Home > Altro > Il decreto indegnità

Il decreto indegnità

articolo pubblicato da: Energie PER Trieste | segnala un abuso

Il decreto indegnità
Il “decreto dignità” è una minaccia per l'economia del nostro Paese. Non servono l'INPS o la Ragioneria dello Stato per capire perché siamo davanti ad una proposta di legge che distruggerà posti di lavoro invece che creare occupazione. Il “decreto dignità” è un gravissimo errore dettato dall’ignoranza di ciò che è avvenuto nel nostro mercato del lavoro. Se le imprese dicono che gli effetti saranno negativi e che aumenterà la disoccupazione forse sarebbe meglio migliorare la proposta invece di gridare al terrorismo psicologico. Quale concetto di dignità c’è nell’idea del lavoro che ha il Ministro Di Maio? Quali risposte diamo alle migliaia di giovani coraggiosi che fanno i bagagli e partono per l’estero, non per fuggire da qualcosa ma per fare esperienza, per crescere, per confrontarsi e diventare dei professionisti? Che dignità c'è nel nel reddito senza lavorare, nel non premiare e difendere chi investe e chi crea il lavoro? Coworking. E’ una parola che al Ministro Di Maio non dice nulla? Qual è il pensiero politico dietro ai piani del Ministro Di Maio per creare occupazione nel nostro Paese? Il “decreto dignità” rende più difficile assumere a tempo mettendo a rischio centinaia di migliaia di posti di lavoro, facendo chiudere le imprese e allontanando gli investitori dal nostro Paese. Il “decreto dignità” non sta dalla parte dei cittadini! Sta dalla parte dell’ideologia che genera disoccupazione ed arretratezza. Che farà la Lega, una forza politica espressione dei ceti produttivi del nostro Paese? Salvini come spiegherà ai suoi elettori che le loro tasse serviranno a pagare i provvedimenti dei pentastellati, dando lo stipendio a chi non lavora, invece che a creare sviluppo nel nostro Paese? Noi di Energie PER l'Italia vogliamo confrontarci con gli Italiani e ridare forza ai valori della società occidentale, della nostra cultura politica. Il lavoro lo creano il mercato, gli investimenti, la crescita, lo sviluppo. Dobbiamo togliere qualsiasi alibi alla propaganda di Di Maio, difendere le imprese e riportare dalla nostra parte chi lavora.

politica | lavoro | trieste | stefano parisi | francesco tremul | decreto dignità | energie per l italia | luigi di maio | matteo salvini | lega | movimento cinque stelle |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Salute e sicurezza sul lavoro nel “decreto del fare”


Chiarezza sul recente aggiornamento del Daspo urbano: scrive lo studio di Andrea Mascetti


Al via al rimborso integrale dei buoni fruttiferi postali, è il successo dell’Avvocato Domenica Claudia Favara


40 DOMANDE A PROPOSITO DI ARBITRAX ISTITUTO ARBITRALE IMMOBILIARE & GENERALE DI MILANO E DELLE PROVINCIE LOMBARDE


Il Governo Letta copia (male) Fare


Venti anni di sicurezza sul lavoro: a Bologna il ricordo di Rino Pavanello


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Stesso autore