Home > News > #salviamopatrick

#salviamopatrick

scritto da: Silviadecesare | segnala un abuso

 #salviamopatrick


 #salviamopatrick con una raccolta fondi. E' la difficile impresa a favore di Patrick Majda, 40 anni, bolognese, gravemente malato di tumore al colon con mestastasi al fegato, la cui unica possibilità di salvezza risiede in un protocollo (anzi, tre) di una clinica a Philadelphia.

Lui potrebbe avere accesso subito alle cure (lo hanno sollecitato già due volte nelle ultime tre settimane), ma purtroppo gli hanno chiesto 500 mila euro da dare tutti e subito, che ovviamente lui non ha.

E' partita perciò una campagna di solidarietà (e una corsa contro il tempo) lanciata dalla fidanzata Luciana Grieco nel tentativo di raccogliere i soldi necessari alla causa, cui hanno risposto anche diversi nomi del mondo dello sport (tra cui Carlton Myers e Andrea Lucchetta, la lega basket serie A e il Bologna calcio) e dello spettacolo (tra cui Gianni Morandi, Gigi D'Alessio e Rudy Zerbi, Andrea Delogu, Alessandro Bergonzoni). Ma la meta è ancora lontana: "soli" 250 mila euro circa la cifra raccolta. Abbiamo bisogno quindi di diffondere il più possibile la sua storia, nella speranza di raggiungere al più presto la cifra necessaria perché il tempo per lui stringe.

LA STORIA MEDICA DI PATRICK Patrick ha un tumore maligno: adenocarcinoma mucinoso al colon con KRAS mutato, con metastasi al fegato. Ha subito, d'urgenza, un profondo intervento chirurgico con resezione di metà colon, dei segmenti VI e VII del fegato e della cistifellea. All'intervento sono seguite delle complicazioni ed è stato in coma per 5 giorni. I medici non si pronunciavano ma la sua forza di volontà e voglia di vivere lo ha fatto svegliare. Dopo oltre 40 giorni in ospedale ha recuperato le forze è si è sottoposto a 5 mesi di chemioterapia con Folfox, che purtroppo non hanno dato l'esito sperato. Ha quindi cambiato terapia passando al Folfiri, per altri 4 mesi, ma purtroppo il tumore si è dimostrato resistente anche a questa chemio. Le complicazioni seguite all'intervento impongo a Patrick l'assunzione di farmaci anticoagulanti che gli impediscono l'accesso ad altre cure chemioterapiche. Al momento in Italia non ci sono altri protocolli standard che possano salvagli la vita e neppure protocolli sperimentali. Per le caratteristiche del suo tumore non c'è radioterapia né immunoterapia.

L'unica concreta speranza di salvezza per Patrick è presso il Penn Medicine's Abramson Cancer Center Clinical di Philadelphia, Pennsylvania. Qui ci sono ben tre possibili protocolli di cui due immunoterapici: il TRK Inhibitor (serve a fermare la proliferazione delle cellule tumorali), il Hu5F9-G4 (agisce contro la proteina CD47 che inibisce l'attività antitumorale dell'organismo) il CDX-1140 (potenzia l'azione dei linfociti T, che sono le cellule che di fatto uccidono le cellule tumorali).

#salviamopatrick | raccolta fondi | tumore |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Si apre il set di “Un premio per la vita”, fra danza e disagio sociale

Si apre il set di “Un premio per la vita”, fra danza e disagio sociale
Sono iniziate le riprese di due mediometraggi a sfondo sociale firmati DGPhotoArt Cinema, la casa cinematografica presieduta dal videomaker e regista Davide Guida, da  sempre impegnato in temi profondi dai drammi dello spettacolo, allo stalking, al bullismo, alla violenza alle donne. Davide Guida, dopo anni di esperienza nella produzione di tecnologie multimediali, ha esordito come sceneggi (continua)

Festival di Napoli New Generation

Festival di Napoli New Generation
Ritorna, con la quinta edizione, il “Festival di Napoli New Generation", giunto alla quinta edizione. Il direttore artistico del festival è il maestro Massimo Abbate, figlio di Mario Abbate il più grande interprete della canzone Napoletana dal dopo guerra ad oggi. Massimo è un artista poliedrico, organizzatore di eventi, direttore artistico, regista, attore e canta (continua)

Dall’architettura al teatro: è la vita (di Francesco Maria Siani) che riparte

Dall’architettura al teatro: è la vita (di Francesco Maria Siani) che riparte
Da ragazzo suonava il pianoforte da grande sognava di diventare un musicista, scrivere canzoni, ma non ebbe il coraggio di tentare e intraprese gli studi in architettura. Quando era tempo di costruire il suo futuro, perse il suo migliore amico: “Continua a batterti – gli disse – quando un giorno ti sarai realizzato, io sarò lì con te”.  Il dolore fu talme (continua)

RADUNO DI VESPE D’EPOCA ALL’IRNO CENTER

RADUNO DI VESPE D’EPOCA ALL’IRNO CENTER
Quando la forma del gusto incontra il ciclomotore italiano più amato di sempre. Venerdì 19 luglio alle 18.30 all’Irno Center il Raduno di Vespe d’epoca, appuntamento realizzato con il patrocinio del Comune di Salerno in collaborazione con i Vespa Club di Salerno e Paestum. L’happening dà il via ad un fitto programma di eventi estivi, Le vie del Gusto, calend (continua)

TERSICORE IN ARENA CON CAMPANIA…IN DANZA TERZA EDIZIONE

TERSICORE IN ARENA CON CAMPANIA…IN DANZA TERZA EDIZIONE
Per il terzo anno consecutivo si ripete la magia di “Campania…in Danza”, la terza edizione dell’evento in programma lunedì 8 luglio alle 21, all’Arena del Mare (Piazzale della Concordia) di Salerno. L’appuntamento, che rientra nella ricca e variegata ricca programmazione di eventi e spettacoli di musica, danza, teatro, lirica, cabaret e cinema che si sus (continua)