Home > Keyword : Spaccanapoli cliccata 872 volte

Tempio di Iside Pompei

Tempio di Iside Pompei
Il Tempio di Iside a Pompei, è una costruzione di epoca romana, sepolta dall’eruzione del Vesuvio del 79 d.C. L’eruzione, violenta, seppellì oltre l’antica città di Pompei, anche le antiche città di Ercolano, Oplontis e Stabia.Il Tempio di Iside venne ritrovato a seguito degli scavi archeologici promossi dai Borbone nel settecento. L’esplorazione della costruzione sacra ha fornito una grande quantità di reperti e pitture con soggetti religiosi, oggi custoditi, per la maggior parte al Museo Archeologico Nazionale di Napoli.La costruzione del tempio risale al II secolo a.C., ma a causa del terremoto di Pompei del 62 d.C. l’intera struttura venne ricostruita per volere di Numerio Popidio Ampliato...

napoli | pompei | visite guidate napoli | visite guidate pompei | guide turistiche napoli | spaccanapoli | scavi di pompei |


Chiesa di Santa Maria del Parto Napoli

Chiesa di Santa Maria del Parto Napoli
La chiesa di Santa Maria del Parto, è una delle chiese monumentali della città di Napoli, sita più precisamente nel quartiere di Chiaia, nella zona di Mergellina. All’interno della chiesa ancora oggi si può ammirare la tomba del poeta Jacopo Sannazaro e il presepe di Giovanni da Nola.Federico I di Napoli, salito al trono del Regno nel 1497, concesse al Sannazaro una pensione di seicento ducati, oltre ad un terreno nella zona di Mergellina. Il terreno precedentemente era appartenuto ai monaci benedettini del convento dei Santi Severino e Sossio.Molto probabilmente nel podere già esisteva una villa, e lo stesso Sannazaro fece aggiungere una torre. Il Sannazaro inoltre, fece progettare anche due chiese sovrapposte. I lavori per la realizzazione de...

Napoli | spaccanapoli | visite guidate napoli | guide turistiche napoli | centro antico di napoli | lungomare di napoli |



Chiesa del Gesù Nuovo Napoli

Chiesa del Gesù Nuovo Napoli
La chiesa del Gesù nuovo è una delle chiese più imponenti di Napoli. Situata nel cuore del centro antico della città di Napoli, in Piazza del Gesù, di fronte la guglia dell’Immacolata, è una delle chiese più cara ai napoletani, dato che all’interno è custodito il corpo di San Giuseppe Moscati, il medico napoletano canonizzato santo da papa Giovanni Paolo II nel 1987.La chiesa del Gesù Nuovo è una delle chiese con la massima concentrazione di pittura e scultura barocca, alla quale hanno lavorato alcuni dei più influenti artisti di scuola napoletana. La chiesa ha di per se una storia particolare. Essa infatti nasce come palazzo nobiliare della famiglia Sa...

Napoli | Visite guidate Napoli | Guide turistiche Napoli | Chiese di Napoli | centro antico napoli | spaccanapoli |


Casa degli Amorini dorati Pompei

Casa degli Amorini dorati Pompei
La Casa degli Amorini dorati è una delle domus più affascinati degli scavi archeologici di Pompei È considerata tra le abitazioni più eleganti, un vero gioiello che sorge nella Regio VI dell’antica città di Pompei. La Casa degli amorini dorati è famosa grazie ai suoi affreschi e mosaici che documentano le varie fasi costruttive della domus.La domus che conosciamo noi è stata ottenuta dall’unione di due piccole dimore del III e II secolo a.C.Costruzioni unificate nel I secolo a.C., in un nuovo progetto edilizio molto più articolato, con la creazione di un grande e singolare peristilio.La casa deve il suo nome ad alcuni dischi di vetro con foglia d’oro sui quali è incisa la figura di ...

Pompei | Scavi di Pompei | Visite guidate Pompei | Guide turistiche Napoli | visite guidate napoli | spaccanapoli |


Casa del Bracciale D’oro Pompei

Casa del Bracciale D’oro Pompei
La Casa del bracciale d’oro di Pompei è anche conosciuta e chiamata Casa di Marco Fabio Rufo. Il nome della domus si deve al ritrovamento di un bracciale in oro dall’incredibile peso di 160 grammi. Il bracciale è uno squisito lavoro di oreficeria composto da un laccio d’oro che termina con due teste di serpente. Gli occhi dei serpenti sono rappresentati con l’intarsio di pietre preziose. Nella bocca i serpenti reggono una medaglia con la rappresentazione di Selene. La proprietaria del bracciale, molto probabilmente doveva essere una seguace del culto di Selene, culto più orientale che italico. Questo culto col passare degli anni verrà assimilato al culto della Dea Diana.Il prezioso bracciale, fu ritrovato in un sottoscala della domus dove si erano rifugiati due adulti con un bamb...

