Home > Internet > Yakkyofy accetta la sfida di WooCommerce

Yakkyofy accetta la sfida di WooCommerce

scritto da: Simonafer | segnala un abuso

Yakkyofy accetta la sfida di WooCommerce


 

Roma, 18 Febbraio 2019 - Yakkyofy, la startup che permette ad un ecommerce di vendere un prodotto senza possederlo fisicamente, grazie alla tecnica del dropshipping, lancia oggi un’integrazione per WooCommerce che gli permetterà di offrire servizi completamente automatizzati a coloro che utilizzano Wordpress come piattaforma per il loro store online.

Già presente su Shopify, grazie a questa nuova integrazione, la startup del portafoglio Lventure Group può puntare ad un nuovo segmento di pubblico che le permetterà di allargare ancora di più il suo mercato e incrementare i suoi profitti. “Arrivare a tutti i dropshipper presenti su qualsiasi piattaforma, per aiutarli nella gestione delle loro attività in maniera completamente automatizzata, è l'obiettivo della nostra azienda”, afferma Giovanni Conforti, CEO e Founder della startup accelerata da LUISS ENLABS. “Questo è sicuramente un grande passo avanti per la nostra azienda, ma di sicuro non ci fermeremo qui. Abbiamo grandi piani per i prossimi mesi nel settore del dropshipping”.

Il dropshipping è la nuova frontiera per chi desidera vendere on-line, ma non ha la possibilità di acquistare merce in anticipo o di gestire un magazzino. Si delega, infatti, ad una società terza tutta la fase del sourcing del prodotto e della spedizione al cliente finale, in modo tale che il dropshipper (il proprietario dello store online) possa dedicarsi solamente a vendere e pubblicizzare i propri prodotti sul suo eCommerce senza dover gestire in alcun modo la parte del packaging e della logistica.

L’eCommerce, a livello mondiale, è un settore che ha conosciuto negli ultimi 10 anni una crescita vertiginosa e le previsioni per il futuro, grazie anche all’uso delle nuove tecnologie a supporto, confermano questa tendenza. Il report annuale di Casaleggio Associati sullo stato dell’Ecommerce in Italia e nel mondo (maggio 2018) mostra come circa 1,79 miliardi di persone, quasi il 27% della popolazione mondiale, abbiano acquistato almeno una volta on-line. In questo scenario, a fare da padroni indiscussi sono Stati Uniti e Cina, che rappresentano il 69,1 del valore totale di mercato. Il settore è in continua espansione e ci sono ampi margini di crescita per coloro che vogliono aprire un proprio negozio on-line, basti pensare che, secondo le statistiche di medio periodo, per il 2021 si ipotizza che 2,21 miliardi di persone acquisteranno su internet.

I dati evidenziano come l’eCommerce offra allettanti prospettive di business e il dropshipping sia diventato una via privilegiata per entrare in questo settore. Tra le modalità di gran lunga più utilizzate per aprire uno proprio store on-line, c’è WooCommerce, il plugin di WordPress, che ad oggi conta oltre 18 milioni di download. In questo contesto, si configura la scelta strategica di Yakkyofy: “WooCommerce rappresenta una grande sfida professionale per Yakkyofy continua Giovanni Conforti “perché ci permette di offrire alla platea di Wordpress servizi nel settore del dropshipping assolutamente innovativi: con Yakkyofy infatti si potranno spedire per la prima volta su questa piattaforma prodotti in Private Label e con confezioni personalizzate, inoltre si potrà completamente automatizzare il processo di fulfilment degli ordini dal pagamento, fino al tracking e alla consegna”.

Il servizio, completamente gratuito, permette agli utenti registrati di importare facilmente prodotti sul proprio store, richiedere preventivi per gli articoli che desiderano vendere e di visualizzare facilmente il tracking della propria spedizione.

Tramite l’Estensione Chrome di Yakkyofy, si possono, inoltre, inviare in maniera pressoché istantanea tutte le informazioni necessarie per la realizzazione di un preventivo per prodotti visti sui maggiori marketplace cinesi, come Alibaba, Aliexpress, Wish, GearBeast e Banggood.

