Home > Arte e restauro > Arnulf Rainer. Il Corpo, la Croce

Arnulf Rainer. Il Corpo, la Croce

scritto da: Raffaellacaruso.rc | segnala un abuso

Arnulf Rainer. Il Corpo, la Croce

Per Artefiera 2022 Eidos Immagini Contemporanee presenta l'esposizione monografica Arnulf Rainer. Il Corpo, la Croce a cura di Raffaella A. Caruso.


In mostra un cospicuo corpus di opere anni 70: le Faces Farces (1970-1975), i nudi del Frauensprachezyklus (1977) di Arnulf Rainer, e alcune rarissime Hiroshima, opere di tremenda attualità. Protagonista dell’Azionismo Viennese, Arnulf Rainer in queste opere di matrice fotografica e rielaborate dalla pittura, spesso con tratti di colore condotti con furor e a mano nuda, compie un vero e proprio atto performativo ai limiti della body art. Egli infatti individua nella fotografia, di cui è attore e regista, il mezzo principe per documentare gli spasmi di un corpo psicotico che cerca di uscire da sé per raggiungere il sé. La ricerca dell’identità è dunque la vena primigenia di questo lavoro e se la fotografia pare essere il mezzo di documentazione più fedele del corpo, è solo la pittura in grado di restituirne il movimento con un segno inciso e graffiato e di ricongiungerlo alchemicamente all’anima come atto estetico estremo. L’abbandonarsi a un dolore che è scossa vivificante, lontano dall’anestesia della quiete, è motivo comune a ogni opera dei tre cicli e tocca il punto estremo nelle Hiroshima: l'uccisione dell'uomo in Croce è il genocidio perpetrato due millenni dopo a Hiroshima e ovunque Caino uccida Abele. Oggi.

Arnulf Rainer. Il Corpo, La Croce

Eidos Immagini Contemporanee c/o Artefiera Bologna

Hall 15 Stand C25

catalogo in fiera

DOVE
Ingresso Nord (da Piazza Costituzione: servizio gratuito di navette ogni 2 minuti)

QUANDO 13/15 maggio 2022
SPECIAL PREVIEW RISERVATA A VIP GOLD E ALLA STAMPA
giovedì 12 maggio: dalle 11.00 alle 12.00

PREVIEW A INVITO
giovedì 12 maggio: dalle 12.00 alle 17.00
VERNISSAGE A INVITO
giovedì 12 maggio: dalle 17.00 alle 21.00
VENERDÌ 13 MAGGIO:
dalle ore 11.00 alle ore 12.00 riservato VIP
dalle ore 12.00 alle ore 20.00 apertura al pubblico
SABATO 14 E DOMENICA 15 MAGGIO:
dalle ore 11.00 alle ore 20.00

Artefiera | Bologna | Eidos | Rainer | arte | body art | anni 70 |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Corpo, performance, gesto e luce: Arnulf Rainer e Bruno Di Bello


Festival Smart Cityness: l’innovazione territoriale e la collaborazione locale, dal 2 al 4 ottobre, Cagliari


EUGENIO RIPEPI: “ROMA NON SI RADE” è il nuovo album del cantautore ligure in uscita il 3 luglio


REITERER, CAVALLO DI RAZZA (AVELIGNESE). ÖTZI ALPIN MARATHON, KRÖLL È IRONWOMAN


Monsignor Giovanni Carrù La croce da patibolo a simbolo di resurrezione


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Gianni Bertini e ABBACO: rifondare la coscienza del paese reale con la pittura