pompei | scavi di pompei | visite guidate pompei | guide turistiche napoli | visite guidate napoli | spaccanapoli |


Casa di Ottavio Quartione Pompei

Casa di Ottavio Quartione Pompei
La casa di Ottavio Quartione è considerata una versione in miniatura delle grandi ville aristocratiche che si trovavano nelle campagne dei dintorni dell’antica città di Pompei. Una tipologia di abitazione che era utilizzata esclusivamente da una piccola èlite pompeiana, prima dell’eruzione del Vesuvio nel 79 d.C.La casa venne portata alla luce tra il 1916 e il 1921, dagli scavi guidati da Vittorio Spinazzola. Si trova su via dell’Abbondanza, una delle strade più ricche di Pompei. Sul nome dell’edificio c’è sempre stato un considerevole dibattito. Il nome originale dell’edificio è Loreius Tiburtinus, derivato da due annunci elettorali che si trovavano sulla facciata esterna della casa. Una scritta diceva “ Vota Loreius” e l’altra “Vota Tiburtinus”. Ora però do...

Pompei | scavi di Pompei | Visite guidate Pompei | guide turistiche Napoli | Visite guidate napoli | spaccanapoli |


Macellum di Pompei

Macellum di Pompei
Il Macellum di Pompei è un edificio pubblico di epoca romana, sepolto dall’eruzione del Vesuvio del 79 d.C. La città di Pompei venne ricoperta dall’eruzione del Vesuvio come le città di Ercolano, Oplontis e Stabia. Il Macellum è stato ritrovato grazie agli scavi archeologici dell’antica città di Pompei, avvenuti nel 1748. L’edificio era utilizzato come mercato dell’antica città di Pompei, specializzato soprattutto per la vendita di carne e pesce.Il Macellum fu edificato intorno alla fine del III secolo a.C., in seguito alla risistemazione del Foro, cuore della città. Ricostruito tra il 130 ed il 120 a.C., la nuova costruzione non era particolarmente diversa dalla vecchia struttura, se non per...

Pompei | scavi di Pompei | guide turistiche napoli | visite guidate napoli | spaccanapoli |


Piazza San Domenico Maggiore Napoli

Piazza San Domenico Maggiore Napoli
Piazza san Domenico Maggiore è una delle piazze più importanti della città di Napoli. Piazza San Domenico Maggiore è situata lungo il decumano inferiore della città, ed è a poca distanza da Piazza del Gesù Nuovo. La piazza quindi si trova proprio nel cuore del centro antico partenopeo, crocevia di due importanti strade di Napoli, Via Spaccanapoli strada conosciuta nel mondo, e Via Mezzocannone, deputata ormai a zona universitaria.La piazza deve il suo nome alla chiesa monumentale dedicata ai frati domenicani. Della chiesa dalla piazza si può già ammirare la zona absidale chiusa in alto da una cornice merlata. La chiesa di San Domenico Maggiore, che risale come costruzione al periodo angioino, è molto famosa sia per la sua architettura di pregio e per le sue sovrapposizioni stilistiche, ma anche...

Napoli | Centro antico Napoli | Visite guidate Napoli | Guide turistiche Napoli | Chiese di Napoli | Spaccanapoli |


La Villa comunale di Napoli

La Villa comunale di Napoli
La Villa comunale di Napoli è uno dei giardini storici cittadini. È un vasto giardino piantato a lecci, pini, palme, eucalipti. La Villa comunale si estende per oltre 1 Km tra piazza Vittoria e piazza della Repubblica, giardino che è fiancheggiato dalla Riviera di Chiaia e da Via Caracciolo. La prima idea e fondazione della Villa Comunale di Napoli, risale al 1697, quando il vicerè duca di Medinacoeli fece piantare lungo la Riviera di Chiaia un doppio filare di alberi, che venne abbellito da tredici fontane.Questa costruzione vicereale volle dare alla città di Napoli, una prima idea di passeggiata che dalla porta di Chiaia arrivava fino alla Crypta Neapolitana.Ma la vera trasformazione di questa passeggiata, e della spiaggia lungo la riviera, avvenne per volere di Ferdinando IV di Borbone. Il sovrano tra il 1778 e il 1780 diede l’incarico a Carlo Vanvitelli, figlio del cel...

