La produzione di MilleVoci è stata spostata dalla primavera all'autunno già nella passata edizione a causa del Covid. Quest'anno sarà in settembre.


Come dice la vox populi, nel bene e nel male, cantano tutti in Italia. Quindi una selezione seria è quella che ci vuole per portare in televisione gli emergenti veramente meritevoli.

È proprio quello che MilleVoci, il programma d'intrattenimento musicale di Gianni Turco, si prefigge di svolgere  ogni anno, una selezione più severa per portare alla ribalta cantanti e gruppi musicali di tutte le età che siano veramente preparati e presentarli al grande pubblico televisivo per una promozione professionale per una  visibilità nazionale e facilitare opportunità di lavoro.

Ma non partecipano solo artisti emergenti a MilleVoci. Molti sono quelli già famosi che il programma ha avuto il piacere di ospitare nel tempo: da Gianni Nazzaro a Don Backy, dal Giardino dei Semplici a I Giganti, da Wilma Goich a Lisa, Bobby Solo, I Santo California, I Cugini di campagna... la lista è tanto lunga.

Le puntate di MilleVoci 2021 saranno registrate in settembre negli studi di Roma e saranno in onda da ottobre per alcuni mesi, trasmesse da emittenti regionali, nazionali, satellitari per l'Europa, su TiVùSat e su web al canale YouTube “MilleVoci" dove si registrano oltre 35.000.000 di visitatori.

Gli artisti emergenti che volessero partecipare devono inviare la seguente documentazione a casting@millevoci.it:

- files delle canzoni (basi e voce) o solo basi in formato wav (come provino vanno bene anche gli mp3);

- testi delle canzoni in formato PDF;

- breve descrizione di se in PDF con due foto recenti, primo piano e figura intera;

- recapito telefonico;

I minori di anni 16 dovranno essere autorizzati dai genitori o da chi ne fa le veci.

I siti internet di MilleVoci sono:

www.millevoci.itwww.millevoci.euwww.youtube.com/millevoci

I provini possono essere inviati a:

casting@millevoci.it oppure castingmillevoci@gmail.com

MilleVoci, tutt'altra musica!


Fonte notizia: https://youtu.be/D0xf5argtE0


musica | festival | spettacolo | canzoni | cantautori | cantanti emergenti | gruppi musicali | Xfactor | SanRemo | Castrocario | Roma | Milano | Televisione | Radio | Palcoscenico | Concorso canoro | Scuola di canto | Canale 5 | Rai | Italia1 |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

MilleVoci, in preparazione la nuova edizione 2017.


Cartomanzia e Oroscopo per il 2021


Ci siamo! MilleVoci al nastro di partenza.


Grande successo per la VI Edizione del Festival delle Arti Noi per Napoli 2021


MilleVoci, presto in onda.


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Daphne and friends 4, missione compiuta!

Daphne and friends 4, missione compiuta!
Iniziano le nuove produzioni tv firmate Gianni Turco. Già in onda la quarta edizione di "Daphne and friends" registrata nello studio 2 del centro di produzioni cinetelevisive di "Gold tv" in Roma. Anche quest’anno è stato realizzato lo speciale “Daphne and friends”, giunto alla quarta edizione. Prodotto e diretto da Gianni Turco è già in onda in TV e caricato nel canale "MilleVoci" di YouTube. Vi hanno partecipato, come è stato negli anni precedenti, nomi illustri del panorama della musica leggera italiana. L’apertura è stata con la famosa Wilma Goich che ha esordito eseguendo mag (continua)

MilleVoci, un format al quale siamo affezionati.

MilleVoci, un format al quale siamo affezionati.
Niente compensi né gettoni di presenza ma uno show televisivo con tutti i crismi, diffuso gratuitamente alle emittenti che lo vogliono. È ‘MilleVoci’, cui la nostra rivista da sempre dà volentieri una mano. “MilleVoci” è uno spettacolo musicale in onda su molte Tv italiane, regionali, nazionali, su Sky per l'Europa. E' senza fini di lucro, diretto ad un pubblico d'ogni età, distribuito gratuitamente alle emittenti televisive che ne fanno richiesta ma adatto anche alla diffusione radiofonica. È anche inserito su portali musicali in internet. 'MilleVoci”, realizzato ogni anno in primavera (fatta ec (continua)

Giovanna Nocetti: "Chi non è stato almeno una volta a MilleVoci... è nessuno!"

Giovanna Nocetti:
Studia canto e chitarra con la professoressa Ida Neukusler, ed inizia a partecipare a numerosi concorsi canori per dilettanti. Si trasferisce a Milano e studia armonia jazz con il maestro Sante Palumbo, che riesce a procurarle un contratto con la Meazzi, etichetta con cui debutta nel 1967. Nel 1969 partecipò al gioco televisivo Settevoci con il brano Il muro cadrà facendosi conoscere a livello nazionale.Nel 1970 passò alla Ariston Records e partecipò al Cantagiro (quello vero di un volta) con Canne al vento, scritta da Mino Reitano; nello stesso anno partecipò alla Mostra internazionale di musica leggera  (continua)

MilleVoci senza Dino? Impossibile!

MilleVoci senza Dino? Impossibile!
Dino, all'anagrafe è Eugenio Zambelli, dotato di una buona intonazione, partecipava ai primi concorsi quando era ancora bambino. Si trovava spesso a gareggiare con una sua coetanea, Gigliola Cinquetti. La incontrò nel 1959 ad uno spettacolo di operetta per ragazzi. Due anni dopo, il primo Pinocchietto d'oro con il celebre successo di Mina Le mille bolle blu. Proprio durante una di queste esibizioni nel dicembre 1961 viene notato da Ennio Ottofaro, che gli propone di entrare come voce solista nel gruppo musicale de "Kings". Dotato di una buona intonazione, ancor bambino partecipò ai primi concorsi e spesso si ritrova a gareggiare con una certa  Gigliola Cinquetti, che incontrò per la prima volta nel 1959 durante uno spettacolo di operetta per ragazzi che, due anni dopo, superò arrivando primo al Pinocchietto d'oro col celebre successo di Mina Le mille bolle blu.Proprio durante una d (continua)

Michele Maisano: MilleVoci da non trascurare.

Michele Maisano: MilleVoci da non trascurare.
Si trasferisce ancora bambino da Vigevano, sua città Natale, a Genova, città dove frequenta l'Istituto Nautico; a soli 14 anni incide il primo 45 giri con due brani, Sono dannato e Flirt, due pezzi Rock 'n' roll che esegue con l'accompagnamento dell'Orchestra Zanti e con la denominazione Gianfranco Maisano. Durante il periodo scolastico si esibiva dal vivo con un suo gruppo nei locali della sua città, e venne notato dal maestro Gian Piero Reverberi che gli fece incidere una sua canzone, Ma se tu vorrai, per la Assolo, una sottoetichetta della Karim. Il disco suscitò l'attenzione della RCA Italiana, che decise di contrattarlo.Nel 1963 partecipò, con Se mi v (continua)