Home > Arte e restauro > La mostra antologica di Marco Locci apre tra gli applausi alla Milano Art Gallery

La mostra antologica di Marco Locci apre tra gli applausi alla Milano Art Gallery

scritto da: Ufficio_stampa | segnala un abuso

La mostra antologica di Marco Locci apre tra gli applausi alla Milano Art Gallery


MILANO. Inaugurazione d’incanto per Confini delle meraviglie, la mostra antologica di Marco Locci (1951, Genova - † 2015, Rapallo) alla Milano Art Gallery. Il vernissage, tenutosi lo scorso venerdì 10 gennaio in via Alessi 11, ha riscontrato un forte interesse da parte del pubblico. Presentato dal curatore di mostre e grandi eventi Salvo Nugnes, l’evento ha visto i contributi della presidente di WE Women Empowerment Flavia Sagnelli e di Elios Inverno di Editoriale Giorgio Mondadori.

La rassegna, impreziosita dai ricordi e dalle spiegazioni di Sandra Locci, moglie dell’artista, e del figlio Marco, si è aperta all’insegna dell’immaginazione e dell’arcano. Nelle opere del maestro genovese è facilmente intuibile la passione per l’avventura, il viaggio e la fantasia, tutto intrinsecamente connesso. In molti dipinti, specie in quelli dei “Patanchi”, creature immaginarie da lui stesso inventate, si respira un’aria di felice libertà creativa. Nell’ultimo periodo di produzione, invece, che figura sotto la serie “Babel”, il mistero ammanta le creazioni di Locci, regalando all’osservatore atmosfere più tese, risonanze antiche e introspettive.

La grande maestria dell’artista, che ricorderà senza ombra di dubbio certi scritti di Borges, Melville, Lovecraft e Swift, consiste nello spalancare al visitatore le porte di mondi paralleli, nell’offrirgli la chiave, qualora non ne possedesse più una, per continuare a sognare. Ciononostante, il messaggio di Locci rimane strettamente ancorato alla vita, alla sua capacità di sorprendere e stupire con la bellezza. Così, quello compiuto da Marco Locci è un passo oltre il comune, che si innalza tra passato e futuro per ricercare una realtà ancora inesplorata, costruendoci sopra successivamente i propri miti e leggende.

Confini delle meraviglie è visitabile gratuitamente fino al 23 gennaio 2020 tutti i giorni, eccetto la domenica, dalle 14.30 alle 19. Per maggiori informazioni è possibile chiamare lo 0424 525190, il 388 7338297 o scrivere a info@milanoartgallery.it. Oppure visitare il sito www.milanoartgallery.it.


Fonte notizia: https://www.youtube.com/watch?v=Ge3wIJgfb3U


Marco locci | confini delle meraviglie | sandra locci | milano art gallery | salvo nugnes | flavia sagnelli | elios inverno | editoriale giorgio mondadori | arte | mostra | contemporanea | antologica | babel | patanchi |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Massimo Paracchini e Francesco Leale alla Galleria Nelson Cornici


Boiserie Genova


L’arte di Marco Locci alla Milano Art Gallery con I confini delle meraviglie


CONCORSO INTERNAZIONALE DI POESIA "LA MIA TERRA


Su CityMilano.Com La Biografia Di Laura D’Amore


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Ha inaugurato alla storica Milano Art Gallery la mostra di Gino Baglieri, curata dal critico Salvo Nugnes

Ha inaugurato alla storica Milano Art Gallery la mostra di Gino Baglieri, curata dal critico Salvo Nugnes
Ha inaugurato il 23 gennaio alla storica Milano Art Gallery, spazio espositivo con oltre 50 anni storia, dove hanno esposto e dialogato i più grandi artisti ed intellettuali contemporanei, la mostra personale del talentuoso Maestro Gino Baglieri, curata e presentata dal critico d’arte Salvo Nugnes, già curatore di Biennale Milano, delle mostre del Festival di Spoleto, Pro Biennale di Venezia (continua)

Interiorismo Universale, il movimento letterario fondato dalla poetessa Irene Catarella

Interiorismo Universale, il movimento letterario fondato dalla poetessa Irene Catarella
  L’Interiorismo universaleè un movimento letterario, squisitamente poetico, che nasce nel XXI secolo in Sicilia, notoriamente terra della poesia, sotto l’impulso di Irene Catarella, Professoressa, counselor junghiana, giornalista, naturopata, studiosa della Bibbia e fine poetessa d’amore, voce dei perseguitati e promotrice di umanità. Si tratta di una rappresentazione poetica ibr (continua)

Sgarbi, Alberoni, Giacobini, Parsi, Nugnes al Palazzo delle Arti di Bassano del Grappa

Sgarbi, Alberoni, Giacobini, Parsi, Nugnes al Palazzo delle Arti di Bassano del Grappa
Il Palazzo delle Arti è un edificio storico risalente al 1910 circa con fregi d’epoca, situato nel cuore di Bassano del Grappa, splendida cittadina turistica veneta, sede del famoso Ponte degli Alpini del grande architetto Palladio ed anche delle storiche distillerie Nardini e Poli, dimora del patron della Diesel Renzo Rosso e città natale della conduttrice di Verissimo Silvia Toffanin. D (continua)

Le interviste ai grandi di Salvo Nugnes per il Tgcom24

Le interviste ai grandi di Salvo Nugnes per il Tgcom24
Salvo Nugnes è un imprenditore poliedrico che, in trentacinque anni di carriera, è passato dall’essere manager di importanti personalità ad organizzare grandi eventi in tutto il mondo. Curatore e critico d'arte, partito come agente di Vittorio Sgarbi, suo amico da tanti anni, rispecchia il modello di esperto professionista a tutto tondo, dinamico e intraprendente, a cui si affidano tanti nom (continua)

Successo per la mostra all’Hotel Ristorante Vesuna con Salvo Nugnes, M. Columbro e tanti ospiti vip

Successo per la mostra all’Hotel Ristorante Vesuna con Salvo Nugnes, M. Columbro e tanti ospiti vip
Grande successo per la mostra organizzata dal curatore e critico d’arte Salvo Nugnes, già manager di personalità, che si è tenuta il 14 gennaio alla splendido Hotel Ristorante Vesuna, a Trequanda, a pochi passi da Montepulciano, nel cuore della suggestiva campagna toscana. L’evento ha visto la presenza del presentatore Marco Columbro, della nota attrice di teatro Marzia Risaliti, del direttore d'orchestra Marco Daniele Tirilli, del grande scenografo Michele Ricciarini, della dott.ssa Maria Rosi, Presidente dell'Umbria Film Commission e molti altri.È proprio in questa storica cornice che sono state esposte le opere di talentuosi artisti del panorama contempora (continua)