Home > Informatica > Acronis Foundation fonda una nuova scuola in un campo profughi in Libano per garantire un ambiente di studio protetto ai bambini in fuga dalle zone di guerra

Acronis Foundation fonda una nuova scuola in un campo profughi in Libano per garantire un ambiente di studio protetto ai bambini in fuga dalle zone di guerra

articolo pubblicato da: essecicomunicazione | segnala un abuso

Acronis Foundation fonda una nuova scuola in un campo profughi in Libano per garantire un ambiente di studio protetto ai bambini in fuga dalle zone di guerra

 Acronis Foundation è orgogliosa di annunciare l'apertura di una nuova scuola in Libano e la partnership con la ONG tedesca Zeltschule e.V. La nuova scuola è collocata in una tensostruttura stabile e di grandi dimensioni e offre a più di 250 bambini la possibilità di crescere e imparare. La scuola si trova a Bar Elias, città nella valle della Bekaa. In Libano vivono mezzo milione di bambini siriani che, per mettersi in salvo dalla guerra nel loro paese, hanno superato il confine e ora non hanno accesso ad alcuna forma di istruzione.

Poiché la guerra in Siria è iniziata nel 2011, la maggior parte di questi bambini non ha mai frequentato una scuola. Ciò significa che un'intera generazione di siriani sta crescendo analfabeta. Acronis Foundation desidera offrire un'istruzione a questi ragazzi e una possibilità di scegliere il futuro in autonomia quando la guerra sarà finita. Per molti dei rifugiati, il rientro in Siria non è ancora possibile. I bambini di queste famiglie non hanno perciò alcuna possibilità di studiare, oltre a quella di frequentare una delle scuole improvvisate nei campi.

Acronis Foundation opera per la realizzazione di infrastrutture educative per ragazzi svantaggiati di diverse regioni del mondo. Il Libano è un paese piccolo che ospita però oltre un milione di rifugiati e la situazione educativa che è in grado di offrire non è affatto sufficiente. Spesso non è possibile soddisfare i bisogni primari e di conseguenza l'istruzione passa in secondo piano. Il progetto in Libano è davvero interessante e può offrire un aiuto dal costo contenuto, ma rapido, efficace e adeguato alle difficoltà della situazione. L'organizzazione di cui siamo partner ha già aperto oltre 10 scuole in tende, che offrono uno spazio protetto a oltre 2200 studenti. È un partner affidabile e con grande esperienza.

I ragazzi osserveranno due turni di frequenza, uno al mattino e uno al pomeriggio. Per garantire la partecipazione alle lezioni, la famiglia di ogni studente riceve dei pacchi di alimenti, così da non dover utilizzare i sussidi dei bambini per la sopravvivenza. La comunità ha contribuito attivamente alla costruzione dell'edificio e anche gli insegnanti sono rifugiati siriani che vivono nel campo. Per l'intera comunità la partecipazione al progetto è un'opportunità di creare qualcosa di significativo e sostenibile per i propri figli, la cui istruzione rappresenta infatti una speranza per tutta la famiglia.

“Se vogliamo garantire un futuro migliore a questi ragazzi, possiamo solo unire le nostre forze”, ha affermato Serguei Beloussov, CEO di Acronis. “Acronis e i suoi partner internazionali non vogliono portare solo una speranza ma offrire i mezzi concreti che permetteranno a questi studenti di accedere al sapere di cui hanno bisogno per inseguire e realizzare i propri sogni.”

 

È stato fondamentale anche il supporto dei nostri partner di alto profilo in ambito sportivo, come la squadra dell’Arsenal, grazie alla quale Acronis Foundation ha fornito materiale per la scuola, magliette e palloni, promuovendo al tempo stesso la salute e la passione per lo sport.

 

“È sempre un privilegio sostenere le comunità locali e i giovani che amano il calcio”, ha sottolineato Mark Gonnella, Direttore Comunicazione e comunità dell’Arsenal. “Riteniamo che il calcio possa ispirare i giovani e insegnare loro valori fondamentali per la vita, come il lavoro di squadra e il rispetto. Sono competenze applicabili anche ad altri aspetti della vita e possono aiutare le persone a liberare le proprie potenzialità.”

