Home > Altro > Investigatore VS Furbetto

Investigatore VS Furbetto

scritto da: FraPro | segnala un abuso

Investigatore VS Furbetto


 Una delle domande ricorrenti, negli ultimi mesi, dopo che l’inchiesta sui «furbetti del cartellino» ha scoperchiato il bubbone dell’assenteismo e di altri comportamenti anche se casi realmente gravi come denunce per truffa Inps e molti peccati veniali o formali sono finiti in un unico, generico calderone sbrigativamente “giustizialista” –, è stata «Ma nessuno vedeva e denunciava?». Lazio Ambiente Spa, la società pubblica che gestisce il servizio di raccolta dei rifiuti urbani e di spazzamento delle strade è stato vittima di truffa da parte dei dipendenti tanto da affidarsi ad una Agenzia Investigativa Santoni Investigazioni per far luce sulla vicenda.

Impossibile tracciare un identikit unico del furbetto del cartellino: da Nord a Sud, dai ministeri alle Asl, dalle università alle agenzie, da chi truffa in solitaria a chi agisce in cordata, con complici. 

Sempre più aziende stanno mettendo, alle calcagna dei propri dipendenti, gli investigatori privati: i detective sono assoldati dal datore di lavoro per verificare che il personale non commetta violazioni dell’obbligo di fedeltà, come l’utilizzo strumentale della malattia , gli abusi dei permessi della legge 104, l’utilizzo dell’auto di lavoro per scopi personali, le pause durante le trasferte, ecc.

I controlli eseguiti dalle agenzie investigative sui lavoratori sono ritenuti leciti dalla giurisprudenza anche se occulti o se posti fuori dall’azienda, con il solo limite di non poter invadere la privata dimora dell’interessato. In quella, a tutto voler concedere, può entrare solo il medico fiscale nel corso della visita di controllo.

Per operare lecitamente, le agenzie investigative non devono sconfinare nella vigilanza dell’attività lavorativa vera e propria (che la legge riserva solo al datore di lavoro e ai suoi collaboratori). Il che significa che non possono verificare la durata o la qualità della prestazione del dipendente.

Gli “ispettori privati” possono essere incaricati solo al fine di prevenire la commissione di illeciti da parte dei dipendenti stessi.

Anche il solo sospetto o la semplice ipotesi che tali illeciti siano in corso di esecuzione da parte del lavoratore consente all’azienda di incaricare gli 007, essendo il prestatore d’opera tenuto ad operare diligentemente per tutto il corso del rapporto di lavoro.



Fonte notizia: https://gianlucasantoniivestigazioni.wordpress.com/


Agenzia investigativa | Santoni investigazioni | Gianluca Santoni | investigatore privato | assenteismo | Lazio Ambiente | Inps | truffa | frode |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Investigatore Privato: In cosa consiste l'attività


Investigatore privato? Ecco come sceglierlo


Agenzia Investigativa Milano : Licenziamento per giusta causa


Agenzia Investigativa:A chi affidarsi


Come Scoprire un tradimento


Investigazioni : Un lavoro sempre più richiesto


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Sport: Rivoluzione nel mondo dello Sport Nasce un nuovo metodo il VPM

Sport: Rivoluzione nel mondo dello Sport  Nasce un nuovo metodo il VPM
Nasce un nuovo metodo il VPM Valorizzazione Promozione Marketing Oggi il sogno di ogni ragazzo  può essere alla portata di tutti  con una rivoluzione 3.0.VPM Valorizzazione Promozione Marketing  questo metodo è il nuovo metodo inventato daAlessio Sundas è il  metodo innovativo, in grado di monitorare l’atleta a partire dall'età di 14 anni.Diventare un calciatore professionista, un campione che compie prodezze, che gonfia (continua)

Massimiliano Zannoni stile Consulting

Massimiliano Zannoni stile Consulting
 Dietro la scelta dell’immagine un po’ spavalda c’è un ragazzo umile che le persone scelgono e riscelgono. Classe 74 professionale, giovane e dinamico, apre la sua prima agenzia nel febbraio del 2005. La fiducia che le persone ripongono in lui hanno permesso a Massimiliano Zannoni di fare il passo e di dare il servizio che in una cittadina come Ciampino mancava ma dal (continua)

A 25 anni Dalla morte del piccolo Giuseppe Di Matteo il 18 Gennaio 2019 alle ore 18:00 presso Libreria Minerva di Piazza Fiume a Roma

A 25 anni   Dalla morte del piccolo Giuseppe Di Matteo       il 18 Gennaio 2019 alle ore 18:00 presso  Libreria Minerva di Piazza Fiume a Roma
 A 25 anni   Dalla morte del piccolo Giuseppe Di Matteo      il 18 Gennaio 2019 alle ore 18:00 presso  Libreria Minerva di Piazza Fiume a Roma sarà presentato il libro:   HO SCONFITTO la mafia. IO SONO VIVO! di   Marina Paterna   Con la Prefazione di Giommaria Monti Giornalista,  Scrittore e Autore&nb (continua)

Fabrizio Corona e l’amore smisurato per Belen: si racconta nel suo libro in uscito il 22 gennaio “ non mi avete fatto niente “

Fabrizio Corona e l’amore smisurato per Belen: si racconta nel suo libro in uscito il 22 gennaio “ non mi avete fatto niente “
    Fabrizio Corona e l’amore smisurato per Belen: si racconta nel suo libro in uscito il 22 gennaio “ non mi avete fatto niente “   Amo ancora Belen, tra noi c'è sempre magia". Bomba di Fabrizio Corona. Non finisce di stupire l'ex agente dei paparazzi. Le ultime esternazioni sono contenute nel libro autobiografico di prossima uscita. Chi, in edicol (continua)

Lazio. Restituita la scorta a Capitano Ultimo

Lazio. Restituita la scorta a Capitano Ultimo
 Lazio. Restituita la scorta a Capitano Ultimo. L’autrice Marina Paterna davanti le notizie delle ultime ore dichiara:  “Il TAR si è espresso. Al Capitano Ultimo la scorta spetta di diritto. Poche ore fa e a distanza di qualche minuto dal lancio della fiction interpretata da Raul Bova, ispirata all’uomo che fece arrestare Totò Riina, un’Audi, appare (continua)