Siamo contenti di poter allargare finalmente la platea dei nostri clienti fino ad includere anche Wordpress, ma il nostro lavoro non è ancora finito” dichiara Giovanni Conforti “in quanto startup tutto il nostro team si impegna ogni giorno per offrire servizi sempre migliori ai nostri clienti ed è per questo che voglio ringraziare, prima di tutto la mia partner Carol Hsia e poi tutti i miei collaboratori per il loro ottimo lavoro e per la loro dedizione. Continuate a seguirci, abbiamo ancora molte altre novità in serbo per voi.”



Fonte notizia: https://yakkyofy.com/


ecommerce | dropshipping | woocommerce | cina |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Come costruire un funnel su Facebook efficace per il tuo eCommerce


Gestire il tuo inventario Amazon: 3 errori da evitare


Come fare Dropshipping con WordPress: una guida.


Una nuova tecnologia di Image Recognition rivoluziona il mondo dell’eCommerce.


Dropshipping su Ebay, tutti i pro e i contro.


Yakkyofy, la startup che rivoluziona il modo di fare eCommerce, arriva su Mamacrowd.


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Come guadagnare online nel 2020, aprendo un’attività digitale.

Come guadagnare online nel 2020, aprendo un’attività digitale.
You are wondering how to make money online? Easy! With minimal financial and time investment, you can start dropshipping today and make that extra income you deserve. Vorresti capire come guadagnare online nel 2020? Se vuoi una fonte di reddito aggiuntiva oppure vuoi aprire un’attività alla quale dedicarti a tempo pieno con un investimento minimo, il dropshipping è sicuramente la tua soluzione migliore. Che cos’è il dropshipping?In parole povere, il dropshipping è un tipo di attività in cui è possibile rivendere un prodotto a un cliente, con un profitto, s (continua)

Rivoluzione eCommerce: Yakkyofy raggiunge l'obiettivo massimo nella sua campagna di crowdfunding.

Rivoluzione eCommerce: Yakkyofy raggiunge l'obiettivo massimo nella sua campagna di crowdfunding.
Yakkyofy la startup barese, parte del portafoglio di LVenture Group, supera l'obiettivo massimo di raccolta su Mamacrowd e ora punta ancora più in alto. Roma 19/05/2020, dopo aver chiuso il 2019 con oltre 2,2 milioni di fatturato e aver registrato vendite per 3,8 milioni di euro nel primo quadrimestre 2020, con un incremento del +943,16% rispetto al primo quadrimestre dell’anno passato, Yakkyofy oggi raggiunge un altro traguardo: raccoglie 400k di investimenti superando in adesioni l’obiettivo massimo della sua campagna di equity crowdfunding su M (continua)

Rancilio Cube e Yakkyofy, insieme per la sicurezza dei rider di Deliveroo.

Rancilio Cube e Yakkyofy, insieme per la sicurezza dei rider di Deliveroo.
 In questo momento di crisi generalizzata, un esempio di comportamento virtuoso ci viene dato dalle aziende si uniscono all’insegna della solidarietà, della sicurezza sul lavoro e del sostegno della ripresa economica. Roma, 28 aprile 2020, Rancilio Cube family office fondato dalla famiglia Rancilio che opera dal 2013 nel panorama del Venture Capital internazionale, investendo (continua)

Una startup offre mascherine a prezzi calmierati per combattere lo sciacallaggio.

Una startup offre mascherine a prezzi calmierati per combattere lo sciacallaggio.
  In questo periodo di pandemia e crisi dell’economia mondiale, alcune startup digitali, grazie ai loro modelli di business innovativi, sono riuscite ad adattarsi rapidamente e a diventare una preziosa risorsa per il sistema Italia. Il diffondersi dell’epidemia da Coronavirus ha messo a dura prova governi, aziende e in generale il sistema economico mondiale. In questa situazio (continua)

Le vendite eCommerce impennano: +81% come conseguenza del Coronavirus

Le vendite eCommerce impennano: +81% come conseguenza del Coronavirus
  Il Coronavirus rallenta l’economia globale, ma traina il settore delle vendite online e tra queste anche la startup italiana Yakkyofy. Il Coronavirus ha sicuramente avuto pesati conseguenza sull’economia globale, tuttavia proprio come conseguenza della ridotta mobilità delle persone e della necessità di rifornimenti ci sono alcuni settori che hanno rilevato un&rs (continua)