Home > Altro > FONDO NUOVE COMPETENZE: A CHE PUNTO SIAMO?

FONDO NUOVE COMPETENZE: A CHE PUNTO SIAMO?

scritto da: TimeVision | segnala un abuso

FONDO NUOVE COMPETENZE: A CHE PUNTO SIAMO?

La proposta emersa dal webinar di Time Vision: “misura più accessibile alle pmi”


Una misura valida, utile e importante in questo momento storico, ma che può essere corretta. A partire da una maggiore facilità di accesso alle piccole e medie imprese di tutto il territorio, che sono lo zoccolo duro dell’economia italiana. 

E’ questa la proposta emersa durante il webinar di Time Vision “Fondo Nuove Competenze: a che punto siamo” svolto ieri giovedì 20 maggio alle ore 15:30 in modalità digitale. Un pomeriggio di confronto e approfondimenti sulla misura, le sue caratteristiche e i suoi obiettivi, con la testimonianza delle imprese che hanno aderito al fine di capire, nel concreto, se lo strumento funziona e come aiuta i business nella riqualificazione delle competenze dei lavoratori.

“Il Fondo Nuove Competenze” ha detto in apertura di pomeriggio la presidente di Time Vision Daniela Sabatino “ è uno degli strumenti che le aziende maggiormente chiedono perché apre loro una doppia occasione: un aiuto finanziario immediato e cospicuo per la gestione delle ore destinate alla formazione dei dipendenti e un’occasione importante per i lavoratori di poter sviluppare e potenziare le loro conoscenze”.

A fare il punto della situazione sullo stato dell’arte della misura è stato Pietro Orazio Ferlito, dirigente dell’Anpal, l’agenzia governativa che materialmente gestisce il fondo. “Siamo nella fase della rendicontazione - ha detto - delle istanze arrivate e che devono essere saldate. Questo non vuol dire che le imprese debbano fermarsi dal presentare le loro richieste, anzi. L’Anpal ha specificato che per queste aziende c’è comunque l’ammissione con riserva, e la possibilità che dai calcoli effettuati sui saldi effettivi da erogare, possano venire fuori delle economie che consentono l’accesso ai fondi anche ai nuovi progetti”

“La crisi – dichiara Rossella Spada, direttrice del Fondo Formazienda - può essere affrontata grazie ad una rinnovata opera di investimenti e alla capacità di ammodernare l’economia del Paese cogliendo le opportunità offerte dall’economia 4.0. Un contesto nel quale la leva della formazione e del rilancio delle competenze diventano strumenti fondamentali. Il Piano nazionale di ripresa e resilienza licenziato dal governo Draghi fornisce una copertura incoraggiante destinando 4,4 miliardi alle politiche attive e attribuendo ai fondi interprofessionali un ruolo strategico. Un protagonismo che è stato evidenziato già nel 2020 affidando ai fondi interprofessionali il compito di attori facilitatori se non addirittura di risolutori in riferimento al Fondo Nuove Competenze”.

“Il Fondo Nuove Competenze – commenta Berlino Tazza, alla guida della confederazione nazionale Sistema Impresa che rappresenta 160mila imprese per oltre un milione di addetti sul territorio nazionale – fornisce un connubio innovativo nel quale politiche passive e attive convivono dando però a queste ultime la prevalenza. Costituisce una delle risposte più incisive all’interno del Pnrr negoziato dal governo nazionale con l’Unione Europea che premia, decisamente, le strategie volte a trasformare l’Italia in un Paese innovatore. L’asset dell’innovazione è cruciale per la ripartenza ma prevede un forte investimento, a monte, nella professionalizzazione delle persone”. 

 A portare la testimonianza dell’esperienza diretta di utilizzo del Fondo Nuove Competenze è stato Antonio Ascione, presidente del consiglio di Amministrazione di Sms Engineering azienda che lavora nel settore dell’Ict. “Abbiamo avviato la domanda per attivare  il percorso di Fondo Nuove Competenze - ha sottolineato Ascione - a dicembre 2020 e a febbraio eravamo praticamente operativi. Il percorso di formazione è stato importante per l’azienda e per i dipendenti, che hanno affrontato con interesse ed entusiasmo i programmi formativi che in parte esulavano dalle loro mansioni”. 

Di piani formativi non “standardizzati, ma fatti su misura delle reali esigenze delle aziende e dei lavoratori” ha parlato Lucia Massa, vicesegretario nazionale della Confsal. “E’ passato il tempo - ha detto - della formazione regolamentata e argomentata dall’alto in maniera fissa. Adesso come non mai servono programma specifici per la riqualificazione costante dei lavoratori. E la Confsal non può far altro che accompagnare percorsi professionali simili in cui si parla di tutela e di crescita dei lavoratori”. 

Circa 400 i partecipanti al webinar che hanno assistito al momento di approfondimento, con l’intervento conclusivo di Francesco Saverio Zurino, business developer di Time Vision che ha illustrato il ventaglio di servizi di consulenza che l’azienda mette a disposizione di imprenditori e professionisti. 