napoli | Visite guidate Napoli | guide turistiche Napoli | Lungomare di Napoli | spaccanapoli |


La chiesa di Sant’Eligio Maggiore Napoli

La chiesa di Sant’Eligio Maggiore Napoli
La chiesa di Sant’Eligio Maggiore è una delle chiese di epoca angioina più antiche della città di Napoli. Situata a ridosso della piazza dove si svolgeva l’antico mercato della città, Piazza Mercato, ancora oggi è considerata uno scrigno dove è custodita la storia della città di Napoli. La costruzione della chiesa risale al 1270. La zona che oggi conosciamo come detto sopra, come Piazza Mercato, un tempo era chiamata Campo Moricino. Luogo avvolto anche da tristezza dato che li, a pochi passi, e anni prima, era stato decapitato il giovane Corradino di Svevia, per opera di tre cavalieri francesi al seguito di Carlo I d’Angiò. Carlo d’Angiò divenuto sovrano di Napoli, fece costruire questa chiesa che inizialmente venne dedicata ai santi Eligio, Dionigi e Martino. Alla chiesa venne affiancato un ospedale e l’intero complesso godette della protezione e dei privilegi reali,...

Napoli | Centro antico Napoli | Visite guidate Napoli | Guide turistiche Napoli | Chiese di Napoli | Spaccanapoli |


Piazza dante Napoli

Piazza dante Napoli
Piazza Dante è una delle piazze più importanti della città di Napoli. Situata proprio nel cuore del centro antico di Napoli, costituisce l’inizio di via Toledo, e tramite il passaggio di Port’Alba, dalla piazza si confluisce nel Decumano Maggiore della città, conosciuto da tutti come Via dei Tribunali. Piazza Dante in origine era conosciuta come Largo del Mercatello, perché fino al 1588, si teneva proprio qui uno dei mercati della città. Si differenziava con il diminutivo di mercatello, proprio perché più piccolo, rispetto al più grande e antico mercato, che si teneva in Piazza Mercato.Fino all’ottocento in questa piazza sorgevano le fosse del grano, mentre nel lato sud della piazza, dove oggi si trova il cinema Modernissimo, si trovavano le cisterne dell’olio. Questi due magazzini, per secoli erano i principali luoghi di conservazione delle derrate alimentari della città. Importantis...

Napoli | Centro antico Napoli | Visite guidate Napoli | Guide turistiche Napoli | Chiese di Napoli | Spaccanapoli | cristo velato | Piazza dante napoli | apoli |


La Chiesa di Santa Caterina a Formiello Napoli

La Chiesa di Santa Caterina a Formiello Napoli
La Chiesa di Santa Caterina a Formiello, è una delle chiese monumentali della città di Napoli. Sita accanto a Porta Capuana, vicinissima anche a Castel Capuano, è una delle chiese che non può mancare, se si decide di effettuare una visita guidata a Napoli. Chiamata a formiello, dal latino ad formis, ossia presso i canali o condotti, la chiesa sorgeva nei pressi di un formale reale, un pozzo dell’acquedotto della Bolla sul sagrato ove sorge un edicola votiva dedicata a San Gennaro, opera di Antonio Vaccaro. L’acquedotto venne totalmente sostituito alla fine dell’ottocento , dall’acquedotto del Serino.Tutto il complesso religioso si espandeva nella zona orientale della città, nella nuova cinta muraria che venne ricostruita dai regnanti Aragonesi, che allargava lo spazio urbano antico.Una chiesa dalla forma rinascimentale, con forme archite...

Napoli | Centro antico Napoli | Visite guidate Napoli | Guide turistiche Napoli | Chiese di Napoli | Spaccanapoli |


Chiesa di San Gregorio Armeno Napoli

Chiesa di San Gregorio Armeno Napoli
La chiesa di San Gregorio Armeno, conosciuta popolarmente anche come la Chiesa di Santa Patrizia, è una delle chiese più famose del centro antico di Napoli. La chiesa monumentale è sita tra il decumano maggiore, meglio conosciuto come Spaccanapoli, e il decumano inferiore, conosciuto come Via Tribunali. Più precisamente si trova nell’omonima strada via San Gregorio Armeno, conosciuta nel mondo, grazie all’antica arte artigianale dedicata alla produzione presepiale e di statuine del presepe. La chiesa, assieme al complesso monastico  costituisce uno degli edifici religiosi più antichi, grandi e importanti del centro antico di Napoli. Un vero e proprio gioiello del barocco napoletano, la chiesa nasce sopra le rovine del tempio dedicato a...

