Home > Informatica > Truffe ad opera di fantomatici team di assistenza tecnica: la quinta minaccia più comune a luglio

Truffe ad opera di fantomatici team di assistenza tecnica: la quinta minaccia più comune a luglio

articolo pubblicato da: SABMCS | segnala un abuso

Truffe ad opera di fantomatici team di assistenza tecnica: la quinta minaccia più comune a luglio

Le frodi ad opera di falsi team di supporto tecnico ubicati in call center in India arrecano da tempo un certo fastidio agli utenti Windows. I truffatori sono attualmente particolarmente attivi, come mostrano i numeri interni pubblicati da G DATA.

 
Bochum – Le statistiche elaborate da G DATA illustrano chiaramente che al momento questo tipo di scam rappresenta una minaccia attiva per gli utenti di Windows, portati a credere che i loro computer abbiano contratto un virus o siano affetti da altri problemi di sicurezza e che sia necessario intervenire con una costosa azione di “pulizia”. I dati raccolti da G DATA mostrano che le soluzioni del vendor teutonico hanno rilevato e bloccato quotidianamente diverse migliaia di tentativi di infezione ad opera di questi truffatori nel corso del mese di luglio. Questa tipologia di frode ha raggiunto addirittura la quinta posizione tra le minacce più ricorrenti del mese.
 
Netstat mostra i presunti pericoli
Per illustrare alla vittima il presunto pericolo, i criminali presentano informazioni fornite da vari strumenti standard di Windows, come il comando Netstat. I truffatori affermano che ci sono "indirizzi IP remoti" che potrebbero accedere al computer a causa di virus, il che è completamente falso. In alcuni casi, viene visualizzato un testo casuale di colore rosso nella riga di comando di Windows, al mero scopo di attirare l'attenzione. Nessuna di queste dimostrazioni mostra reali problemi di sicurezza del computer.
 
Inoltre, i truffatori mettono le potenziali vittime sotto pressione per costringerle ad acquistare un contratto di supporto, il cui pagamento va effettuato utilizzando metodi alternativi come le carte iTunes. Anche solo questo dovrebbe allarmare l’utente: perché un tecnico Microsoft dovrebbe accettare voucher emessi da un concorrente?
 
In un auto-esperimento lo scorso anno, l'evangelista della sicurezza di G DATA Tim Berghoff ha chiamato una presunta hotline registrando la conversazione. Anche il contenuto visualizzato a schermo è stato registrato e mostra come procedono i truffatori.
 
Le raccomandazioni di G DATA
Gli utenti non dovrebbero mai chiamare una hotline quando gli viene richiesto. Spesso la finestra che si apre in modalità “drive-by” durante la navigazione può essere chiusa utilizzando il task manager. Una soluzione di sicurezza come G DATA Total Security può bloccare la visualizzazione di questi messaggi fraudolenti. Qualora gli utenti ricevano invece una telefonata, dovrebbero riattaccare immediatamente e non divulgare nessun dato personale. I tecnici Microsoft legittimi non effettuano chiamate di supporto. In nessun caso gli utenti dovrebbero consentire l'accesso al computer tramite strumenti di manutenzione remota come Teamviewer. Per farla breve, ecco cosa fare se si viene chiamati da un truffatore o qualora ci venga richiesto di chiamare urgentemente la "hotline dell’assistenza tecnica di Windows":
  • Non lasciarsi intimidire. La paura e la confusione alterano il livello di concentrazione ed aumentano esponenzialmente il rischio di cadere nella trappola.
  • Non condividere alcuna informazione su eventuali pagamenti per telefono.
  • Non permettere a un estraneo di collegarsi in remoto al proprio computer.
  • Qualora si riceva una chiamata da qualcuno che dichiara di agire per conto di Microsoft, riagganciare immediatamente. Se ci viene chiesto di chiamare, non farlo.

G DATA | Apple | Call center | Windows | cybersicurezza | G DATA Total Security | Luglio 2018 | Microsoft | Netstat | scam | truffe | virus |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

L’ALÉ CHALLENGE PRENDE IL LARGO, I VERDETTI DELLA GF LIOTTO


ALÉ CHALLENGE: BUONA LA PRIMA, IN 2000 PER LA GRANFONDO LIOTTO-CITTÁ DI VICENZA


ANCORA UNA GARA PER DECIDERE LE SORTI, DEL CHALLENGE GIORDANA


L’ALÉ CHALLENGE RIAPRE LA SFIDA, SOLE E CALDO ALLA GF EDDY MERCKX


GRAN FINALE PER L’ALÉ CHALLENGE, PREMIAZIONI ALLA FIERA DEL RISO E NEWS 2015


L’ALÉ CHALLENGE FA LA SECONDA MOSSA, LE CLASSIFICHE DOPO LA GF fi’zi:k


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Stesso autore

Snom presenta moderno terminale IP di base con display a colori e sensore di luminosità: il D717

Snom presenta moderno terminale IP di base con display a colori e sensore di luminosità: il D717
 Snom, pioniere e produttore tedesco leader di telefoni IP per l’uso professionale annuncia la disponibilità del suo nuovo D717, il modello “entry level” della serie premium di terminali IP da scrivania D7xx. A dispetto della qualifica di modello di base, lo Snom D717 é paperless, poichè dotato di tasti funzione digitali e di un display a colori, risulta (continua)

Tre scenari d’impiego delle moderne soluzioni per teleconferenze

Tre scenari d’impiego delle moderne soluzioni per teleconferenze
 Snom, produttore internazionale di telefoni IP premium per aziende e professionisti illustra come soluzioni per teleconferenze non invasive nè impattanti sul budget IT consentano di incrementare la produttività di qualsiasi organizzazione, dalle start-up alle PMI, fino alle grandi aziende, grazie alla loro fruibilità nei più diversi scenari d’uso.   S (continua)

Infrastruttura IT ombra: una vera sfida per il reparto IT

Infrastruttura IT ombra: una vera sfida per il reparto IT
 Nelle aziende, i responsabili dell’infrastruttura IT sono solitamente in prima linea quando si tratta di misurare l'impatto di eventuali variazioni del modo di operare dei dipendenti. Nonostante l’assiduo monitoraggio, negli ultimi anni sono emerse nuove pratiche non sicure tra cui la "Shadow IT", ovvero l'uso di applicazioni e servizi, spesso basati su cloud, parallela (continua)

Snom affida a Fabio Albanini la guida dei mercati internazionali

Snom affida a Fabio Albanini la guida dei mercati internazionali
 Il noto produttore tedesco di terminali IP premium conferisce al navigato Manager la leadership sull’intera compagine commerciale EMEA. Obiettivo: armonizzazione e crescita.   Snom Technology affida con decorrenza immediata a Fabio Albanini, attuale Managing Director di Snom Italia e già incaricato di guidare cinque tra i mercati internazionali più rilevanti per il (continua)

Per Stormshield un 2018 in forte accelerazione

Per Stormshield un 2018 in forte accelerazione
 Stormshield, attore europeo di riferimento nel mondo della cybersecurity e azienda di proprietà del gruppo Airbus condivide i risultati del 2018, che ha visto l’azienda incrementare i propri fatturati di oltre il 20% grazie al netto aumento delle proprie vendite in Francia come in Europa. Il produttore pure-play di software per la sicurezza informatica ha altresì consolid (continua)