Home > Arte e restauro > Pro Biennale di Sgarbi vuole il buffet di Nino Ballerino

Pro Biennale di Sgarbi vuole il buffet di Nino Ballerino

articolo pubblicato da: ufficio_stampa | segnala un abuso

Pro Biennale di Sgarbi vuole il buffet di Nino Ballerino

 Confermata la presenza del palermitano Nino Ballerino per il vernissage di Pro Biennale 2019. Il noto focaccere di corso Camillo Finocchiaro Aprile si occuperà del buffet in occasione dell’inaugurazione della mostra, che prenderà il via il 5 maggio, allo Spoleto Pavilion (alle 13 in calle dei Cerchieri, 1270). All’evento, presentato dal prof. Vittorio Sgarbi e organizzato dal presidente di Spoleto Arte Salvo Nugnes, l’Oscar nazionale dello street food Antonino Buffa, questo il suo vero nome, porterà il suo contributo artistico in termini di specialità culinarie.

Ed è proprio il caso di ribadire che l’apporto del meusaro siciliano è veramente artistico in quanto offre, al momento della “conzatura”, un vero spettacolo. La preparazione di una delle sue specialità va obbligatoriamente eseguita davanti al cliente e avviene mediante dei movimenti (annacature) effettuati a suon di musica. Da qui il soprannome di Ballerino.

Ad oggi, lo streetchef impiega soltanto 10 secondi a eseguire la conzatura, traguardo record di un mestiere che si tramanda nella sua famiglia da quattro generazioni, a partire dal 1802. Focacce con milza, panelle e crocché e molto altro verranno quindi serviti al pubblico di Pro Biennale, che ha imparato da diverse fortunate edizioni ad apprezzarne gusto e tradizione.  Un parterre, tra l’altro, molto ricco per via dei numerosi ospiti illustri che prenderanno parte all’opening. A partire dall’artista José Dalí, figlio di Salvador Dalì, ha risposto all’appello anche il direttore d’orchestra Silvia Casarin Rizzolo, che collabora anche con il Teatro La Fenice. Contribuiranno all’ottima riuscita dell’apertura anche la giornalista della RAI Antonietta Di Vizia, la communication manager Daniela Testori, il fotografo di fama internazionale Roberto Villa, mons. Mapelli, arcivescovo della Chiesa Ortodossa, Valerio Favero, vicepresidente del Museo Canova e Patrick di Striscia La Notizia.

Si dice già soddisfatto di questa conferma Nino Ballerino, che commenta: «Sono felicissimo di tornare a lavorare in una città magnifica come Venezia e ancora più lieto di prestare la mia opera professionale per due big della cultura quali Sgarbi e Nugnes».

Nino ballerino | vittorio sgarbi | salvo nugnes | pro biennale | venezia | 2019 | buffet | palermitano | sicilia | venezia | spoleto pavilion |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

IL NATALE DEI CINQUE SENSI: UN FINE SETTIMANA DI DEGUSTAZIONI A CANTINA TRAMIN


HOSThinking - 10 Designer per 100 Prodotti


4 – 11 FEBBRAIO: LIVIGNO SI TINGE DI ROSA


Fjällräven Polar 2019: per la prima volta anche un italiano


HOSThinking a design award: selezionate le 10 migliori proposte tra più di 60 progetti candidati


Riparte Fjällräven Polar: candidature aperte dal 15 novembre al 13 dicembre


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Stesso autore

Intervista all’artista romana Paola de Gregorio dopo il Premio Biennale Sgarbi 2019

Intervista all’artista romana Paola de Gregorio dopo il Premio Biennale Sgarbi 2019
Paola de Gregorio è una delle scultrici più interessanti del panorama nazionale. Dal 5 al 27 maggio ha partecipato alla mostra Pro Biennale presentata da Vittorio Sgarbi a Venezia. Organizzata dal curatore di mostre e grandi eventi Salvo Nugnes, l’esposizione ha visto il contributo dell’Assessore al Turismo di Venezia Paola Mar, dell’artista José Dalí, (continua)

Gli artisti del Premio Caravaggio conquistano Malta con Spoleto Arte di Sgarbi

Gli artisti del Premio Caravaggio conquistano Malta con Spoleto Arte di Sgarbi
Location esclusiva quella scelta da Spoleto Arte per inaugurare la mostra dedicata al Premio Caravaggio. Sabato 8 giugno, all’Hilton Hotel di Malta (Portomaso, St Julian’s) è stato riservato un trattamento speciale per gli artisti omaggiati con questo autorevole riconoscimento. Il Premio Caravaggio porta infatti le firme dell’artista José Dalí, figlio di Salv (continua)

Milano Art Gallery applaude Giuseppe Oliva: la sua personale è un successo

Milano Art Gallery applaude Giuseppe Oliva: la sua personale è un successo
Ha lasciato senz’altro un’ottima impressione sul pubblico la personale dell’artista Giuseppe Oliva, inaugurata ieri, giovedì 6 giugno, nella storica Milano Art Gallery. In via Alessi 11, nel cuore di Milano, il pittore di origini ragusane ha aperto la rassegna presentata dal fotografo di fama internazionale Roberto Villa, amico di Pier Paolo Pasolini e di Dario Fo, da Carl (continua)

Spoleto Arte ospita il Premio Margherita Hack, presieduto dal grande Alberoni

Spoleto Arte ospita il Premio Margherita Hack, presieduto dal grande Alberoni
 Evento nell’evento, il Premio Margherita Hack si rinnova anche quest’anno all’interno della mostra internazionale d’arte contemporanea Spoleto Arte. La cerimonia di premiazione, prevista per le 11 di domenica 30 giugno a Palazzo Leti Sansi (via Arco di Druso 37, Spoleto), vedrà insignite del prestigioso riconoscimento numerose personalità del mondo dello (continua)

Tutti innamorati di Alberoni e della nuova mostra di Spoleto Arte a Villa Rezzonico

Tutti innamorati di Alberoni e della nuova mostra di Spoleto Arte a Villa Rezzonico
Si è aperta a suon di applausi la mostra Arte in Villa, uno degli appuntamenti a cura di Spoleto Arte di Vittorio Sgarbi. Sabato 1 giugno a Bassano del Grappa, la storica Villa Rezzonico, che ha ospitato grandi condottieri come Napoleone e Garibaldi e grandi letterati come Manzoni e Foscolo, ha assistito a una manifestazione grandiosa in tutti i sensi. A partire dal neosindaco di Bassano El (continua)