Home > Turismo e Vacanze > Il lungomare di Napoli

Il lungomare di Napoli

scritto da: Barbarella | segnala un abuso

Il lungomare di Napoli

Una delle tappe che non può mancare in un tour nella città di Napoli è visitare il suo lungomare . Il lungomare di Napoli è una delle passeggiate più belle del mondo. Uno dei luoghi più amati e ammirati non solo dai turisti ma anche dagli stessi napoletani.


Il lungomare di Napoli, una passeggiata di circa 3 km, che fidati, per nulla faticosa, anzi con lo sguardo ti perderai, nel blu del mare, che costeggia tutto il tuo percorso.

La passeggiata parte da via Santa Lucia, antico borgo di pescatori, dove la sua storia si intreccia con quella della nascita di Parthenope. Proprio qui nel lontano VIII secolo a.C, i cumani decisero di fondare sul Monte Echia la città.

Si costeggerà una delle vedute più belle del mondo merito del Golfo di Napoli, con il Vesuvio sullo sfondo. Una passeggiata che è in grado di affascinare non solo i turisti ma anche gli stessi napoletani che l’affollano tutto l’anno.

In questa lunga promenade, si passeggerà per via Caracciolo. Il nome della strada, come si evince ricorda l’ammiraglio Francesco Caracciolo, eroe della Repubblica Partenopea, che venne impiccato nel 1799 da Nelson, all’albero maestro della sua nave. Il corpo dell’ammiraglio venne gettato nelle acque del golfo di Napoli. Il cadavere riemerse e fu raccolto sul litorale di santa Lucia.

Durante la passeggiata  si scorgerà anche il celebre Castel dell’Ovo, il più antico castello di Napoli e vero simbolo della città.

Fiancheggiando il parco della villa comunale, si arriva a Mergellina. Sull’origine del suo nome le interpretazioni sono tante, ma tutte riguardano la sua invidiabile posizione sul mare. Nel XII secolo era chiamata "Mirlinum" e successivamente "Mergoglino.

Tutto sarebbe riconducibile alla presenza dello Smergo, ossia un piccolo colombo di mare. Mentre altri affermano che l’origine della parola napoletana Margellina, derivi dal latino Mar Jallinus, ossia mare cristallino.

Ma al di là delle origini del nome, quello che non si può negare è la straordinaria bellezza della zona, tappa obbligata non solo per i turisti, ma per ogni napoletano. Citata dei libri e nelle canzoni. Ha ispirato poeti come Jacopo Sannazzaro ed ancora oggi rifugio per chi cerca un angolo di paradiso.

Vuoi visitare il Lungomare di Napoli, contatta Naples and Italy e visita il loro sito, avrai le migliori guide turistiche per visitare Napoli. www.guideturistichenapoli.it

Contatti

Naples and Italy visite guidate ed eventi

via Port’Alba 30 – 80134 Napoli (centro Antico)

telefono +39 081 549 9953 – 3404230980

WhatsApp +39 3357851710

e-mail visitenapoli@gmail.com


Fonte notizia: https://www.guideturistichenapoli.it/visite-guidate-napoli/


Napoli | Lungomare Napoli | Via Caracciolo | Via Santa Lucia | Mergellina | Visita guidata Napoli |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

E' in partenza il "105 Music & Fun 2015", il tour estivo di Radio 105 dal 20 giugno al 9 agosto l'attesa carovana musicale toccherà le più prestigiose località balneari di tutta Italia. special guest: a Peschici Luca Car


Arkeda Open House 26|27|28 Novembre 2019


L’Ordine degli Architetti per il Borgo Vergini alla Sanità. Quattro anni di attività


"Vedi Napoli.....e poi torni e ritorni"


Grande evento in Galleria Umberto I a Napoli


Continuano con grande successo fino al 9 agosto i week end imperdibili del tour di Radio 105 "105 Music & Fun 2015"


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Casa della Venere in conchiglia Pompei

La casa della Venere in conchiglia, che si trova negli scavi archeologici di Pompei. è famosa per il dipinto della Venere dai capelli ricci distesa su una conchiglia. La casa della Venere in conchiglia, venne scoperta tra il 1933 ed il 1935. La casa ha un grande peristilio, che è in pratica il centro della domus.Sul peristilio affacciavano vari ambienti della casa con pareti decorate in IV stile. Solo una piccola eccezione la notiamo per il grande oecus , ossia una stanza utilizzata come ambiente di ricevimento della casa romana. L’oecus, costruito ad oves (continua)

Capri l’isola Azzurra

Capri l’isola Azzurra
Capri, l’isola azzurra dell’amore, con un paesaggio scolpito dal vento e dal mare, e dalla bellezza mozzafiato. Capri è situata all’imbocco del golfo di Napoli, a soli 5 Km. Dalla Penisola Sorrentina. L’isola era nota anticamente come l’isola delle Sirene. Ha coste calcaree e molto frastagliate, tra le quali il mare penetra creando scenari suggestivi.Nelle acque circostanti emergono grossi scogli aguzzi, detti Faraglioni. Rinomate a partire dall’ottocento per la loro bellezza sono la Grotta Azzurra e l (continua)

Teatro Grande di Pompei

Teatro Grande di Pompei
Il Teatro Grande di Pompei, è una costruzione teatrale di epoca romana. Il Teatro venne sepolto, anch’esso dall’eruzione del Vesuvio del 79 d.C. Venne ritrovato a seguito degli scavi archeologici dell’antica città di Pompei, promossi da Carlo III di Borbone. Al suo interno venivano rappresentate commedie, mimi, pantomimi e atellane.Il Teatro Grande viene ancora oggi utilizzato, per spettacoli di ogni tipo, così a testimoniare la continuità tra la città antica e quella moderna. Nelle città greche e romane, il teatro era un divertiment (continua)

Palazzo Reale di Napoli

Palazzo Reale di Napoli
Il Palazzo Reale di Napoli, affaccia su piazza del Plebiscito. In un unico edificio si uniscono storia, arte e cultura. La sua facciata racconta la storia del regno di Napoli. All’interno delle nicchie volute dal Vanvitelli, si trovano per volere di Umberto I, otto statue raffiguranti, i sovrani più rappresentativi delle dinastie che hanno regnato su Napoli: Ruggero d’Altavilla, Federico II di Svevia, Carlo I d’Angiò, Alfonso I d’Aragona, Carlo V, Carlo di Borbone, Gioacchino Murat, Vittorio Emanuele II.La costruzione di Palazzo Reale, si decise nel XVII secolo, qu (continua)

Il Tempio di Apollo Scavi di Pompei

Il Tempio di Apollo Scavi di Pompei
Il Tempio di Apollo, che si trova all’interno degli scavi archeologici di Pompei, è sempre stato considerato come il cuore della spiritualità dell’antica città di Pompei. Il tempio di epoca romana, risalirebbe al VIII-VII secolo a. C, subì la stessa sorte dell’antica città che venne sepolta dall’eruzione del Vesuvio del 79 d.C.Si tratta di uno dei templi più antichi di Pompei, nonché, per molti anni, quello più frequentato. La comunità religiosa nacque per il culto della divinità solare, a cui erano devoti Greci, Etruschi e i Sanniti. Il culto al dio Apollo, e (continua)