Home > Spettacoli e TV > Venezia a Napoli, i film del lido, edizione festival, 2019 arrivano a Napoli per una settimana fino al 28 ottobre

Venezia a Napoli, i film del lido, edizione festival, 2019 arrivano a Napoli per una settimana fino al 28 ottobre

scritto da: Renail87 | segnala un abuso

Venezia a Napoli, i film del lido, edizione festival, 2019 arrivano a Napoli per una settimana fino al 28 ottobre


Al via martedì 22 ottobre, la nona edizione di “Venezia a Napoli. Il cinema esteso”, la rassegna, diretta da Antonella Di Nocera, che porta in città oltre 30 titoli, con anteprime e incontri, dal programma della 76. Mostra Internazionale d’arte cinematografica di Venezia (Ingresso 3 euro). 


Giornata inaugurale al Cinema Astra (Via Mezzocannone, 109) con quattro proiezioni in anteprima. Alle ore 17 il documentario “800 mal einsam: ein tag mit dem filmemacher Edgar Reitz” in cui la giovane autrice Anna Hepp dialoga con il celebre regista tedesco, ottantaseienne, Edgar Reitz, nel famoso cinema Lichtburg di Essen, un confronto generazionale sul tema della cultura cinematografica in Germania. L’evento è in collaborazione con il Goethe Istitute. Introducono la direttrice del Goethe Maria Carmen Morese e Rosario Gallone di Pigrecoemme. Alle ore 19, dopo i saluti del Prorettore dell’Università Federico II Arturo De Vivo e di Antonella Di Nocera, la regista Nunzia De Stefano presenta il suo film d’esordio “Nevia”. In sala anche la protagonista Virginia Apicella, e il cast con Pietra Montecorvino, Gianfranco Gallo, Simone Borrelli, Franca Abategiovanni e Rosy Franzese. Prodotto da Matteo Garrone, il film racconta la vita di un’adolescente in un campo container di Ponticelli. L’evento è in collaborazione con la Film Commission Regione Campania. La serata culmina con i film vincitori della Settimana Internazionale della Critica di Venezia e i registi in sala: dalle ore 21, il Miglior Cortometraggio Sic@Sic “Veronica non sa fumare” di Chiara Marotta e “All this victory” (Gran Premio) del libanese Ahmad Ghossein.

 

Grande partecipazione dei giovani grazie alla campagna di attivazione di accrediti culturali rivolta agli studenti della Campania che ha chiuso le iscrizioni con più di 400 richieste pervenute. Ottimo anche il riscontro dei giovani studenti delle scuole superiori che in oltre 2000 parteciperanno alle mattinate loro riservate al Cinema Modernissimo (giovedì 24 ottobre, ore 10) e al Cinema Pierrot di Ponticelli (venerdì 25 ottobre, ore 10) in occasione della proiezione de “Lo sceicco bianco” (1952) di Federico Fellini, nella versione restaurata dalla Cineteca di Bologna, a cui sarà presente Stefano Francia di Celle, curatore della sezione Venezia Classici. 

 

Omaggio a Fellini (nel gennaio 2020 saranno i cento anni dalla nascita) anche con la proiezione di 18 brevi video, “Federico Fellini in frames”, pillole dall’Archivio Storico Luce Cinecittà a cura di Nathalie Giacobino, che apriranno tutti i film in programmazione a “Venezia a Napoli”Dagli anni ’50 agli anni ’80, si potranno vedere curiosità sul set e fuori dal set, la consegna di moltissimi dei premi ricevuti dal regista come l’Oscar miglior film straniero per “8 ½”, il lavoro di doppiaggio con Oreste Lionello e Gigi Proietti per il film “Casanova”, prove di scena con Giulietta Masina e Sandra Milo nel film “Giulietta degli spiriti” e molto altro.

