Home > Economia e Finanza > La Federal Reserve si avvicina al taglio dei tassi. Dollaro in discesa

La Federal Reserve si avvicina al taglio dei tassi. Dollaro in discesa

articolo pubblicato da: Elleny | segnala un abuso

Come era prevedibile, la Federal Reserve ha deciso di lasciare i tassi di interesse al livello attuale. Tuttavia, ha confermato in modo evidente che si sta marciando verso un ormai prossimo taglio del costo del denaro.

Il FOMC vota per non toccare i tassi

fedLa due giorni di meeting dell'istituto centrale americano si è concluso con un voto non unanime del Fomc. L'organo di politica monetaria della Federal Reserve ha deciso di lasciare i tassi in una forchetta fra il 2,25% e il 2,50%, con 9 voti favorevoli contro 1 voto contrario (quello di James Bullard, che avrebbe voluto un taglio di 25 pb). Quello che però è molto importante, è che dal comunicato di accompagnamento sparisce la parola "paziente" riguardo le future variazioni dei tassi di interesse. Inoltre la banca centrale americana preannuncia l'intenzione di agire "in modo appropriato" per sostenere l'espansione economica, che negli ultimi mesi ha rallentato.

Tutto questo fa ritenere che effettivamente sia in vista un cambio di rotta da parte della banca centrale. Vale la pena ricordare che la FED ha effettuato ben 4 rialzi nel corso del 2018.

La reazione degli investitori

La decisione della Fed ha innescato una corsa alle vendite del Dollaro USD. L'index DXY è sceso dello 0,56% a 97,63, mentre la valuta statunitense perde circa lo 0,30% nei confronti dell'Euro. Adesso il cambio EUR-USD viaggia a 1,123 e gli indicatori trend following migliori non segnalano più un dollaro forte.

Consiglio operativo: uno dei trading system più interessanti da studiare è senza dubbio la strategia belkhayate centre of gravity cog.

Previsioni della FED sull'economia

Per quanto riguarda la previsioni, la FED ritiene che l'economia americana tornerà a marciare in modo sostenuto, con un forte mercato del lavoro e una inflazione che tenderà verso l'obiettivo del 2%. La banca centrla ha rivisto al ribasso le previsioni del 2019 sull'inflazione, ma ha lasciato invariate le aspettative di crescita del PIL al 2,1%. Però ha anche sottolineato che le incertezze sono aumentate, e che bisognerà monitorare da vicino le informazioni che arriveranno.

fed | dollaro | belkhayate | strategia cog | indicatori di trend following |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

La coppia di valuta AUD/USD


Federal Reserve nel dubbio: quando alzare ancora il tasso di interesse?


Come la FED infuenza la politica monetaria


Dollaro troppo forte? Il primo a temerlo è Donald Trump


Dollaro Neozelandese, la crescita potrebbe essere solo temporanea


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Stesso autore

Investimenti, dopo il rally è giusto abbandonare l'oro?

Gli investimenti in oro si sono rivelati un buon affare in questa prima metà del 2019, visto che la quotazione è tornata oltre quota 1400 dollari l'oncia come non accadeva da tempo. I numeri degli investimenti in oro Chi avesse investito circa 10mila in un Etf che replica il prezzo del metallo prezioso, oggi avrebbe un capitale di 11.125 euro. Parliamo di un guadagno dell'11,25%. M (continua)

Beni rifugio richiestissimi, cresce la paura sui mercati globali

Sui mercati è tornata a spirare in modo forte l'avversione al rischio, dando così una spinta ai beni rifugio come lo yen. La valuta giapponese è così arrivata ai massimi delle ultime due settimane nei confronti del dollaro, mentre sul biglietto verde pesano i timori di escalation delle tensioni commerciali tra Usa e Cina e la discesa dei rendimenti sulla curva dei Treas (continua)

Commissioni, eToro decide di dare un taglio a quelle in Europa

Fare investimenti su internet diventa più conveniente grazie all'impegno di una delle società più attive del settore. Stiamo parlando di eToro, che ha annunciato un taglio netto alle commissioni praticate ai propri clienti per le operazioni su azioni stock ed ETF. La nuova politica di commissioni Le nuove condizioni si applicheranno alla clientela europea, rendendo quindi l' (continua)

Economia dell'Est, la Banca di Polonia continua a non toccare i tassi

Non sono giunte novità dalla riunione di politica monetaria della MPC, ovvero il consiglio della banca centrale di Polonia. Il costo del denaro è stato infatti mantenuto al livello record di 1,5% come del resto si aspettavano i mercati. Sono passati 4 anni dall'ultimo ritocco del costo del denaro, che avvenne nel marzo 2015 (taglio di 50 punti base). La decisione della Banca di Polo (continua)

Dollaro troppo forte? Il primo a temerlo è Donald Trump

Da diversi mesi l'euro oscilla dentro un range abbastanza stretto nei confronti del dollaro americano. Che previsioni si possono fare riguardo al futuro delle due valute principali del panorama finanziario? Economia USA e dollaro Anzitutto occorre considerare la situazione economica dei due paesi. Negli USA ci sono diverse voci che parlano di possibile inversione di rotta. Se accadrà di q (continua)