Fonte notizia: https://www.timevision.it/


fondo nuove competenze | formazione | lavoro | politiche attive del lavoro |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Fondo Nuove Competenze: webinar gratuito su una delle migliori opportunità per aziende e dipendenti del 2021


Dalla Leadership all'e-Leadership in Sanità al tempo del Covid


La missione 6 del PNRR: Il Gusto del Futuro della Nuova Sanità


“BRAIN AT WORK” – FESTIVAL DEL LAVORO E DELLE NUOVE PROFESSIONI


Fondo Nuove Competenze: dirigente Anpal conferma la proroga durante il webinar organizzato da Time Vision


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Le competenze digitali avanzate: fattore chiave per le nuove assunzioni

Le competenze digitali avanzate: fattore chiave per le nuove assunzioni
Le competenze digitali avanzate rappresentano l’elemento di base per ogni assunzione di giovani lavoratori. Il passaggio al digitale dell’economia porta con sè una sempre maggiore necessità di figure esperte, come il web developer. L’It Academy di Time Vision ha organizzato un corso gratuito per diventare web developer, presso la sede di Milano. Le iscrizioni sono ancora aperte. Le competenze digitali, soprattutto se avanzate, rappresentano l’elemento di base per ogni assunzione di giovani lavoratori. L’economia italiana, si sa, parla digitale, e questo è il motivo per il quale ogni azienda ha sempre maggiore bisogno di figure professionali che:abbiano una preparazione solida nell’ambito digitaleo che, in alcuni campi specifici, siano addirittura espertiLe competenze digi (continua)

Le professioni del futuro? Saranno nel digital

Le professioni del futuro? Saranno nel digital
Nei prossimi anni la curva occupazionale si sposterà necessariamente sulle professioni digitali. Alle aziende serviranno esperti del settore che sappiano guidare il processo di transizione digitale. Un esempio su tutti? Il web developer, figura molto cercata per la quale serve una buona formazione. Scopri tutte le opportunità del percorso di formazione-lavoro della It Academy di Time Vision. Le professioni del futuro? Avranno tutte un comune denominatore: il loro imprinting digital. La transizione digitale dell’economia, spinta dal Governo dopo le stretta pandemica, sta già modificando l’organizzazione e la gestione delle aziende. In ogni fase dell’attività aziendale: dalla ricezione di un ordine o incarico, alla realizzazione e alla vendita finale. Sono, dunque, le professioni d (continua)

Fondo Nuove Competenze: nuovo webinar Time Vision

 Fondo Nuove Competenze: nuovo webinar Time Vision
Lo hanno definito lo strumento più innovativo delle politiche attive del lavoro. Ma, a distanza di sei mesi dall'avvio, a che punto è il Fondo Nuove Competenze? Questo il tema del webinar gratuito organizzato da Time Vision in programma giovedì 20 maggio alle ore 15:30. Uno strumento innovativo  per quello che riguarda la gestione delle politiche attive del lavoro, arrivata. quasi certamente, in una delle fasi economiche più difficili della storia recente italiana. A sei mesi dall’avvio operativo della misura voluta dal ministero del Lavoro e gestita dall’Anpal, il Fondo Nuove Competenze ha già interessato oltre 2.700 aziende in tutta Italia, coinvolgen (continua)

Progetto Campania Green Time Vision vincitore dell'avviso pubblico “Ecosistemi Innovativi” della Regione Campania

Progetto Campania Green Time Vision vincitore dell'avviso pubblico “Ecosistemi Innovativi” della Regione Campania
Il Progetto Time Vision “Campania Green” è stato selezionato tra centinaia di proposte e risulta vincitore dell’avviso “Ecosistemi Innovativi” della Regione Campania: se sei uno startupper o hai un’idea innovativa e vuoi trasformarla in un business, contattaci! Time Vision, agenzia per il lavoro accreditata al Ministero e agenzia per la formazione accreditata in Regione Campania e Regione Lombardia, ha messo a punto un progetto fortemente innovativo, al fine di incrementare la competitività delle imprese e favorire i mutamenti tecnologici ed economici del territorio. Il progetto Campania Green strutturato da Time Vision è stato selezionato come vincitore nell'ambito dell'avviso pubblico "Misure di rafforzamento dell'ecosistema innovativo" della Regione Campania. La graduatoria dei vincitori è stata pubblicata lo scorso gennaio. Lo scopo dell'avviso e, contestualmente, quello del progetto Time Vision, è quello di valorizzare il capitale umano impegnato nel (continua)

Fondo Nuove Competenze: dirigente Anpal conferma la proroga durante il webinar organizzato da Time Vision

Fondo Nuove Competenze: dirigente Anpal conferma la proroga durante il webinar organizzato da Time Vision
Durante l’evento organizzato da Time Vision in merito al Fondo Nuove Competenze, il dirigente Anpal Pietro Orazio Ferlito ha annunciato che a breve uscirà il decreto di proroga per la stipula degli accordi sindacali, la cui scadenza era prima prevista al 31/12/2020. Time Vision, agenzia per il lavoro accreditata al Ministero e agenzia per la formazione accreditata in Regione Campania e Regione Lombardia, ha tenuto un webinar in merito allo strumento varato dal Governo e gestito da Anpal. Il 21 gennaio si è tenuto il webinar sul Fondo Nuove Competenze: l’evento, organizzato da Time Vision, ha visto la partecipazione di un parterre di relatori davvero illustri, che hanno illuminato la platea con i propri interventi e reso ancora più chiari i contenuti della nuova misura.Siamo inoltre fieri del fatto che il dirigente Anpal, Pietro Orazio Ferlito, abbia scelto l’evento Time Vision per (continua)