Napoli | Centro antico Napoli | Visite guidate Napoli | Guide turistiche Napoli | Chiese di Napoli | Spaccanapoli |


La Basilica di Santa Chiara Napoli

La Basilica di Santa Chiara Napoli
La Basilica di Santa Chiara o il monastero di Santa Chiara, è una dei più importanti complessi monastici della città di Napoli. Si trova tra via Benedetto Croce, e Piazza del Gesù, proprio nel cuore del centro antico della città di Napoli.Una visita guidata a Napoli, non può per nulla escludere questo complesso monumentale ricco di storia. Si tratta di una delle più grandi basiliche gotico angioina della città. Al suo interno ha quattro chiostri, il più grande quello maiolicato, è il più famoso al mondo. Nel complesso è possibile visitare gli scavi archeologici, venuti alla luce dopo i bombardamenti della seconda guerra mondiale. Nell’are sono comprese anche altre sale nelle quali è ospitato il Museo dell’oper...

Napoli | Cultura | Arte | Turismo | Centro storico di Napoli | Spaccanapoli | Monastero di santa Chiara | Visite guidate Napoli |


Le Guglie di Napoli

Le Guglie di Napoli
Per comprendere il significato della Guglia a Napoli bisogna andare un pò indietro nel tempo e capire come questo elemento architettonico nasca nell’immaginario collettivo. Il concetto di Guglia, prende spunto dalla cultura napoletana delle macchine a festa, perciò le piazze partenopee che accolgono queste architetture ne vengono influenzate solo in maniera parziale. Mentre a Roma, “l’arredo” viene considerato parte integrante della risistemazione urbanistica portata avanti da Sisto V, a Napoli essendo stato inutile o quasi l’espansione prevista da Don Pedro de Toledo, nel ‘600 si sente l’esigenza di cambiare interi quartieri, con interventi non programmati, da parte di clero e nobiltà spesso in conflitto tra loro.La piazza, era un luogo molto ambito perché isolava i luoghi religiosi dai fabbricati circostanti; per permettere l’arrivo alla chiesa in carrozza, le processioni, ma era anche segno di prestigio. Le guglie diventano, allora, segno della ...

napoli | Spaccanapoli | Visite guidate a Napoli | Turismo | viaggio a Napoli |


Il centro storico di Napoli

Il centro storico di Napoli
Il centro storico di Napoli “Napoli, nata sulla tomba di una sirena, sospesa tra il mondo infero e quello delle colline circostanti”(A.Di Martino)Napoli una città in cui mito e leggenda si mescolano a partire dalla sua stessa fondazione, legata al ricordo della Sirena Partenope.Si attraversano venti secoli di storia percorrendo il cuore del centro storico della città come la sua strada più famosa al mondo, via Spaccanapoli. Spaccanapoli non è una semplice strada ma è la strada, che racchiude in sé la storia di Napoli.Un tesoro vero e proprio che racchiude  piazze, strade, artigiani ,chiese e palazzi, c...

Napoli | Cultura | Arte | Turismo | Centro storico di Napoli | Spaccanapoli |


Itinerari oscuri al Nilo Museum di Largo Corpo di Napoli il 18 ottobre alle 18

Itinerari oscuri al Nilo Museum di Largo Corpo di Napoli il 18 ottobre alle 18
 Si presenta il 18 ottobre, alle ore 18, nell'incantevole cornice del Nilo Museum Shop, nel cuore  di Napoli l’ultima prova letteraria di Pino De Stasio, “Notturni – Tre racconti dark”, impreziosita dalle chine di Giancarlo Savino. La bellezza di questo insolito esperimento consiste nella pluralità, nell’inspiegabile.  Non esiste un’unica storia, non esiste l’individualità in questo volume.  Con l’autore ne parleranno: la scrittrice Olimpia Ammendola, lo psicologo Fabio Capomazza,  Eleonora Belfiore, edit...

libro | libri | nilo museum | museo | spaccanapoli | napoli | decumani | decumano | strada | statua | gay |


Mariposa, il profondo viaggio di Luigi Mollo in un libro edito da Turisa e presentato il 5 aprile a Napoli

