Home > Lavoro e Formazione > Ti hanno licenziato senza motivo?

Ti hanno licenziato senza motivo?

scritto da: Stefy1811 | segnala un abuso

Ti hanno licenziato senza motivo?

Spesso accade che si venga licenziati senza motivo. Tale licenziamento è assolutamente nullo, è opportuno conoscere il perché e quando un licenziamento è invece legittimo.


Licenziamento
L'art. 2118 c.c. disciplina uniformemente sia il recesso del datore di lavoro (licenziamento), sia le dimissioni del lavoratore da un contratto a tempo indeterminato. L'unico obbligo è quello di fornire un preavviso. I contratti collettivi indicano la durata di tale preavviso, la quale si differenzia in base all'anzianità di servizio o in base alla qualifica del lavoratore. Non può essere licenziato il lavoratore malato prima della scadenza del comporto del periodo di malattia (eccetto i casi in cui il licenziamento avvenga per giusta causa).
Qualora il datore di lavoro licenzi il lavoratore in malattia, il licenziamento non sarà nulla ma sospeso. In caso di mancato preavviso, scatterà l'obbligo in capo al recedente di versare una somma pari alla retribuzione che sarebbe spettata durante il periodo di preavviso. Il licenziamento è intimato dal datore di lavoro ed avviene in forma scritta. il lavoratore ha un termine di 60 giorni per impugnare il licenziamento, decorrenti dall'avvanuta ricezione della comunicazione. Tale termine è stato introdotto soprattutto al fine di tutelare il datore di lavoro a lungo termine. Egli, infatti, ha interesse a sapere in breve tempo se il licenziamento dal lui intimato viene o no contestato.
Tipologie di licenziamento
Il licenziamento è lecito solo in tre casi.
  1. Per giusta causa (2119 c.c.), la quale non consente la prosecuzione del rapporto di lavoro. Oggetto di questo tipo di licenziamento possono essere sia contratti a tempo indeterminato, sia i contratti a tempo determinato. Nota bene, in tal caso è legittima l'estinzione immediata del rapporto. Dunque, nel contratto a tempo indeterminato non occorre fornire preavviso e nel contratto a tempo determinato non c'è bisogno che scada il termine. Le circostanze giustificatrici sono onere del datore di lavoro.
  2. Per giustificato motivo soggettivo, il quale consiste nel notevole inadempimento degli obblighi contrattuali del prestatore di lavoro. In tal caso il licenziamento è legittimato con un preavviso.
  3. Per giustificato motivo oggettivo. Esso è determinato da ragioni che sono inerenti all'attività produttiva, all'organizzazione del lavoro e al regolare funzionamento di essa.
Ci sono casi, invece, in cui il licenziamento è assolutamente vietato.
  • Licenziamento per motivo illecito o in frode alla legge. Per motivo illecito si intende quello contrario all'ordine pubblico ed al buon costume (ad esempio il licenziamento per il godimento dei congedi familiari). Il licenziamento in frode alla legge si configura quando il datore di lavoro cerca di aggirare le disposizioni normative. Ovvio è che, in tali casi, il licenziamento è considerato nullo.
  • Licenziamento discriminatorio. La legge vieta il licenziamento determinato da ragioni; sindacali, di sesso, di razza, di lingua, di infezione, nazionali, etniche, HIV, convinzioni personali, handicap, età, tendenze, politiche e di religione.
  • Licenziamento delle lavoratrici madri e a causa di matrimonio. Il fine è proprio quello di tutelare l'importanza della figura della donna nel contesto familiare. Dunque, sono nulli tutti i licenziamenti intimati in prossimità di tali eventi.

A chi rivolgersi
Come appena evidenziato, il licenziamento è legittimo solo se avviene nelle suddette circostanze. Nessuno può essere privato del posto di lavoro senza motivo. Il posto di lavoro è la cosa più preziosa che si possa avere, unica fonte di retribuzione che permette una vita serena per se e per la propria famiglia. Il mondo del lavoro è un contesto variegato e complesso. Di conseguenza non è opportuno muoversi autonomamente, rischiando di peggiorare la situazione in cui ci si trova. In una situazione di incertezza è consigliabile rivolgersi ad un esperto.
L'avvocato giuslavorista è colui che conosce ampiamente le norme del diritto del lavoro (molto ampie). Egli è costantemente aggiornato con l'evolversi della normativa di riferimento. Si occupa prevalentemente di controversie tra il datore di lavoro e il lavoratore. Non dobbiamo mai trascurare nulla e soprattutto cercare di ricorrere tempestivamente al giuslavorista. Nello specifico, infatti, ci sono tempi da rispettare molto rigidi (60 giorni per impugnare il licenziamento), scaduti i quali non si può più tornare indietro.
Risulta davvero molto semplice trovare un avvocato del lavoro a Roma. Consultando il web, nello specifico i siti dei vari studi legali, si può individuare l'avvocato adatto alle proprie esigenze. Attenzione! Niente è assolutamente vincolante, ma sicuramente verrà fornita una consulenza preziosa. Non bisogna mai trascurare nulla è bene affidarci a chi, sapendone di più, può senz'altro aiutarci.