 

La rassegna proseguirà fino al 28 ottobre e accoglierà oltre 20 ospiti, tra cui il maestro Giuliano Montaldo, il critico cinematografico, saggista e autore televisivo Enrico Ghezzi, Franco Maresco, l’attore francese Gérard Meylane ancora Niccolò Vivarelli, i giovani cineasti internazionali Antonine de Bary, Shahad Ameen, Théo Court Sébastian Muñoz, insieme agli ospiti  italiani Francesco Di Leva, Simone Isola, Simone Cipani e tanti altri.

 

La manifestazione è diretta da Antonella Di Nocera, a cura di Parallelo 41, con il contributo di MIBACTRegione Campania, in collaborazione con Biennale di Venezia, 76. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di VeneziaUniversità degli Studi di Napoli Federico II Coinor, Arci Movie, Institut Français Napoli, Istituto Confucio dell’Orientale, Goethe InstitutIstituto Luce, Giornate degli AutoriSettimana Internazionale della Critica di VeneziaCentro Sperimentale di Cinematografia-Cineteca Nazionale, Cineteca di Bologna, Accademia di Belle Arti di Napoli, Film Commission Regione Campania, Istituto Cervantes, Rassegna Sguardi Ostinati di CasalnuovoMoby Dick. Con il patrocinio dell’Accademia delle Belle Arti di Napoli, Università degli Studi di Napoli L'Orientale, Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli.

 

Tutti i film stranieri sono proiettati in versione originale e sottotitolati in italiano.

 

IL PROGRAMMA FINO AL 28 OTTOBRE

 

Mercoledì 23 ottobre

Al Cinema Astra, ore 17, “Scales”, dalla Settimana della critica, della giovane regista araba Shahad Ameen, presente in sala. Su di un’isola, le prime figlie femmine di ogni famiglia vengono donate al mare come sacrificio propiziatorio per la pesca e la ricerca del cibo. In questa società dominata dal maschile, un padre si rifiuta di uccidere la propria neonata che, una volta adolescente, spezzerà le catene delle antiche leggi. Alle 19 “Gloria Mundi” di Robert Guédiguian, un drammatico ritratto di famiglia nella crisi economica, in concorso a Venezia 76 e Coppa Volpi per la interpretazione femminile ad Ariane Ascaride. A presentarlo l’attore protagonista, Gérard Meylan, al sedicesimo film con Guédiguian. La proiezione sarà introdotta da Laurent Burindes Roziers, Console generale di Francia a Napoli. Alle ore 21,30 “State Funeral” di Sergei Loznitsa che mostra, attraverso filmati d’archivio unici e in gran parte inediti, il funerale di Josip Stalin, una cerimonia seguita da decine di migliaia di persone, descritta dalla Pravda come “il Grande Addio”.

 

Giovedì 24 ottobre

Si comincia la mattina alle ore 10 al Cinema Modernissimo con la proiezione per le scuole superiori de “Lo sceicco bianco” di Federico Fellini (1952), presentato a Venezia Classici nella versione restaurata della Fondazione Cineteca di Bologna. L’evento in collaborazione con Moby Dick, sarà introdotto da Stefano Francia di Celle, curatore della sezione Venezia Classici e dalla prof.ssa Anna Masecchia, docente di cinema del Dipartimento Studi Umanistici dell’Università Federico II. Al Cinema Astra alle ore 16,30 Enrico Ghezzi presenta “Bu San (Goodbye, Dragon Inn) di Tsai Ming- Liang (2003), in versione restaurata. Evento in collaborazione con l’Istituto Confucio dell’Orientale di Napoli. Alle ore 18, il critico, autore e saggista e la “redazione” di Eccedance mostreranno in esclusiva un estratto dall'archivio privato di Enrico Ghezzi per presentare il film in lavorazione “Gli ultimi giorni dell'umanità”. Seguirà, alle ore 18,30, l’evento con ilMaestro Giuliano Montaldo che presenta e dibatte con il pubblico dopo il suo film “Tiro al piccione”, evento speciale di Venezia Classici. Restaurato dal Centro Sperimentale di Cinematografia Cineteca Nazionale nei laboratori di Istituto Luce - Cinecittà, il film sarà introdotto dai saluti del Rettore dell’Università degli Studi di Napoli Federico II Gaetano Manfredi, Antonella Di Nocera e Anna Masecchia. 