Gianni Bertini e ABBACO: rifondare la coscienza del paese reale con la pittura
Eidos Immagini Contemporanee in collaborazione con l'Associazione Gianni Bertini presenta per la ricorrenza del centenario della nascita del grande artista europeo (Pisa 1922- Caen 2010) un progetto con opere degli anni 70 che è una riflessione senza tempo e di attualità disarmante su famiglia, violenza guerra e Occidente Scriveva Gianni Bertini: "Abbaco è una allocuzione scaduta d’uso che significa abbecedario. Nel mio caso indica il proposito di ricominciare un discorso partendo dalla base. E non per niente ho assunto come fulcro della rappresentazione il nucleo più elementare: l'uomo, la donna e il bambino in rapporto ad una società dove l'orrore è quotidiano. Certe referenze tratte da quadri del passa (continua)

La piemontese Chiara Micco tra l'Elite alla Uroboro Summer Competition, Brindisi 6-7-8 agosto 2021

La piemontese Chiara Micco tra l'Elite alla Uroboro Summer Competition, Brindisi 6-7-8 agosto 2021
Piemontese, classe 1987, l'atleta Chiara Micco parteciperà questo week end alla “UROBORO SUMMER COMPETITION 2021” parte integrante del calendario Ufficiale F.I.P.E come competizione di interesse nazionale nell'ambito del progetto Sthenathlon, competizione di interesse nazionale nell'ambito del progetto Sthenathlon e parte integrante del calendario Ufficiale F.I.P.E Chiara Micco nasce a Casale Monferrato da una famiglia di hockeisti su prato. Nipote del Dottor Umberto Micco, olimpionico nel 1956 a Helsinki, infallibile goleador del GUF Genova nel 1942, fondatore e bandiera della U.S. Moncalvese, vicepresidente della federazione italiana Hockey, proprio come il nonno è sempre stata una sportiva, diventando giovanissima talento e colonna portante dell’h (continua)

A OCCHI APERTI! ERK14 per Palazzo Zoya

A OCCHI APERTI! ERK14 per Palazzo Zoya
Musei chiusi? Gallerie chiuse? Basterà passeggiare a occhi aperti per imbattersi in un'imprevista installazione di Erk14 a Palazzo Zoya nel cuore di Asti medievale Lockdown, smartworking, dad, parole nuove di un'apparente nuova normalità. La realtà è che siamo chiusi: scuole chiuse, negozi chiusi, musei chiusi, teatri chiusi, noi chiusi in casa, la testa piena di preoccupazioni e il cuore indurito tra ricordi e rimpianti. In un mondo che ha dovuto improvvisamente modificare un parametro prossemico (la distanza sociale) all'artista spetta il compito di (continua)

CREATIVITY CHALLENGE. PEDRETTI MEDAL FOR ARTS AND SCIENCES

CREATIVITY CHALLENGE. PEDRETTI MEDAL FOR ARTS AND SCIENCES
La Nuova Fondazione Rossana e Carlo Pedretti, in collaborazione con Futura Art Gallery di Pietrasanta, promuove un bando di concorso rivolto ad artisti e designers. A seguito delle numerose richieste pervenute e della mancata normalizzazione della situazione pandemica, la data di presentazione del progetto è stata prorogata al 15 Febbraio. L’obiettivo è quello di realizzare un creativity challenge per la progettazione di una medaglia celebrativa, designata con il nome di Pedretti Medal for Arts and Sciences da conferire a studiosi che si sono particolarmente contraddistinti per le loro ricerche su Leonardo e la cultura del Rinascimento. Il creativity challenge è un bando pubblico, la cui partecipazione è gratuita e aperta (continua)

I gesti di Bruno Caraceni in anteprima europea per Bologna Artefiera. Solo show da Eidos

I gesti di Bruno Caraceni in anteprima europea per Bologna Artefiera. Solo show da Eidos
“Sono le 12.30 del 13 ottobre del 1944. Per Ezio Bruno Caraceni appena diciassettenne è il primo giorno di Accademia a Venezia. A Chioggia sale sul vaporetto Giudecca che lo porta verso il suo destino d’artista e di uomo...Nel giro di poco all’altezza di Pellestrina il traghetto viene bombardato e affondato, diventando una trappola mortale. Il giovane Caraceni pur gravemente ferito sarà tra i supe (continua)