Fonte notizia: https://www.avvocatolavororoma.it/




Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

ALESSIA D’ANDREA: LA MUSICA NON GIRA PIU’ è il suo nuovo singolo


Uomo arrestato per aver distrutto i dati dell’ex datore di lavoro


ALESSIA D’ANDREA: BLU OCCHI E’ IL SINGOLO DEL SUO PRIMO ALBUM IN ITALIANO


ALESSIA D'ANDREA: IL 27 MARZO È USCITO "LUNA D'INVERNO", IL SUO PRIMO ALBUM IN ITALIANO


Il Malato conserva il proprio posto di lavoro


Avvocato diritto lavoro Roma - Il licenziamento per curriculum falso


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Problemi con il licenziamento? Fai valere i tuoi diritto con un avvocato specializzato

Problemi con il licenziamento? Fai valere i tuoi diritto con un avvocato specializzato
Stipulare un contratto di lavoro con un'azienda, un ente o qualsiasi privato abbia assunto personale per poi provvedere ad un conseguente licenziamento significa anche avere a che fare con l'ordinamento legislativo, il quale, sotto sotto questo punto di vista, contempla la possibilità di prendere in considerazione le alternative più disparate. Lo sai bene se sei stato appena licenziato, oppure se hai da poco ricevuto una lettera piuttosto spiacevole, all'interno della quale ti viene comunicata la fine del rapporto lavorativo. Per questi e tanti altri motivi è bene che ti affidi alle menti sapienti di un esperto in giurisprudenza, il quale saprà guidarti al meglio verso l'adozione di modi di procedere in grado di far valere i t (continua)

Giochi istruttivi o ancora video giochi?

Giochi istruttivi o ancora video giochi?
Quando si parla di giochi nell'era moderna alcuni pensano ai classici video-game talvolta zeppi di violenza. Molti ricercatori hanno riscoperto che certi balocchi adatti, sono utili ad insegnare ai ragazzi addirittura a tenere sotto controllo malesseri e malattie croniche. Pensiamo ad esempio ai giochi che richiedono l'attenzione del bambino che magari deve imparare a cibare i protagonisti o a prendersi cura di loro. Belli i tempi in cui una banale scatola si trasformava in una casa, in un aereo o in qualsiasi altro oggetto frutto della fantasia di un bambino; talvolta anche gli adulti a dire il vero si perdono costruendo giochi fai da te, facciamo riferimento a semplici divertimenti come opere di costruzione, assemblaggi di puzzle o oggetti composti da materiale plasmabile come argilla alla quale da (continua)

Nasce il portale Gigolo.Cloud

Nasce il portale Gigolo.Cloud
Il mondo degli incontri a scopo sessuale ha subito una forte accelerazione, soprattutto da quando sono apparsi alcune realtà che mettono in contatto le persone desiderose di passare qualche ora lieta e spensierata, non solo tra le lenzuola, con coloro che sono disposte ad "accompagnare" a tale scopo. Fino a poco tempo fa questo era un panorama riservato solamente alla prese (continua)

Gigolo e accompagnatore a Napoli

Gigolo ed accompagnatore per donne a Napoli: fenomeno in ascesa Sui giornali di informazione fa spesso notizia il mondo delle escort, ovvero delle accompagnatrici per uomini dietro compenso, ma non esistono solo questo tipo di professioniste, da tempo, infatti, è in aumento un fenomeno, quello dei gigolo, ovvero la controparte maschile, l'accompagnatore per donne: ma di cosa si tratta in (continua)

Problemi con le serrature a Torino? Chiama un fabbro

Se hai problemi con le serrature a Torino chiama un fabbro, ma non un fabbro qualsiasi chiama Fabbro Mastro. La nostra azienda opera come fabbro a Torino fin dal 1971 ed è garanzia di correttezza e professionalità. Sul nostro sito www.fabbrotorino.it sono illustrati tutti i servizi che offriamo alla nostra clientela. Quando c'è necessità di riparare porte blindate, (continua)