Nel frattempo doppia proiezione al Cinema Vittoria di Aversa (18,30 e 21,30) con “Il Sindaco del Rione Sanità” di Mario Martone, in concorso a Venezia 76. In sala il protagonista Francesco Di Leva. Alle ore 21,30, in collaborazione con Astradoc, “The Kingmaker” di Lauren Greenfield, fuori concorso a Venezia, sull’eccessiva first lady delle Filippine Imelda Marcos. Introduce Antonio Borrelli. Al Cinema La Perla di Agnano alle ore 20, dalle Giornate degli autori di Venezia (Premio della Giuria), arriva “Mio fratello rincorre i dinosauri”, successo al cinema di Simone Cipani, tratto dall’omonimo romanzo di Giacomo Mazzariol, racconta la storia di Jack, un ragazzo con un fratello unico e speciale, affetto dalla sindrome di Down. A presentarlo il regista con introduzione di Peppe Borrone. 

 

Venerdì 25 ottobre

Al cinema Astra alle ore 16,30 “Bombay Rose” di Gitanjali Rao, dalla Settimana della Critica, film d’animazione su tre storie di amori impossibili, fra un ragazzo e una ragazza irraggiungibile, fra due donne e di un’intera città per le sue star di Bollywood. A seguire, la serata dedicata al Cile con la proiezione alle ore 18 di “El Principe” di Sebastián Muñoz. Cile, 1970. Nel corso di una notte alcolica Jaime, ventenne solitario, accoltella il suo miglior amico in quello che sembra un omicidio passionale. L’evento, in collaborazione con Arcigay Antinoo Napoli, sarà presentato dal regista con i saluti del direttore dell’Istituto Cervantes di Napoli Ferran Ferrando Melià. Alle ore 20 “Blanco en Blanco”, Premio Orizzonti per la Migliore Regia. In sala il regista Théo Court. All’inizio del ventesimo secolo, Pedro arriva nella Terra del Fuoco, un luogo violento e inclemente, per fotografare il matrimonio di un potente proprietario terriero. 

Chiude la serata “Cile”, alle ore 22, l’anteprima dell’ultimo film di Pablo Larraín “Ema”, in concorso a Venezia 76. Ema, giovane ballerina, decide di separarsi da Gastón dopo aver rinunciato a Polo, il figlio che avevano adottato ma che non sono stati in grado di crescere. 

In questa giornata programma intenso con altri cinque film nelle sale del festival. Alle ore 18,30 al Cinema Pierrot, “Tiro al Piccione” di Giuliano Montaldo, sempre alla presenza del maestro, in collaborazione con Arci Movie. Introducono Roberto D’Avascio e Anna Masecchia. All’institut Francais Napoli alle ore 19 “Mes jours de gloire” di Antoine de Bary, storia di un moderno Peter Pan, ormai trentenne (Venezia, Orizzonti). Incontro con il regista e saluti del Console generale di Francia Laurent Burindes Roziers e di Antonella Di Nocera. In mattinata per le scuole (ore 10) “Lo sceicco bianco” di Fellini al Cinema Pierrot, in collaborazione con Arci Movie. Sarà presente Stefano Francia di Celle, curatore della sezione Venezia Classici. 