 

Questa è la quinta scuola costruita da Acronis Foundation dall'avvio del programma Schools Initiative, nel 2018. In cantiere ci sono altri tre progetti, ma la fondazione si è posta l'obiettivo di realizzare 15 scuole nei prossimi tre anni, per fornire accesso all'istruzione a migliaia di ragazzi e ragazze di tutto il mondo.



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Acronis festeggia il 15° anno di attività e premia i propri partner durante un evento di gala organizzato a Singapore, dove l'azienda è nata


Acronis True Image 2019 un livello di protezione informatica che ha impedito ai ransomware di fare danni per oltre 100 milioni di dollari


Acronis distribuisce la nuova versione di Acronis Data Cloud, per una protezione dei dati informatici più semplice


Acronis nomina Mike Chadwick vicepresidente di Engineering and Cloud Operations


Acronis annuncia una partnership con Microsoft ampliando le opportunità del service provider con Microsoft Azure


Acronis True Image 2020 automatizza i backup 3-2-1 come l’unica soluzione personale per la replica dei backup locali nel cloud


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

La ricerca Acronis per la Settimana mondiale della Protezione Informatica rivela che il 42% delle aziende ha subito perdite dei dati nel 2019

La ricerca Acronis per la Settimana mondiale della Protezione Informatica rivela che il 42% delle aziende ha subito perdite dei dati nel 2019
  Acronis, leader globale della cyber protection, a partire da oggi, World Backup Day, celebra la settimana mondiale della protezione informatica rivelando che il 42% delle aziende nel 2019 ha subito un evento di perdita di dati che ha provocato tempi di inattività. Questo numero elevato è probabilmente causato dal fatto che mentre circa il 90% dei responsabili aziendali e (continua)

Blackboard Collaborate: la classe virtuale veramente accessibile

Blackboard Collaborate: la classe virtuale veramente accessibile
Blackboard, azienda leader nelle tecnologie per l'insegnamento, l'apprendimento e il coinvolgimento degli studenti, implementa il portale self-service Blackboard Collaborate Self-Service  capace di ridurre significativamente il tempo che va dall'acquisto all'avvio. In un momento come quello attuale dove le Università e gli istituti scolastici sono chiusi a causa della Pandemia da Covi (continua)

Acronis mette gratuitamente a disposizione Acronis Cyber Files Cloud per supportare gli smart worker durante l'epidemia di Coronavirus

Acronis mette gratuitamente a disposizione Acronis Cyber Files Cloud per supportare gli smart worker durante l'epidemia di Coronavirus
 Acronis, leader globale della cyber protection, ha annunciato oggi che, in risposta all'attuale pandemia di Coronavirus, Acronis Cyber ​​Files Cloud, la soluzione di sincronizzazione e condivisione dei file sicura e di livello aziendale, sarà resa gratuita per tutti i fornitori di servizi fino al 31 luglio 2020, in modo che possano aiutare i loro clienti a passare rap (continua)

Acronis, leader della protezione informatica, ha un nuovo Presidente del Consiglio di Amministrazione: è René Bonvanie, illustre esperto del settore sicurezza

Acronis, leader della protezione informatica,  ha un nuovo Presidente del Consiglio di Amministrazione: è René Bonvanie, illustre esperto del settore sicurezza
Acronis, leader globale della cyber protection, nomina René Bonvanie Presidente del Consiglio di Amministrazione. Membro del CdA di Acronis dal 2014, René Bonvanie è Executive Vice President del reparto Strategic Accounts di Palo Alto Networks. Come Presidente del CdA, René collaborerà con il CEO e il team dirigenziale Acronis all'implementazione della strategia (continua)

Il coronavirus mette alla prova la sicurezza del lavoro a distanza

Il coronavirus mette alla prova la sicurezza del lavoro a distanza
Mentre le autorità di tutto il mondo lavorano per contenere il coronavirus e cercano di impedirne la diffusione, le restrizioni ai viaggi messe in atto stanno inducendo molte società a ripensare alle strategie e modalità lavorative. Anziché recarsi in una regione in cui il loro volo di ritorno potrebbe essere a rischio di essere messo in quarantena, molte imprese si riv (continua)