Mariposa, il profondo viaggio di Luigi Mollo in un libro edito da Turisa e presentato il 5 aprile a Napoli
Raccontarsi senza filtri. E’ questo il senso più autentico di Mariposa, l’intensa opera letteraria di Lugi Mollo edito dalla casa editrice Turisa. Una particolare raccolta di storie e poesie, in cui l’autore con sguardo attento e sagace, a tratti nostalgico, arriva all’animo dei lettori. Giovedi5 aprile 2018, alle ore 17.30 presso il MuseumShop&bar in Largo Corpo di Napoli, nel cuore pulsante del centro storico, si delineerà un sentiero di vissuto personale.  La poesia è anche lo spazio più intimo di ciascun di noi che si apre alla c...

libri | letteratura | nilo | napoli | egitto | italia | luigi mollo | città | letteratura | centro storico | spaccanapoli | decumani |


 

[1]

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Ultime notizie

L’audiovisivo al servizio del personale sanitario, ecco “Virtual Home Care Academy”

L’audiovisivo al servizio del personale sanitario,  ecco “Virtual Home Care Academy”
La cooperativa sociale Sirio e Home Medicine Italia hanno realizzato una vera e propria Academy in VR 360 per formare anche i familiari dei pazienti con fabbisogno clinico complesso: presentazione alla Mostra del Cinema di Venezia negli spazi di Paradise Pictures  Formare i familiari dei pazienti con fabbisogno clinico complesso e il personale sanitario con l’ausilio della tecnologi (continua)

Cosa crea l'abuso di FARMACI?

Cosa crea l'abuso di FARMACI?
L’assunzione di farmaci può causare problemi di salute molto seri. Questo è il motivo per cui vengono presi solo sotto supervisione medica. Ma, anche in questi casi, devono essere strettamente controllati per evitare dipendenza o altri problemi. Molte pillole sembrano uguali. È estremamente pericoloso assumere una pillola di cui non sei certo o che non è stata prescritta a te. Le persone hanno reazioni diverse ai farmaci, a causa della diversa struttura chimica del loro corpo. Un farmaco che andava bene per una persona potrebbe essere molto rischioso, o addirittura fatale, per qualcun altro. I farmaci sono sicuri solo per gli individui a cui sono stati prescritti e per nessun’altro. L’utilizzo di farmaci per fini ricreativi è un problema serio tra gli adolescenti e i giovani. Studi nazionali dimostrano che un adolescente ha più probabilità di fare abuso di farmaci che di droghe illegali.Molti adolescenti pensano che i farmaci siano sicuri perché vengono prescritti dai dottori. Ma assumerli per scopi non medici, per sballarsi o per “auto-curarsi” può essere pericoloso e creare (continua)


Accademia Leonina: Appello del Presidente Cristian Raponi

Accademia Leonina: Appello del Presidente Cristian Raponi
L'UE e la comunità Internazionale uniti per la Tunisia perla del Mediterraneo Certamente la Tunisia non è un paese ricco nel senso del termine che viene attribuito nei paesi occidentali, ma le sue potenzialità sono enormi. Per iniziare la Tunisia è l'unico stato che ha gestito una normalizzazione democratica dopo le "primavere arabe" del 2011. E' inoltre l'unico paese africano ad aver da sempre mostrato uno spirito occidentale di apertura alle relazioni con la UE e con gli (continua)

Francesco Migliazzo è il nuovo presidente del GAL Madonie

Francesco Migliazzo è il nuovo presidente del GAL Madonie
Il sindaco di Gangi succede a Santo Inguaggiato che ha guidato l’Ente dal febbraio 2018. E’ stato eletto per acclamazione il nuovo presidente del GAL Madonie, Francesco Paolo Migliazzo. Il sindaco di Gangi succede a Santo Inguaggiato che ha guidato l’Ente dal febbraio 2018. Così come il presidente anche il suo vice Croce Scelfo è stato eletto per acclamazione dal Consiglio di Amministrazione che era stato rinnovato nell’assemblea dei soci che si è tenuta lo scorso 9 luglio. Di (continua)

Roma chiama Vercelli risponde

Roma chiama Vercelli risponde
La vercellese Liza Binelli intervistata per un tesi di laurea. Racconta la sua esperienza giornalistica nel testo di Betty Mammucari, 110 e lode alla Sapienza. Betty Mammucari è una studentessa di Velletri che ha discusso la sua tesi di laurea magistrale alla Sapienza di Roma, Facoltà di Scienze Politiche, Sociologia e Comunicazione lo scorso 14 luglio. Sui social aveva fatto richiesta ai giornalisti italiani di raccontare la propria storia professionale, così, Liza Binelli (foto in alto), insegnante vercellese e giornalista (per dile (continua)