 

Sabato 26 ottobre

Al Cinema Astra alle ore 17 “Colectiv” di Alexander Nanau. La corruzione del sistema sanitario e di altre istituzioni nazionali in seguito al tragico incendio scoppiato in un night club in Romania. Alcune persone cominciano a morire negli ospedali in cui erano state ricoverate, sebbene le loro ustioni non fossero gravi. Alle 19,30 Nathalie Giacobino presenta Pillole d’Archivio Istituto luce Cinecittà: “Federico Fellini in frames”. Alle ore 20 il documentario “Life as a B-Movie: Piero Vivarelli” di Fabrizio Laurenti e Niccolò Vivarelli, quest’ultimo in sala per presentare il lavoro sul padre, il rivoluzionario regista, sceneggiatore e paroliere Piero Vivarelli. Alle ore 22 il Miglior Film della sezione Orizzonti “Atlantis” di Valentyn Vasyanovych, introduce Bruno Roberti. In Ucraina orientale, in un futuro molto prossimo, un ex soldato che soffre di stress post-traumatico, non riesce ad adattarsi alla sua nuova realtà: una vita a pezzi, un Paese in rovina. Il film sarà proiettato anche al Cinema Magic Vision di Casalnuovo alle 18,30. Segue alle ore 21 “Bu San (Goodbye, Dragon Inn)” di Tsai Ming- Liang (2003), in versione restaurata. Gli eventi al Magic Vision sono realizzati in collaborazione con “Sguardi ostinati” e introdotti da Angelo La Pietra.

 

Domenica 27 ottobre

All’Astra alle ore 16 il film d’animazione, Premio per la Migliore Sceneggiatura a Venezia, “No.7 Cherry Lane” di Yofan, storia di uno studente di letteratura inglese della Hong Kong degli anni '60, che rimane coinvolto in un triangolo amoroso con la donna a cui sta facendo da tutor e la madre di quest'ultima. In collaborazione con l’Istituto Confucio di Napoli, il film sarà presentato dalla direttrice Prof.ssa Paola Paderni. Alle ore 18,15 Maddalena Stornaiulo presenta Sufficiente”, il corto, evento speciale alle Giornate degli autori, che racconta di una scuola della periferia nord di Napoli e di uno studente, più volte bocciato, alle prese con la licenza media. Protagonista alle 19 il regista Franco Maresco con la proiezione di “La mafia non è più quella di una volta”, un viaggio dentro la mafia e l'antimafia nella Palermo di oggi, Premio Speciale della Giuria a Venezia. Introducono Antonella Di Nocera e Bruno Roberti. In serata alle 21,30 il film documentario “Se c’è un aldilà sono fottuto. Vita e cinema di Claudio Caligari” di Simone Isola e Fausto Trombetta. Vita e cinema nella parabola umana di Claudio Caligari raccontati attraverso le tappe della lavorazione di “Non essere cattivo”, con le immagini e i ricordi di attori e tecnici del suo terzo ed ultimo film. I registi presenteranno il film anche alla visione delle 18 al Teatro Ricciardi di Capua con introduzione di Francesco Massarelli. Al Ricciardi, segue alle ore 21, la proiezione di “All this Victory” di Ahamad Ghossein (Gran Premio Settimana Internazionale della Critica).

 

Lunedì 28 ottobre

Chiusura con due appuntamenti. Alle ore 10 nell’Aula Magna dell’Accademia di Belle Arti di Napoli, proiezione di SIC@SIC, i cortometraggi della Settimana della Critica, in collaborazione con la scuola di cinema e televisione dell’Accademia di Belle Arti. Interverranno Stefano Incerti, Diego Del Pozzo ed Eddie Bertozzi dello staff di Sic Venezia. Alle ore 19 all’Institut Français, il film documentario sul rivoluzionario stilista Pierre Cardin “House of Cardin” di P. David Ebersole, Todd Hughes. Sarà presente Rodrigo Basilicat Cardin, direttore generale di Pierre Cardin Group. Saluti del console generale di Francia Laurent Burindes Roziers a Napoli e di Antonella Di Nocera. 

cinema | napoli | venezia | film | festival | kermesse | evento | eventi | sala | astra | città | cultura | spettacoli |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

"Domenica In " - Mara Venier e Gianni Boncompagni i più amati della fortunata trasmissione. Lo dice il Web!


TERMINAL ISONZO 2: INAUGURATA OGGI, MERCOLEDI' 13 LUGLIO 2011, LA NUOVA STAZIONE CROCIERE DI VENEZIA


Al via "Venezia a Napoli" con anteprima “The other side of the wind” di Welles


7 Small


Brad Pitt e Leonardo DiCaprio sembrano così dannatamente belli a Cannes, è quasi inquietante


19 ottobre esce l'ultimo album di Danilo Amerio


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Un quasi amore in quarantena nel primo libro di Davide Gambardella, giornalista napoletano

Un quasi amore in quarantena nel primo libro di Davide Gambardella, giornalista napoletano
È già in libreria il racconto “Storia di un (quasi) amore in quarantena”, primo libro del giornalista napoletano Davide Gambardella, edito da Graus e scritto in piena quarantena, quasi un instant book si potrebbe dire. In molti hanno parlato di amori e storie in quarantena, persino di tradimenti, eppure la narrazione di Gambardella è abbastanza insolita e si distingue bene dalle altre pub (continua)

ARTISTI DEL GUSTO, NASCE IN CAMPANIA LA SQUADRA DEL FOOD

ARTISTI DEL GUSTO, NASCE IN CAMPANIA LA SQUADRA DEL FOOD
Un progetto ambizioso nasce al Sud, in Campania, e si presenta, con autorevolezza, come un’iniziativa di cui molto probabilmente se ne avvertiva l’esigenza già da mesi, prima del difficile periodo collegato al lockdown. Nasce infatti Gruppo Artisti del Gusto, grazie ad un accentuato spirito di gruppo, ad una coesione tanto visionaria quanto forte tra una quindicina di professionisti, di varia (continua)

Arte e dolci nel ricordo di Luciano De Crescenzo ai Quartieri Spagnoli di Napoli

Arte e dolci nel ricordo di Luciano De Crescenzo ai Quartieri Spagnoli di Napoli
A un anno dalla scomparsa di Luciano De Crescenzo i Quartieri Spagnoli di Napoli celebrano l’indimenticabile scrittore napoletano con un’iniziativa artistica a vico Tre Regine (angolo via De Deo): l’inaugurazione sabato 18 luglio alle 11.30 di un mural dal titolo “O pallone miez ‘e macchine”, opera di Michele Quercia e Francesca Avolio. Alla manifestazione, promossa dall’Associazione Quartier (continua)

La proposta del Maestro Pasticcere Gennaro Volpe, la zeppola di San Giuseppe dolce per la festa della Mamma

La proposta del Maestro Pasticcere Gennaro Volpe, la zeppola di San Giuseppe dolce per la festa della Mamma
La Festa della Mamma non ha un dolce simbolo, come il panettone a Natale o la colomba a Pasqua. Perciò Gennaro Volpe, pluripremiato Maestro della storica pasticceria "Volpe" ubicata ai Colli Aminei (Napoli), ha proposto la "Zeppola di San Giuseppe" - già dolce simbolo della Festa del Papà - anche come emblema dei festeggiamenti legati alla Festa della Mamma. Perchè un dolc (continua)

Sei torte dai nomi di madri famose nella cultura pop, l’idea della Pasticceria Seccia per la festa della mamma

Sei torte dai nomi di madri famose nella cultura pop, l’idea della Pasticceria Seccia per la festa della mamma
Il covid 19 avrà pure sacrificato la festa del papà e il consueto assaggio delle zeppole di San Giuseppe a marzo, ma non la festa della mamma in questa fase due appena iniziata in Italia. La tradizione vuole che la seconda domenica di maggio, mese mariano, si festeggino le mamme nel nostro paese e non può mancare perciò domenica 10 maggio una torta ad hoc, pensata per l’occasione. Seguendo se (continua)